Passa ai contenuti principali

LE MIE VACANZE DI NATALE IN ITALIA


Dal 23 dicembre al 3 gennaio sono stato a casa, non mi sono annoiato.
Il 23 dicembre dopo il Millepiedi sono andato a confessarmi a Porto Ceresio con gli altri adolescenti del decanato, dopo cena sono andato dai miei Amici Luigino e Graziella a fare gli auguri e poi con loro sono andato a sentire il coro gospel con le mie amiche Gina, Olga, Paola, Laura, Francesca e Luciano. Io ero seduto vicino a Olga e Francesca, quella sera non ero tanto contento perché avevo appena saputo che la Juventus aveva perso con il Milan. Il mio amico Luciano è un grande tifoso Milanista e io da buon sportivo gli ho dato la mano. Nel coro Gospel cantava anche la mia amica e compagna di asilo Gloria, che quella sera aveva mal di gola ma ha cantato benissimo, la canzone che mi è piaciuta di più è stata Tu scendi dalle stelle di cui Francesca ha fatto il video con il suo super telefonino super tecnologico. Finito il concerto abbiamo fatto dei super selfie la Franci e la Paola da sole vicino alla grotta, mentre io davanti alla chiesa con loro.
Il pranzo di natale l’ho passato a  casa con i miei genitori , mio nonno Raul, mia nonna Franceschina, Federico e Gabriella.  E’ stato bellissimo perché Federico mi ha aiutato a montare la nave da crociera con i “lego”. Mentre alla sera sono andato dal mio 2° cugino Roberto che abita a Saltrio dove c’erano tutti i parenti di mia mamma e la Suocera di Roberto ,con il marito,   la Figlia Ilaria con il suo ragazzo Roberto e suo padre. Mancava solo la zia Pina perché era a letto con la bronchite ed aveva la febbre molto alta. Anche se a mezzogiorno avevamo mangiato tanto alla sera ci siamo messi ancora a tavola, io ci tengo a passare la sera di natale con i cugini di mia Madre e miei zii Massimo e Nora perché è una delle poche occasioni che abbiamo per parlare e stare assieme.
Durante gli altri giorni andavo a camminare a Porto Ceresio  ,  a fare la spesa all’ Esselunga e all’ Iper.
Venerdì 30 dicembre dovevo andare a Varese a incontrarmi con delle amiche della mamma ma alle  14:30 è arrivato un messaggio sul cellulare di mia mamma sul gruppo whatsapp “piscina Group” dalla nostra Amministratrice “Ammi” Francesca: “sono a Porto chi vuole venire”? “ certo andiamo. dove ci si trova ? ” ha chiesto la mamma.  “Davanti alla piscina”. E così la mitica Francesca ci ha fatto rimandare l’impegno a Varese tanto Anna una amica di mia madre era dal parrucchiere e quindi siamo andati a Porto Ceresio . La Ritina, una grande amica che abita a Porto Ceresio in una bellissima villa in alto che domina tutto il lago, ci ha detto parcheggiate da lei tanto è aperto ma noi avevamo già trovato posto nel parcheggio grande vicino al parco giochi. È stato molto difficile trovare la Francesca l’abbiamo anche dovuta chiamare con il telefonino perché non sapevamo in che posto era. La Francesca non era da sola era, lì con suo marito Luciano e la sua bellissima cagnolina Tata, poi chi hanno raggiunti la Ritina con suo marito Domenico e la nostra amica Letizia. Abbiamo fatto tutta la passeggiata assieme ed è stato fantastico passare qualche ora a parlare di calcio con Luciano e Domenico (Luciano tifa Milan mentre io e Domenico Juventus) e di America con la mia amica Francesca che è vissuta 6 mesi con suo marito a 30 chilometri da New work. Dopo la passeggiata siamo andati a vedere la mostra dei presepi dove Francesca ha fatto tantissime fotografie, a me ne voleva fare una vicino alla sagoma di Babbo Natale è stato proprio un bellissimo pomeriggio.
All’ ultimo dell’anno sono andato all’ oratorio di Porto Ceresio con i miei e Federico un mio grande amico e compagno di teatro con la sua famiglia e altre famiglie, in tutto eravamo una 30ina di persone. Abbiamo mangiato, giocato, ballato, fatto delle scenette. A mezzanotte abbiamo lanciato le lanterne e poi abbiamo mangiato il cotechino e le lenticchie. Io ero stanco e avevo il telefonino scarico e quindi non ho visto i messaggi della Francesca che mi ha mandato a mezzanotte. Sono rimasto sveglio fino alle 2:00. Durante le mie vacanze mi sono divertito tantissimo mi hanno regalato tantissimi regali e quello più bello è stato il cd di Celentano e Mina che ho sempre in macchina.
JACOPO 



Commenti

Post popolari in questo blog

Buon Anniversario Mamma e Papà

Carissimi mamma papà, auguri di buon anniversario. Io sono felice di festeggiare con voi l’anniversario di matrimonio. Vi voglio un sacco di bene. Mamma e papà vi ringrazio di stare affianco a voi. Mamma sei simpatica e sei bravissima a cucinare cose buone. Papà sei simpatico e bravissimo e sei bravissimo a fare le parole crociate. Papà è bellissimo guardare la partita in televisione insieme.
Tanti auguri di buon anniversario da Roby Per mamma e papà Vi voglio tanto bene




LE PAROLE STRANIERE DA ITALIANIZZARE

Oggi giorno nella nostra lingua usiamo un sacco di forestierismi provenienti maggiormente dall’inglese e dal francese. Ce ne sono alcuni che non italianizziamo mai come:

·backgammon = tavola reale ·baseball = pallabase ·biberon = poppatoio ·bob = guidoslitta ·bulldozer = apripista ·bunker = casamatta ·camion = autocarro ·chef = capocuoco ·computer = elaboratore ·container = contenitore ·cowboy = vaccaro ·decoder = decodificatore ·encoder = codificatore ·frac = marsina ·garage = autorimessa ·gilet = panciotto ·guardrail = guardavia ·halibut = ippoglosso ·hamburger = svizzera

LA MIA AMICA ENZA

mia amica Enza Io ho tantissime amiche ma in particolare vi vorrei descrivere Enza . È una brava donna sempre sorridente , è molto abbronzata , la conosco da settembre ma c’è voluto qualche mese per essere suo amico. All’ inizio la chiamavo sempre Signora Enza ma lei mi ha detto di chiamarla solo Enza.  La frequento quasi tutte le mattine e ci sentiamo anche su messanger e whatsapp. Io ho incominciato a frequentarla perché viene in piscina all’ “Oasi” dove vado io. Enza è sposata con il mio amico Antonio e ha due figlie e tre nipoti maschi e una femmina , la femmina ha 7 mesi mentre i maschi sono più grandi. Con Enza qualche volte usciamo anche a mangiare con le nostre amiche Franci, Olga, Gina, Lory e Alberta .Quando facciamo queste cenette partecipano anche i loro mariti Antonio, Luciano e Gianfranco e ci divertiamo proprio tanto. Settimana scorsa mi ha regalato il vino che ha fatto Antonio che io non ho ancora provato, quando vado al mare gli scriverò una bella cartolina. Enza no…