Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2020

COME FARE UN AEROSCAFO COL CD

Per fare un semplice hovercraft col CD occorre:
- un CD - un palloncino - un tappo a valvola (tipo quello di una bottiglietta d’acqua) - nastro adesivo
Preparazione dell’aeroscafo col CD:
1) Prendete un CD e posizionate il tappo a valvola al centro mettendo un po' di scotch.
2) Dopo aver messo lo scotch sul tappo al centro del CD fissate un palloncino collocandolo sul tappo stesso e gonfiatelo tutto.
3) Una volta completato l’hovercraft mettetelo su una superficie liscia del tavolo e così pian piano l’aeroscafo si muoverà.
https://www.youtube.com/watch?v=ns00PP-D1zE
Daniel



Il nonno Gianni

Oggi alle 4 torno a casa con l'AVT e il trasportatore Nunzio. Quando arrivo a casa ci sarà il Gianni che inizia a fare il mostro: tira indietro gli occhi e diventano tutti bianchi e si nasconde dietro il divano e le tende. Poi facciamo il gioco delle domande, lui mi fa le domande leggendole dal libricino arancione e io rispondo. Per esempio mi chiede cose sullo sport.
Gianni è mio nonno, è alto ha la barba e i capelli bianchi. Si veste sportivo, infatti mette la tuta. Indossa gli occhiali e ha la voce alta. E' il papà di mia mamma ed è sposato con la nonna Pina.
Abita sotto di me quindi lo vedo tutti i giorni.
Al nonno voglio dire che è carino e che ha i capelli bianchi e non biondi così non si offende.

Camilla

Saluto a Rosa

Cari lettori oggi vi voglio parlare di una persona che a me ha lasciato un segno che proprio non dimenticherò mai: la mia ex preside. “Sei stata una grande preside, io sono fiero di aver avuto la possibilità di conoscerti sia come preside sia a livello personale. Sono sicuro che hai dato a pochi alunni la possibilità che hai dato a me di conoscerti personalmente. C’era un modo in cui mi chiamavi che mi piaceva un sacco cioè naso da tartufo. Ricordo che ogni mattina alle 9:30 io uscivo dalla classe per venire a salutarvi e tu mi prendevi in giro chiamandomi così perché io uscivo dalla classe quando sentivo il profumo di caffè. Io con te ho dei bei ricordi inoltre ti devo ringraziare in modo continuativo perché grazie a te io ho potuto conoscere in primo luogo la realtà del centro giovanile di Castiglione, dove ho conosciuto Marco e Elena e da lì è nata una amicizia che coltiviamo ancora ora. In secondo luogo ti devo ringraziare perchè attraverso Davide mi hai fatto conoscere la realtà de…

La ricetta di Giorgio: pandoro con crema e cacao

1) tagliare con il coltello il pandoro
2) mettere in uno sbattitore 500g di mascarpone
3) poi 200g di panna  fresca
4) poi 150 g di zucchero a velo
5) e 1 bustina di caffè solubile
e poi frullare tutto insieme
6) mescolare la crema
7) metterla in una sac a poche
8) bagnare il pandoro con caffè zuccherato usando un pennello
9) mettere la crema sul pandoro bagnato
10) aggiungere uno strato di pandoro caffè e crema
11) fare altri strati
12) il tocco finale: una spolverata di cacao amaro
13) è prontra da servire in tavola
Giorgio

La ricetta di Giorgio: pizza wurstel e patatine

1) METTERE DENTRO LA BACINELLA 300 GR DI FARINA 00
2) AGGIUNGERE DENTRO LA BACINELLA 200GR DI FARINA MANITOBA
3) METTERE OLIO SALE E ACQUA IN UN BICCHIERE E MESCOLARE CON UN CUCCHIAIO
4) METTERE I LIQUIDI DENTRO LA BACINELLA E MESCOLARE
5) METTERE ZUCCHERO LATTE LIEVITO E ACQUA DENTRO UN BICCHIERE
6) VERSARLO DENTRO LA CIOTOLA E IMPASTARE
7) METTERE DELLA FARINA SUL TAVOLO VERSARE LA PASTA DELLA PIZZA E IMPASTARE
8) DIVIDERE IN TRE PARTI E STENDERLE IN TEGLIA,  PRIMA CON LE MANI  E DOPO COL MATTARELLO
9) FATE LIEVITARE PER  ALMENO UN'ORA
10) POI METTERE IL SUGO
11) POI LA MOZZARELLA  DELLA PIZZA
12) POI I WURSTEL A PEZZETTI
13) INFINE LE PATATINE FRITTE E L'ORIGANO
14) METTERE IN FORNO PRERISCALDATO PER 10 MINUTI A 250 GRADI

25 GENNAIO

ERA UN MERCOLEDI DEL 2019 CHE E’ MORTA LA MIA MAMMA ED IO ERO GIU’ DI MORALE. NON RIUSCIVO A TIRARMI SU E SALLY CI E’ RIUSCITA A TIRARMI SU DI MORALE. QUEST’ANNO IL GIORNO 25 GENNAIO FA UN ANNO LA MIA MAMMA.

FILIPPO

I miei amici del Millepiedi

I compagni del Millepiedi con cui mi trovo meglio sono: Mattia D, Luca P, Giada, Vanessa, Lua e Jacopo. Con Mattia scherziamo, lui mi prende in giro e ripete quello che dico io. Luca mi dice che ho il naso a patata e mi fa ridere. Mi fa anche i dispetti, infatti mi tocca i capelli, mi fa il solletico e ogni tanto mi fa spaventare muovendo la mia carrozzina indietro. Giada è carina, insieme coloriamo e mi regala i suoi disegni, io li porto a casa e li attacco sul muro. Mi chiama tesoro e principessa, parliamo di come torna a casa. Siamo molto amiche. Vanessa, non vuole essere chiamata “patata” da me. Con lei ogni tanto parliamo e io le voglio bene. Lua prende il pullmino con me, mi avvisa quando è arrivato e mi aiuta a mettere la giacca. Ogni tanto mi accompagna anche fuori per prendere il pullmino. Prima si sedeva anche vicino a me a tavola, per darmi una mano a tagliare le cose. Jacopo mi chiama principessa e qualche volta anche amore mio. Alcune volte sono contenta altre volte mi arrabbi…