Passa ai contenuti principali

Le vacanze natalizie di Paolo

Io queste vacanze di natale le ho trascorse bene, sono andato a Sanremo che è un posto bellissimo. Conosco veramente bene il mare e sono andato a mangiare da Gabry che è un ristorante buonissimo poi sono andato all’Oasi e ho mangiato gli gnocchi al pesto ed erano molto buoni e ho bevuto anche la coca cola. Sono andato anche un giorno a Montecarlo che è un posto bellissimo dove ho visto il cambio della guardia.
Poi i miei amici di Milano mi hanno fatto una bellissima sorpresa, una sera siamo andati in via Serenella a Sanremo e abbiamo mangiato il risotto, il vitello tonnato e il tiramisù. La stessa sera ho telefonato alla figlia di una mia amica di Milano, poi il mio amico sempre di Milano ha aperto il nostro regalo natalizio e ha trovato i cioccolatini e mi ha dato un bacio ed è stato contentissimo.
Queste vacanze a me sono piaciute moltissimo, le prossime vacanze di Pasqua le vorrei fare ancora a Sanremo, ci tengo tantissimo ma tanto tanto tanto.
Alla viglia di natale ho guardato la messa di mezzanotte di Papa Francesco ed è stato veramente bello poi ho incontrato i miei amici di Sanremo che si chiamano Fabio e Roberta, uno lavora come imbianchino e l’altra lavora come segretaria e hanno due figlie che si chiamano Elisa e Martina e hanno anche un cane che si chiama Lulù, che mi è venuta in braccio.  Poi ho fatto la foto alla mia mamma e alla mia amica Roberta e gli e l’ho mandata e ho incontrato anche dei nostri amici di Torino che si chiamano Roberto e Ornella che hanno una figlia di nome Camilla che tiene tanto il Torino, poi ho incontrato anche un altro mio amico che tiene il Torino che si chiama Giuliano e sua moglie Franca.
Invece il giorno di Natale ho ricevuto il giaccone neoprene e anche il salame e ho mangiato, sempre da Gabry , gli antipasti, l’insalata russa, la capricciosa, poi i ravioli buoni ma molto buoni.
Son stato contento di queste feste.
Tutti gli anni andiamo sempre al mercato a Sanremo e guardiamo sempre se c’è qualcosa  da comprare, un giorno ci siamo fermati lì a prendere il pranzo da mangiare in spiaggia giù al Nettuno, ho mangiato la focaccia e poi abbiamo fatto la partitona di calcio ci siamo divertiti un sacco.
Poi all’ultimo dell’anno ho visto una trasmissione bellissima che si chiama “l’anno che verrà “con Amadeus e Teo Teocoli e c’erano tutti i cantanti che hanno cantato come Bennato, Britti , Sandy Marton e poi siamo andati da mia cugina Carlotta che ha un amico che abita a Lonate Pozzolo che si chiama Andrea e abbiamo visto i fuochi d’artificio e abbiamo mangiato il pandoro poi siamo andati a letto a mezzanotte.
Al primo gennaio che era capodanno siamo andati a vedere il cimento invernale che è bellissimo e la gente va a fare il bagno nel mare, hanno fatto anche il conto alla rovescia e poi oltre a incontrare i miei amici di Milano ho incontrato anche i miei amici di Sanremo.  Gli abbiamo portato il regalo natalizio e sono stati veramente contenti e abbiamo mangiato il panettone ma i canditi non mi piacciono.
Poi io, mia mamma, mio papà e i nostri amici di Torino siamo andati a fare un giro e io ho preso le crepes e le patatine, poi prima dell’ultimo dell’anno siamo andati alla casa del raviolo a Sanremo. Poi  abbiamo proseguito il giro e con i miei amici di Torino sono andato alla coop e mio papà era fuori e poi sempre con gli zii di Bergamo siamo andati alla Tavernetta e abbiamo preso la torta salata era veramente buona.
C’era anche vento e io e la mia mamma siamo andati verso l’ippocampo e mi sono seduto sulla sabbia e poi siamo usciti per fare un giro.
In inverno vado a fare colazione al Barabino e bevo latte macchiato e mangio anche la brioches con la nutella.
Con il nostro amico Paolo e un altro suo amico  Alessio e una altra mia amica Camilla abbiamo giocato a pallone e il nostro amico di Torino ci ha fatto le riprese e gli ho prestato il mio telefonino.
Ho accompagnato la mia amica di Milano che si chiama Raffaella, che ha un marito bellissimo che si chiama Claudio che fuma sempre delle sigarette, su per le scale poi è venuta giù che stava parlando al telefono e le ho fatto la foto alla sua pettinatura ed è veramente bella.
Giovedì scorso abbiamo fatto l’ultimo giorno in centro e siamo ripartiti venerdì che era l’epifania e siamo arrivati che erano prima delle due e mi sono fatto un riposino sotto le coperte che faceva freddo.
Sabato non sono andato in piscina perché faceva veramente freddo.
Ieri sono stato a casa a guardare la Santa Messa, poi “mezzogiorno in famiglia” e poi “quelli che il calcio” con Nicola Savino, poi “domenica in” con Pippo Baudo e Chiara Francini e c’era come cantante Mietta che ha cantato una canzone bella di Mia Martini che si chiama Minuetto. Poi ieri su rete 55 ho visto delle immagini bellissime sull’ospedale Molina e poi ho guardato una signora che ha intervistato la maestra di teatro Gabriella Roggero che ha parlato dei burattini poi ho guardato il film “che dio ci aiuti 4” con Elena Sofia Ricci e Valeria Fabrizi. La domenica sera guardo sempre una trasmissione bellissima su rai tre che si chiama “Che tempo che fa” con Fabio Fazio e Filippa Lagerback e c’era come ospite Federica Pellegrini e poi viene sempre la donna che fa sempre ridere che si chiama Luciana Littizzetto e c’era anche la musica “L’estate di John Wayne” di Rapahel gualazzi e mi fa veramente ridere.
Mi alzo sempre al mattino presto, stamattina  alle 6.28 ho acceso la televisione e ho guardato il tg1 e mi sono alzato  alle 7.10 e ho mangiato pane e nutella. Poi stamattina con la Greta siamo andati alle Corti c’era anche la pista di pattinaggio e ho bevuto il caffè e l’ho pagato, poi siamo andati verso l’Oviesse e Alessandro ha provato una bellissima giacca e la Greta gli ha fatto la foto e si è girato verso lo specchio. Poi siamo andati in Corso Matteotti e siamo andati alla Yamamay che volevano guardare un po’ di cose, poi siamo andati a Tezenis vicino al teatro Politeama, poi siamo andati dove c’è la pasticceria Siciliana a ritirare una cosa che la Greta doveva ritirare.
Poi siamo ritornati verso il Millepiedi e abbiamo mangiato le lasagne e poi insalata molto buona.
Stamattina ho telefonato alla mia amica Dolly che ha un marito che si chiama Giuseppe che mi ha detto questa mia amica stava facendo la doccia e poi stava preparando le valigie perchè oggi partivano con un altro ragazzino down che si chiama Gabriele che in inverno lavora nella loro pasticceria che si chiama Brenna. Venerdì 20 con Dolly, Giuseppe e Gabriele e Giulia andremo a mangiare una pizza alla pizzeria che c’è lì a Masnago e si mangia veramente bene.

Commenti

Post popolari in questo blog

LE BANDIERE, I CARTELLI E I LOGHI

La mia passione, oltre a quello delle parole straniere da tradurre in italiano, sono le bandiere, i cartelli e i loghi poiché sono molto belli, colorati e creativi. Dedico molto tempo ad approfondire la conoscenza di questi simboli, mi piace ricercarli in internet specialmente quelli di una volta per guardare com'erano fatti. A casa mia colleziono anche libri dedicati a questi simboli. La mia prima passione sono le bandiere che sono dei drappi di uno o di più colori variamente disposti, attaccati lungo uno dei lati a un’asta o all’albero della nave su cui vengono innalzati: simboli di una nazione, di un’associazione, di un partito, o insegne di corpi e unità militari. In particolare preferisco moltissimo le bandiere nazionali del passato. La scienza che studia le bandiere si chiama “vessillologia”, parola coniata da Whitney Smith nel 1959 che è il fondatore americano della FIAV (Federazione Internazionale Associazioni Vessillologiche), cioè la federazione internazionale dedicata

LA PAROLA “MOTOCAMPESTRE” PRONUNCIATA NEI MEDIA È INTROVABILE

La parola “motocampestre”, ovvero l’equivalente italiano dell’anglicismo “motocross”, non si trova pronunciata in nessun video o podcast, ad eccezione che nelle descrizioni di due video dove compare soltanto scritto, su un sito di un cinegiornale svizzero. Nel primo datato 1952 parla in tedesco sottotitolato in italiano e nel secondo datato 1953 parla in italiano dove compare soltanto la scritta “motocampestre” come titolo, senza neanche una volta pronunciare la stessa parola durante il filmato (collegamento: https://www.memobase.ch/it#find/query=motocampestre ), e in più in un cinegiornale italiano censurato datato 1949 che è stato poi perso negli anni compare scritto con il titolo "gara moto-campestre" nell'indice dei servizi dove è stato successivamente inserito in un libro del 2009 scaricabile in un file PDF da un sito di un archivio audiovisivo italiano (collegamento: https://www.aamod.it/wp-content/uploads/2016/09/AAMOD-annale-11_2008_integrale.pdf ), ma intanto com

LA MIA VITA QUOTIDIANA DI DANIEL

Durante l’anno mi dedico ai miei ex compagni di classe delle superiori di Gazzada Schianno poiché da quando ho finito la scuola nel 2010 li ho considerati i miei amici. Adesso ho il mio vicino di casa Roberto che dal 2011 circa è diventato il mio amico, a volte mi viene a trovare a casa e mi porta fuori a mangiare. Ho anche un altro vecchio amico che andava a scuola con me un anno più grande di me che si chiama Andrea che fa le stesse cose di Roberto. Le mie passioni principali sono le bandiere, i cartelli, i loghi e le parole mentre quelli secondari sono mangiare, chiacchierare, uscire e navigare in rete. Durante la settimana però i miei genitori vogliono che faccia dei lavoretti in casa per passare il tempo, ma invece decido sempre di evitarlo poiché mi annoiano. Quello che mi dicono di fare è guardare la tv, ascoltare la radio, fare cruciverba, tagliare l’erba, aiutare mio papà, correre nel campo e dare acqua alle piante. Però spesso non amo guardare la tv e ascoltare la radio poi