Passa ai contenuti principali

DOPPIAGGIO IN SINCRONO, DOPPIAGGIO FUORI CAMPO E SOTTOTITOLI

Il doppiaggio è quello che permette in modo tecnico mediante prodotti audiovisivi (cartoni animati, telefilm, videogiochi, film o documentari) di sostituire la colonna sonora originale, sia parlata o cantata del prodotto stesso con la traduzione relativa di un’altra lingua straniera. Spesso esistono due tipi di doppiaggi: in sincrono oppure fuori campo (detto anche all’inglese “voice over” oppure più comunemente “oversound”).
Il doppiaggio in sincrono è quando viene completamente sostituito la voce originale dell’attore con quello del doppiatore e viene utilizzato spesso in film, serie tv e videogiochi.
Invece il doppiaggio fuori campo è quando la voce originale dell’attore non viene totalmente sostituita e si sovrappone a quella del doppiatore, rimanendo la voce originale in sottofondo e viene utilizzato spesso in interviste e documentari.
I sottotitoli sono invece delle scritte poste nella parte inferiore del teleschermo e si utilizza per tradurre i dialoghi in lingua diversa da quella della colonna sonora in modo da chi non è in grado di comprendere la lingua originale per motivi di costi o di scelta (spesso le interviste, le pubblicità oppure i videogiochi).
Il doppiaggio italiano dei film e serie tv straniere è quello naturalmente più diffuso (invece nei paesi anglofoni utilizzano più i sottotitoli tranne i film e serie tv straniere per bambini che sono quasi sempre doppiate in inglese) e io personalmente conosco doppiatori come:

·      Marco Balzarotti (ha doppiato Giniu in Dragon Ball Z, Yokomizo in Detective Conan, Nick Mattone in Isola Lego, Dallas in Ratchet: Gladiator)
·      Riccardo Rovatti (ha doppiato Majinbu in Dragon Ball Z, Megure in Detective Conan, Dr. Nefarious in Ratchet & Clank 3),
·      Elda Olivieri (ha doppiato Lara Croft da Tomb Raider 2 a Tomb Raider Underworld)
·      Pietro Ubaldi (ha doppiato Gleeman Vox in Ratchet: Gladiator)
·      Antonio Paiola (ha doppiato Papà Mattoncelli in Isola Lego)
·      Silvana Fantini (ha doppiato entrambi Pepe e Mamma Mattoncelli in Isola Lego)
·      Roberta Gallina (ha doppiato Laura Mattone in Isola Lego)
·      Luca Sandri (ha doppiato Gis in Dragon Ball Z e il Briccone in Isola Lego)
·      Giorgio Melazzi (ha doppiato l’Informatto in Isola Lego)
·      Carlo Bonomi (ha doppiato Pingu, La Linea e Capitano Rom in Isola Lego)
·      Raffaele Fallica (ha doppiato Werner Von Croy in Tomb Raider 4 e Tomb Raider 5, e Leonardo in Isola Lego)
·      Claudio Moneta (ha doppiato Pieter Van Eckhardt in Tomb Raider: The Angel Of Darkness)
·      Paolo Sesana (ha doppiato Kurtis Trent in Tomb Raider: The Angel Of Darkness)
·      Simone D’Andrea (ha doppiato Trunks in Dragon Ball Z e Ratchet in Ratchet & Clank)
·      Aldo Stella (ha doppiato Guldo in Dragon Ball Z e Clank in Ratchet & Clank)
·      Roberto Del Giudice (ha doppiato Lupin in Lupin III)
·      Ferruccio Amendola (ha doppiato Sylvester Stallone e Robert De Niro)
·      Mino Caprio (ha doppiato Peter Griffin ne I Griffin)
·      Tonino Accolla (ha doppiato Homer Simpson ne I Simpson)
·      Paolo Torrisi (ha doppiato Goku adulto in Dragon Ball Z)
  
    Io critico il doppiaggio quando utilizzano le parole straniere (tipo “computer” o “mouse”) e secondo me il miglior doppiaggio in italiano che a me mi è piaciuto è quello di Megaforce del 1982, proprio perché in una scena hanno detto “elaboratore” al posto di “computer”.
    Il doppiaggio italiano è nato nel 1932 a Roma durante il Fascismo per le persone analfabete e che non era proprio in grado di seguire i film sottotitolati mentre dagli anni 1980 è nata quella milanese quando Fininvest iniziò ad affidare le edizioni italiane dei cartoni animati mandati in onda sulle tre reti televisive dovuto alle cooperative di doppiaggio milanesi (in gran parte alla Merak Film). Spesso anche i film e serie tv italiane quando c’è un attore straniero poi viene doppiato da un doppiatore italiano per motivi che non conosce la lingua italiana (es. Paolo Ferrari doppia Jean-Louis Trintignant in Il Sorpasso e Claudia Catani doppia entrambe Katharina Böhm e Lina Perned in Il Commissario Montalbano). Infine esiste anche un sito web dedicato ai doppiatori italiani ed è "Il mondo dei doppiatori" andando al link: https://www.antoniogenna.net/doppiaggio/. C'è pure un blog sulle critiche del doppiaggio italiano dei film stranieri che si chiama "Doppiaggi italioti" ma per andarci cliccate su https://doppiaggiitalioti.com.


Daniel

Commenti

Post popolari in questo blog

LE BANDIERE, I CARTELLI E I LOGHI

La mia passione, oltre a quello delle parole straniere da tradurre in italiano, sono le bandiere, i cartelli e i loghi poiché sono molto belli, colorati e creativi. Dedico molto tempo ad approfondire la conoscenza di questi simboli, mi piace ricercarli in internet specialmente quelli di una volta per guardare com'erano fatti. A casa mia colleziono anche libri dedicati a questi simboli. La mia prima passione sono le bandiere che sono dei drappi di uno o di più colori variamente disposti, attaccati lungo uno dei lati a un’asta o all’albero della nave su cui vengono innalzati: simboli di una nazione, di un’associazione, di un partito, o insegne di corpi e unità militari. In particolare preferisco moltissimo le bandiere nazionali del passato. La scienza che studia le bandiere si chiama “vessillologia”, parola coniata da Whitney Smith nel 1959 che è il fondatore americano della FIAV (Federazione Internazionale Associazioni Vessillologiche), cioè la federazione internazionale dedicata

LA PAROLA “MOTOCAMPESTRE” PRONUNCIATA NEI MEDIA È INTROVABILE

La parola “motocampestre”, ovvero l’equivalente italiano dell’anglicismo “motocross”, non si trova pronunciata in nessun video o podcast, ad eccezione che nelle descrizioni di due video dove compare soltanto scritto, su un sito di un cinegiornale svizzero. Nel primo datato 1952 parla in tedesco sottotitolato in italiano e nel secondo datato 1953 parla in italiano dove compare soltanto la scritta “motocampestre” come titolo, senza neanche una volta pronunciare la stessa parola durante il filmato (collegamento: https://www.memobase.ch/it#find/query=motocampestre ), e in più in un cinegiornale italiano censurato datato 1949 che è stato poi perso negli anni compare scritto con il titolo "gara moto-campestre" nell'indice dei servizi dove è stato successivamente inserito in un libro del 2009 scaricabile in un file PDF da un sito di un archivio audiovisivo italiano (collegamento: https://www.aamod.it/wp-content/uploads/2016/09/AAMOD-annale-11_2008_integrale.pdf ), ma intanto com

LA MIA VITA QUOTIDIANA DI DANIEL

Durante l’anno mi dedico ai miei ex compagni di classe delle superiori di Gazzada Schianno poiché da quando ho finito la scuola nel 2010 li ho considerati i miei amici. Adesso ho il mio vicino di casa Roberto che dal 2011 circa è diventato il mio amico, a volte mi viene a trovare a casa e mi porta fuori a mangiare. Ho anche un altro vecchio amico che andava a scuola con me un anno più grande di me che si chiama Andrea che fa le stesse cose di Roberto. Le mie passioni principali sono le bandiere, i cartelli, i loghi e le parole mentre quelli secondari sono mangiare, chiacchierare, uscire e navigare in rete. Durante la settimana però i miei genitori vogliono che faccia dei lavoretti in casa per passare il tempo, ma invece decido sempre di evitarlo poiché mi annoiano. Quello che mi dicono di fare è guardare la tv, ascoltare la radio, fare cruciverba, tagliare l’erba, aiutare mio papà, correre nel campo e dare acqua alle piante. Però spesso non amo guardare la tv e ascoltare la radio poi