Passa ai contenuti principali

A Morosolo


L’ultimo fine settimana sono stata a Morosolo. Sabato mattina ho fatto la colazione e mi sono vestita. Ho aiutato la Paola a fare le pulizie: abbiamo fatto il letto, pulito il bagno di sopra e fatto la lavatrice. A pranzo abbiamo mangiato la carne con i pomodori e le carote. Al pomeriggio siamo anditi a cardano al campo nella palestra e abbiamo recitato nello spettacolo. Prima di recitare ci siamo truccati la faccia, ci siamo messi i vestiti.  Lo spettacolo era la storia de “la bella e la bestia” e io ero chicò. Dopo lo spettacolo ho mangiato le patatine e la torta. Dopo siamo tornati con il pulmino a Morosolo.  Una volta li ho fatto il bagno.  Per cena abbiamo mangiato la pizza di cui c’erano due gusti: con il prosciutto e con il tonno.  Dopo cena abbiamo scelto un film e lo abbiamo visto. Alla fine del film ci siamo cambiati e messi il pigiama per andare a letto.  Domenica mattina c’erano Jacopo e Letizia come educatori e con loro abbiamo fatto colazione, abbiamo pulito e riordinato l’armadio. Finito i pulire siamo usciti in giardino abbiamo raccolto i fiori e li abbiamo incollati sui fogli.  A pranzo abbiamo mangiato il risotto con le pere e il taleggio. Nel pomeriggio siamo usciti a fare un giro. Per cena abbiamo mangiato minestra.




Camilla

Commenti

Post popolari in questo blog

LE PAROLE STRANIERE DA ITALIANIZZARE

Oggi giorno nella nostra lingua usiamo un sacco di forestierismi provenienti maggiormente dall’inglese e dal francese. Ce ne sono alcuni che non italianizziamo mai come:
- airbag = cuscino salvavita
- backgammon = tavola reale - baseball = pallabase
- bob = guidoslitta - computer = elaboratore
- drive-in = cineparco - guardrail = guardavia
- halibut = ippoglosso
- hamburger = svizzera
- ketchup = salsa rubra
- lime = limetta
- marshmallow = toffoletta
- metal detector = cercametalli - motel = autostello
- motocross = motocampestre
- mountain bike = rampichino - mouse = topo
- pacemaker = segnapassi - revolver = rivoltella
- spinnaker = fiocco pallone


Tutti questi italianismi sono decisamente ormai in disuso e tutto questo ha portato alla definitiva contaminazione della lingua italiana. In Italia però c’è l’Accademia della Crusca di Firenze (sito web: www.accademiadellacrusca.it) che ha lo scopo di salvaguardare la lingua italiana e dal 2015 ha fondato il gruppo Incipit che ha lo scopo di monitorare i fores…

ITALIANIZING THE FOREIGN WORDS (ENGLISH VERSION)

Everyday in the italian language are importing a lot of borrowed words come mostly from english or french and for this the italians are considered xenophiles because themselves formerly are a people of explorers and navigators. In Italy exists the Accademia della Crusca of Florence that protects the italian language and in 2015 have founded the Incipit group that has the purpose to monitor the incipient loanwords in the phase in which they take place in the italian language like "jobs act", “spending review”, "smart working", "voluntary disclosure", "bail-in", "bail-out", "stepchild adoption", "whistleblower", "flat tax" or "hotspot" and their italian equivalents are "legge del lavoro", “revisione della spesa pubblica”, "lavoro agile", "collaborazione volontaria", "salvataggio interno", "salvataggio esterno", "adozione del configlio", &q…