Passa ai contenuti principali

LE PAROLE STRANIERE DA ITALIANIZZARE (PARTE 1)


Oggi giorno nella nostra lingua usiamo un sacco di forestierismi provenienti maggiormente dall’inglese e dal francese. Ce ne sono alcuni che non italianizziamo mai come:


·      backgammon = tavola reale
·      baseball = pallabase
·      biberon = poppatoio
·      bob = guidoslitta
·      bulldozer = apripista
·      camion = autocarro
·      chef = capocuoco
·      computer = elaboratore   
·      container = contenitore     
·      cowboy = vaccaro   
·      decoder = decodificatore       
·      encoder = codificatore
·      frac = marsina
·      garage = autorimessa
·      gilet = panciotto
·      guardrail = guardavia
·      halibut = ippoglosso
·      hamburger = svizzera
·      hangar = aviorimessa
·      hovercraft = aeroscivolante
·      jet = aviogetto
·      marketing = mercatistica
·      metal detector = cercametalli
·      minimarket = minimercato
·      motel = autostello
·      motocross = motocampestre
·      mouse = topo
·      pacemaker = segnapassi
·      popcorn = granoturco scoppiato
·      rally = autoraduno
·      revolver = rivoltella
·      ring = quadrato
·      robot = automa
·      rugby = pallovale
·      scooter = motoretta
·      self-service = autoservizio
·      shaker = sbattighiaccio
·      sidecar = motocarrozzetta
·      skilift = sciovia
·      spelling = compitazione
·      stuntman = cascatore
·      sulky = sediolo
·      timer = temporizzatore
·      traveller’s cheque = assegno turistico
·      tuner = sintonizzatore
·      walkie-talkie = ricetrasmettitore palmare
·      yacht = panfilo
·      zoom = trasfocatore

Tutti questi italianismi sono decisamente ormai in disuso e tutto questo ha portato alla definitiva contaminazione della lingua italiana.
In Italia però c’è l’Accademia della Crusca di Firenze (sito web: www.accademiadellacrusca.it e ha anche un suo canale YouTube) che ha lo scopo di salvaguardare la lingua italiana e dal 2015 ha fondato il gruppo Incipit che ha lo scopo di monitorare i forestierismi incipienti nella fase in cui prendono piede nella nostra lingua come: “jobs act”, “spending review”, “voluntary disclosure”, “stepchild adoption”, “bail-in”, “bail-out”, “smart working” oppure “hot spot” e i loro equivalenti italiani proposti sono “legge del lavoro”, “revisione della spesa pubblica”, “collaborazione volontaria”, “adozione del configlio”, “salvataggio interno”, “salvataggio esterno”, “lavoro agile” oppure “centro d’identificazione”. I termini stranieri elencati prima (per esempio “computer”, “mouse”, ecc.) il gruppo Incipit non propone più di italianizzarli poiché sono ormai capite da tutti e secondo loro non c’è più bisogno di farlo.
Altri termini stranieri si alternano spesso con quelli italiani come “film” e “pellicola”, “weekend” e “fine settimana”, “okay” e “va bene”, “hotel” e “albergo”, “clown” e “pagliaccio”, “freezer” e “congelatore”, “papà” e “babbo”, “croissant” e “cornetto”, “crêpe” e “crespella”, “club” e “circolo”, “basket” e “pallacanestro”, “volley” e “pallavolo”, “boxe” e “pugilato” o “goal” e “rete” oppure ci sono anche alcuni termini stranieri che sono caduti in disuso come “tunnel che è stato sostituito da “galleria“pallet da “bancale”, “football” da “calcio” (invece “football americano” prevale su “calcio americano”), “tomate” da “pomodoro”, “sofà” da “divano”, “refrain” da “ritornello”, “ferry-boat” da “traghetto”, “tank” da “carro armato”, “paltò” da “cappotto” o “lapis” da “matita”.
Per quanto riguarda i nomi geografici stranieri abbiamo già tradotto “London” con “Londra” e “Paris” con “Parigi” però “Nuova York” e “Nuova Orleans” sono ormai caduti in disuso e sostituiti da “New York” e “New Orleans”. Mentre i nomi di persona stranieri come “Thomas More” viene tradotto con “Tommaso Moro” e “Francis Bacon” viene tradotto con “Francesco Bacone”. “Giulio Verne” e “Carlo Marx” sono ormai caduti in disuso e sostituiti da “Jules Verne” e “Karl Marx”.
In Italia purtroppo non si traducono quasi mai le parole straniere probabilmente per il fatto che gli italiani tendono ad essere esterofili, cioè che amano tanto le lingue straniere forse perché un tempo loro stessi erano un popolo di esploratori e navigatori. Invece in Francia e in Spagna è tutto diverso: in entrambi i paesi si traduce quasi tutto e per esempio “computer” e “mouse” in francese si chiamano “ordinateur” e “souris” mentre in spagnolo si chiamano “ordenador” e “ratón” (grazie alle loro applicazioni dovute all’Académie Française di Parigi e alla Real Academia Española di Madrid da tantissimo tempo).
Nel 2016 Gabriele Valle ha pubblicato un libro intitolato “Italiano Urgente – 500 anglicismi tradotti in italiano sul modello dello spagnolo” (editore: Reverdito; prefazione: Tullio De Mauro) che ha lo scopo di italianizzare gli anglicismi sul modello della lingua spagnola (ha un suo sito web e canale YouTube); mentre nel 2017 Antonio Zoppetti ha pubblicato il suo libro intitolato “Diciamolo in italiano – Gli abusi dell’inglese nel lessico dell’Italia e incolla” (editore: Hoepli; prefazione: Annamaria Testa) che racconta la storia della lingua italiana contaminata dagli anglicismi dall’antichità ai giorni nostri (tra l’altro ha pubblicato un suo blog collegato al link: https://diciamoloinitaliano.wordpress.com).
Infine c’è da dire che ormai l’italiano non è più una vera e propria lingua ma può essere chiamata “itanglish” come in spagnolo c’è lo “spanglish”, in francese il “frenglish” e in tedesco il “germish” ovvero una lingua italiana mischiata non solo con l’inglese ma anche ad altre lingue straniere.




Daniel

Commenti

Post popolari in questo blog

Buon Anniversario Mamma e Papà

Carissimi mamma papà, auguri di buon anniversario. Io sono felice di festeggiare con voi l’anniversario di matrimonio. Vi voglio un sacco di bene. Mamma e papà vi ringrazio di stare affianco a voi. Mamma sei simpatica e sei bravissima a cucinare cose buone. Papà sei simpatico e bravissimo e sei bravissimo a fare le parole crociate. Papà è bellissimo guardare la partita in televisione insieme.
Tanti auguri di buon anniversario da Roby Per mamma e papà Vi voglio tanto bene




LE PAROLE STRANIERE DA ITALIANIZZARE (PARTE 2)

Qui invece continuiamo ad elencare altri forestierismi con relativi equivalenti italiani caduti in disuso come:
airbag = cuscino salvavitaaquaplaning = slittamento sull’acquacamper = furgone da campeggiocar pooling = auto di gruppocheesecake = torta al formaggiocornflakes = fiocchi di granoturcocric = martinettocyborg = organismo ciberneticoday hospital = ricovero diurnodiscount = negozio di scontoduty-free shop = negozio senza impostefast food = cibo velocegargoyle = doccionegenoa = fiocco di Genovaiceberg = montagna di ghiacciojukebox = giradischi a gettoneketchup = salsa rubralifting = ritidectomiamais = granoturcomarshmallow = cotone dolcemountain bike = bicicletta da montagnaoverbooking = sovraprenotazionepet therapy = zooterapiaroast beef = manzo arrostoroulotte = rimorchio da campeggioskateboard = tavola a rotelleslot machine = macchina mangiasoldismart card = carta intelligentesmog = nebbia nerasnowboard = tavola da nevespinnaker = fiocco pallonesurf = tavola da ondawindsurf = …