lunedì 16 ottobre 2017

GITA GRUPPO D’ARTE A BOAREZZO


SABATO 7 OTTOBRE ABBIAMO FATTO LA GITA ANNUALE A BOAREZZO.
MI SONO DIVERTITO TANTISSIMO, BOAREZZO E’ UN BEL PAESINO.
SIAMO ANDATI A VEDERE I MURALES CHE HANNO FATTO SUI MURI: C’ERANO LE FARFALLE, GLI SCOIATTOLI, GLI UCCELLI E TANTI ALTRI ANIMALI.
NEL PIAZZALE DELLA EX SCUOLA, SU INDICAZIONE DI MARIANGELA E NOEMI ABBIAMO FATTO I COLLAGE TUTTI INSIEME. IO HO INCOLLATO IL CAVOLFIORE, LA CIPOLLA, IL MARE CON LA BARCA A VELA, POI HO INCOLLATO UN PASSEROTTO SULL’INSALATA E IL FORMAGGIO STAGIONATO SARDO CON IL BICCHIERE PIENO DI VINO.
IL RESPONSABILE DELL’ASSOCIAZIONE AMICI DI BOAREZZO MI HA REGALATO UN PEZZO DI TRONCO: LO DESIDERAVO DA TANTO PERCHE’ VOGLIO SCOLPIRLO PER FARE UN CALICE, RICORDANDO LA CANZONE DI ALBANO “FELICITA’: UN BICCHIERE DI VINO CON UN PANINO, LA FELICITA’……”
A BOAREZZO FACEVA FREDDO MA ERA BELLO E ABBIAMO FATTO UNA BELLA PASSEGGIATA E POI SIAMO ANDATI TUTTI A MANGIARE LA POLENTA E I PANIGACCI.



FILIPPO

VAN DE SFROOS VISTO DA SAMUELE SCULCO




PER IL MIO COMPLEANNO DEL 2011, I MIEI CARI MI HANNO FATTO UNA SORPRESA: MI HANNO PORTATO A CONOSCERE DAVIDE VAN DE SFROOS AL TEATRO SOCIALE DI COMO, DOVE STAVA FACENDO UNA CONFERENZA. HO AVUTO LA FORTUNA DI PARLARGLI UN PO’.
L’HO SALUTATO, DICENDOGLI CHE MI PIACEVA LA SUA MUSICA E CHE IO ABITAVO A INDUNO OLONA. LUI MI HA CHIESTO COSA STAVA FACENDO IL COMO CALCIO E IO GLI HO RISPOSTO CHE NON  SAPEVO, POICHE’ NON SEGUIVO QUELLA CATEGORIA. GLI HO FATTO I COMPLIMENTI PER LA CANZONE “CAMIONISTA GHOST RIDER” E LUI MI HA DETTO CHE NON CI DOVEVA NEANCHE ESSERE NELL’ALBUM “YANEZ”, MA CHE L’HA AGGIUNTA SOLO ALL’ULTIMO MOMENTO E CHE GLI FACEVA PIACERE CHE IO GLI AVESSI FATTO I COMPLIMENTI. GLI HO CHIESTO QUALE FOSSE LA CANZONE CHE LO RAPPRESENTASSE DI PIU’ E LUI MI HA RISPOSTO CHE NON LO SAPEVA, POICHE’ NE HA TANTE IN TESTA. POI GLI HO CHIESTO SE AVESSE GIA’ PENSATO QUANDO SMETTERE DI CANTARE E LUI HA RISPOSTO DI NON AVERCI ANCORA PENSATO. IN EFFETTI QUESTA MIA DOMANDA HA SPIAZZATO UN PO’ TUTTI, ANCHE I GIORNALISTI PRESENTI. VAN DES FROSS HA ANCHE DETTO CHE NESSUN ALTRO PRIMA GLI AVEVA FATTO QUESTA DOMANDA.

A ME PIACE PERCHE’ E’ UN CANTANTE CHE FA MUSICA IN DIALETTO; L’HO CONOSCIUTO GRAZIE AI MIEI AMICI CARI NOEMI E FABIO NEL 2011: IO ERO IN OSPEDALE A CUASSO AL MONTE PER LA RIABILITAZIONE E MI HANNO PORTATO UN MP3 CON LE SUE CANZONI. MI E’ SUBITO PIACIUTO MOLTO, POI HO CONOSCIUTO ANCHE LE SUE VECCHIE CANZONI DI REPERTORIO.
NEL 2016 SONO ANDATO AL SUO CONCERTO AD ARCISATE AL PARCO LAGOZZA, MA PURTROPPO L’HANNO INTERROTTO A META’ CAUSA PIOGGIA: MI SONO DISPIACIUTO TANTO. SPERO DI RIVEDERLO ANCORA IN CONCERTO AL PIU’ PRESTO.
SAMUELE


lunedì 25 settembre 2017

LE FILIPPATE: RUBRICA DI FILIPPO

LENTATE VANNO MOLTO LENTI 


BAMBI E’ UN BAMBINO


L’AULA MAGNA: DOVE SI VA TUTTI A MAGNARE


SARONNO… ANDIAMO TUTTI A BERE L’AMARETTO DI SARONNO


EROS RAMAZZOTTI BEVE AMARO RAMAZZOTTI



L’ESTATE STA INIZIANDO E UN ANNO ARRIVERA’

RUBRICA CINEMA DI YURI

I CORROTTI: THE TRUST






ANNO DI PRODUZIONE: 2016
DURATA: 92 MINUTI 
TRAMA
L'agente di polizia di Las Vegas Jim Stone contatta il suo collega con cui lavora nella stanza delle prove, il sergente David Waters, per parlare di una cauzione capitatagli in mano dopo un arresto per droga. I due scoprono l'esistenza di una cassaforte di cui non erano a conoscenza e decidono di rubarla.

COMMENTI PERSONALI
Film bello, poco violento, un bel film d’azione: ve lo consiglio.


Cast : 
Nicolas Cage:   
 

        Elijah Wood:                                           
 

  

lunedì 18 settembre 2017

Vacanza di Yuri a Diano Marina in Liguria



Io sono andato in vacanza in Liguria: il mare e l’hotel erano bellissimi. Ho mangiato focaccia ligure,  pesce  di mare,   crema di piselli…buonissimo. Poi ho preso  un ricordino: una barca a vela per mio papà.
Il primo giorno mio papà è rimasto in spiaggia con noi, poi è dovuto tornare a casa. Io ho fatto il bagno con le onde mosse e mi sono divertito  molto. Il terzo giorno  sono uscito di sera e ho visto la fontana e ho fatto la foto. Il quarto giorno il tempo non era bello, ma nuvoloso. La mia vacanza è durata una settimana e siamo partiti il mattino presto perché il tempo era brutto. Comunque sono soddisfatto della mia vacanza: sono tornato a casa risposato, contento e abbronzato.


 
YURI "SNAKE"


FESTA MATRIMONIO ANDREA LEI E ANDREA LUI


IL COMITATO, INSIEME CON TUTTI I RAGAZZI DEL MILLEPIEDI ABBIAMO ORGANIZZATO UNA FESTA CON L’AIUTO DEI NOSTRI EDUCATORI PER IL MATRIMONIO CHE SI SVOLGERA’ SABATO 16 SETTEMBRE.

NOI LI ABBIAMO FESTEGGIATI APPUNTO PRIMA,  PRESSO  MOROSOLO NELLA CASA DIDATTICA, DOMENICA 23 LUGLIO. IO, GIUSEPPE SOLARINO, PER ANIMARE LA FESTA GLI HO SCRITTO UNA STORIA INVENTATA COMPLETAMENTE DA ME: E’ UNA STORIA CENTRATA SULLA COPPIA  CHE SI  SPOSA  IN PIU’ GLI HO FATTO UN VIDEO CON DELLE FOTO LORO.

ABBIAMO ORGANIZZATO TUTTO IN SORDINA:  PER FORTUNA CE L’ABBIAMO FATTA; L’ORGANIZZAZIONE DELLA FESTA E’ STATA BELLA, LA COPPIA E’ RIMASTA STUPITA. ABBIAMO FATTO UN GIOCO IN CUI GLI SPOSI DOVEVANO DIRE UNO IL DIFETTO DELL’ALTRO.

QUESTA FESTA E’ LA SECONDA FESTA CHE ORGANIZZIAMO IN GRANDE STILE; IL MOTIVO  PER CUI ABBIAMO PENSATO DI ORGANIZZARE UNA FESTA DI QUESTE PROPORZIONI E’ PERCHE’ LUI E’ UNO DEGLI EDUCATORI A CUI NOI RAGAZZI TENIAMO DI PIU’.


GIUSEPPE

lunedì 11 settembre 2017

Un disegno originale con Paint

Oggi vi voglio parlare di Paint. Per trovarlo nel computer bisogna cliccare su “start” poi “tutti i programmi”, poi “accessori” e infine “Paint”.
È un programma che serve a disegnare. La cosa bella è che si possono scegliere tanti colori diversi, tante forme diverse e tanti stili diversi.

Vi faccio vedere un esempio di come si può utilizzare Paint:



Ciao io sono l’Uccello Arlecchino. Mi chiamo così perché sono tutto colorato. Sono un uccello speciale perché ho il becco tondo, un occhio solo, delle splendide ali rosse quadrate e delle zampette blu di una forma molto strana… per non parlare della mia coda nera e rettangolare.

In questo momento mi trovo in un prato verde e vicino a me ci sono delle scarpe viola col tacco in esposizione ed anche un quadro coi quadrati, che escono dal quadro!

Claudia

lunedì 4 settembre 2017

Articolo sulla tromba d’aria a Cavallino e varese.


Giovedì 10 agosto, nel pomeriggio, a Cavallino, ad un certo punto c’è stata una folata di vento  che ha causato danni importanti come la caduta di alcuni alberi. Uno degli alberi a causa della forza della tromba d’aria è caduto su una macchina. La machina in questione era di una turista tedesca.
A Varese, precisamente a San Fermo, dove ha sede il Millepiedi, un tetto si è bucato, perché ci è caduto sopra un albero.

FILIPPO ha avuto notizie in anteprima direttamente dal nipote che ha contattato la mamma su Whatsapp.
E poi ha visto le notizie in tv dalla Germania.


A me, che sono Giuseppe, invece è caduto il gazebo dalla terrazza, ma non ho sentito rumori forti.

FILIPPO  GIUSEPPE

A Morsolo


Sabato 2 settembre 2017 in occasione della festa Morosoccer, nella Casa Didattica de Il Millepiedi c’è stata una mostra di arte e una esposizione di fotografie.
Erano esposti i quadri fatti dai  ragazzi del Millepiedi, mentre le foto le hanno fate 2 fotografi che si chiamano Joe D’Asta e Stefano Gandini e raffiguravano alcuni compagni.
Al primo piano c’era la musica suonata da Paolo Q., uno dei educatori, e dal Maestro Francesco. Chi voleva poteva
aiutarli a suonare.
Siccome faceva freddo abbiamo bevuto il thè in cucina, in compagnia di altri ragazzi, genitori e educatori. Ho raccontato di un’applicazione del cellulare  alla mamma di Jacopo. Questa App serve a contare i passi che fai, misura la pressione, la velocita con cui cammini e i battiti del cuore, tutto questo grazie ad un bracciale.
Dopo, sono andata a mangiare un panino alla festa di Morosolo. Mi è piaciuto perché aveva dentro il roastbeef.


In generale è stato un bel pomeriggio, mi sono divertita, soprattutto a raccontare dell’app. 

Claudia

giovedì 6 luglio 2017

A PRESTO!

Cari lettori,

per il mese di luglio e agosto l'attività di Blog si interrompe, per darci modo di fare qualche passeggiata, gioco e per rilassarci un pò.

Buone vacanze...

A presto!


I Ragazzi de Il Millepiedi


lunedì 26 giugno 2017

Il compleanno di mio zio è stato il Sabato 24 giugno.

Mio zio però lavorava quella sera, ma noi siamo usciti lo stesso. Eravamo in 6 e abbiamo fatto l’aperitivo in un bar a Cunardo, abbiamo    mangiato tante cose buone:  le patatine, la   focaccia, il pane, l’affettato, era tutto buono.          Alle otto la zia ha prenotato in un ristorante, dove ho mangiato la pizza alla verdure, e ho bevuto acqua naturale.     
Alle 22 e 30  sono andata a fare una sorpresa dove lavora mio zio e abbiamo   mangiato il tiramisù, io ne ho mangiati due pezzi.  Abbiamo fatto tardi, erano le  00: 30  e   siamo  andati  a  bere  qualcosa.
 Ho  dormito da mia zia che si chiama  Paola, mi  sono  alzata  alle  10 e  qualcosa  ed è venuta  mia   Mamma  a prendermi.
Poi  sono  andata a  casa mia e  c’era  mia  cugina che si chiama Francesca, mia mamma   gli ha fatto un regalo:   una maglietta   corta blu.     
Mi sono divertita   un casino    abbiamo fatto delle risate, abbiamo parlato tante cose belle mi piace stare in compagnia.  



Sharon 

VACANZA A CESENATICO 27/28/29/30 MAGGIO 2017

Siamo partiti il giorno 27 Maggio al mattino verso le 7:30. Eravamo proprio una bella compagnia di amici. Io ero seduto vicino al mio amico Filippo, durante il viaggio abbiamo riso e parlato tantissimo con lui mi trovo veramente bene perché fa un sacco di battute simpatiche. Verso Bologna ci siamo fermati in un Autogrill dove siamo andati alla toilette, quando siamo risaliti sul pullman abbiamo incominciato a leggere le flippate e Cantare con l’accompagnamento della chitarra di Marco P. Quando eravamo quasi arrivati Carlo ci ha dato le camere: io ero con Gaspare, Andrea M, Giorgio e Gabriele. Dopo aver mangiato ci siamo sistemati nelle varie camere che erano stupende perché avevamo due bagni, uno per noi utenti, e l’altro per l’educatore.
Dopo esserci riposati siamo andati al mare a giocare e fare i bagni, io non sono entrato in acqua perché c’erano le meduse e avevo paura di essere morsicato da loro. Verso le 18:00 siamo ritornati all’ hotel abbiamo fatto le docce e poi siamo andati a cena. Dopo cena siamo andati in centro con il pullman a mangiare  un gelato e il mio grande amico Giorgio ha anche ballato davanti a tutti.  Siamo rientrati verso le 23:30 stanchi morti, ma contenti della bellissima serata trascorsa insieme. 
La domenica, dopo la prima colazione, siamo andati al mare dove abbiamo giocato in acqua e poi un gruppetto hanno partecipato alla S: Messa. Poi  siamo andati a prendere 12 cartoline per le mie amiche della piscina e ho comprato 3 collanine una per me della Juventus una per mia mamma  del Milan e una per la mia amica Loredana dell' inter. Dopo siamo ritornati all’ hotel dove abbiamo pranzato e io ho anche comprato una bellissima Barbamamma che volevo regalare alla Saretta, ma lei non l’hai voluto allora l’ho dato ad un bambino piccolo che stava in albergo con noi. Nel pomeriggio siamo ritornati in spiaggia e io sono rimasto da solo con Carlo perché i miei compagni non volevano stare con me  ma mi sono divertito lo stesso. Alla sera dopo cena siamo tornati in centro dove ho comparto un angioletto per la mia amica Rita che c’era anche scritto sopra il suo nome, mentre gli altri hanno comprato altre oggetti.  
Il giorno seguente, dopo colazione siamo andati in spiaggia dove abbiamo giocato a bocce e fatto tantissimi bagni mentre alla sera c’era la festa nell’ albergo io ho fatto il presentatore del Telegiornale Cesenatico 2017, poi abbiamo cantato e ballato tutti insieme, dopo siamo andati a letto.
Il giorno dopo siamo ritornati in spiaggia per fare le ultime foto e gli ultimi bagni siamo partiti verso le 16:00 abbiamo lasciato a Cesenatico Luca P perché doveva stare lì ancora per due settimane con i suoi amici delle “bocce”. Nel viaggio di ritorno abbiamo visto un bellissimo film “Sole a Catinelle “siamo arrivati verso le 23:30.
Le mie impressioni

Questa vacanza mi è piaciuta tantissimo anche se ho litigato con la mia amica Sara l’anno prossimo mi piacerebbe che durasse più a lungo e vorrei dormire con Roberto, Antonio, Luca p  e Marcuzzo. 



Jacopo 

La mia esperienza da animatore all’ oratorio di Bisuschio

Io sono un ragazzo a cui piace stare in compagnia di altre persone, per questo tutte le estati, da quando ho finito gli esami di 3° media (che era nel lontano 2005) , ci vado tutti gli anni. Fare l’animatore non è una cosa semplice devi avere tantissima pazienza con i bambini e avere un bellissimo rapporto con gli altri animatori che per me sono dei “compagni di viaggio” .
Io ho incominciato grazie al mio grandissimo amico Luca”Mene” che mi ha accompagnato e aiutato per i primi anni.  A Bisuschio l’oratorio incomincia dopo la messa delle 9:15 i per i  bambini che sono iscritti al dopo scuola  e poi mangiano li’ mentre i bambini che non vanno al dopo scuola si presentano in oratorio alle ore 14:00.
All’ oratorio si fanno tantissime attività: Lavoretti, Murales, Mosaico  ,Sketch , Balletto, Teatro , Clownerie, Canto, Cucina e anche tantissimi sport: Piscina, Ippica ,Mountain-bike, Pallavolo, Basket, Pingpong, Atletica, Bocce e Tennis. Dopo la merenda si fanno anche dei giochi a squadra tipo :Palla prigioniera, Napoleone, Postino, Bandiera, Bandiera Incrociata.
Io di solito seguo i bambini di 1° e 2° elementare perché sono i più facili da curare. I bambini mi vogliono tantissimo bene e ogni anno alla festa finale c’è sempre qualche bambino o animatore che piange per nostalgia.
All’ oratorio si fanno anche tantissime gite tipo alla Casa di Riposo San Giuseppe o Madonna della Croce a Viggiù,  in montagna ad Alagna, in val d’Aosta , nelle nostre montagne vicine o al mare, o in Piscina a Fara Novarese, Acquaneva, Lodysplash, Brebbia,Ondaland .
Io mi ricordo di due gite  in particolare:   nella prima  si partiva con il battello dall’ imbarcadero di Porto Ceresio e si costeggiava tutto il lago fermandosi a Riva San Vitale, Morcote, Campione, Melide  ad ogni posto si scendeva e si  facevano delle piccole  soste. Mi ricordo tantissimo la Swise Miniatura a Melide dove abbiamo fato anche un giretto con il trenino, in quella gita c’era anche mia mamma. La seconda gita che mi ricordo era due anni fa, non mi ricordo dove eravamo, io ero da solo senza i miei genitori, ma avevo Marisa e Silvana che mi guardavano. Mi ricordo di quella gita il santuario e il lago. 
L’anno scorso ho fatto una bellissima attività in oratorio che si chiama K factor  e alla serata finale si siamo esibiti.

I miei pareri:
Secondo me l’oratorio è un bellissimo posto dove si possono incontrare tanti amici io non ho quasi mai vinto un oratorio ma l’importante non è vincere ma è partecipare

JACOPO 

lunedì 5 giugno 2017

La vacanza con il Millepiedi

LA VACANZA DEL MILLEPIEDI
Siamo partiti sabato mattina alle ore 7:30 da San Fermo con il pullman Castano con i compagni, gli educatori e i volontari e abbiamo preso l’autostrada verso Cesenatico.
Durante il viaggio abbiamo cantato e poi ci siamo fermati all’autogrill dove ho preso il cappuccino con la brioche e poi siamo risaliti sul pullman e siamo partiti di nuovo.
Carlo Fiori ci ha detto le camere in cui eravamo divisi. Appena arrivati a destinazione siamo andati a mangiare in albergo, poi abbiamo scaricato le valigie e siamo andati nelle camere: io e Filippo abbiamo messo a posto le nostre cose in camera poi siamo andati in spiaggia al mare. Abbiamo fatto il bagno e ci siamo divertiti tanto.
Dopo siamo andati in camera dove ho fatto la doccia e poi siamo andati a cena. La sera siamo usciti con il pullman in centro a Cesenatico, io ho preso la Coca-Cola e poi ho visto Alberto Zaccheroni: ho fatto la foto con lui in piazza. Dopo siamo andati a dormire. Il giorno dopo ci siamo svegliati, siamo scesi per fare colazione e poi siamo scesi in spiaggia. Abbiamo fatto il bagno al mare e a mezzogiorno siamo andati a pranzo. Di pomeriggio siamo tornati in spiaggia e, dopo la doccia, siamo andati a cena. La seconda sera le ragazze hanno ballato e dopo siamo andati in centro per prendere i regali. Alla fine siamo andati in camera a dormire.
La mattina del terzo giorno ci siamo svegliati, poi siamo andati a fare la colazione e poi siamo andati al mare. Abbiamo pranzato e dopo pranzo siamo andati in camera, dopo siamo tornati in spiaggia a fare la doccia e poi siamo andati a cena. Quella sera siamo andati a fare festa: io ho ballato con una ragazza che si chiama Gioia (martedì, dopo essere tornati a casa ero triste perché lei mi mancava). L’ultimo giorno, come sempre dopo esserci sistemati e aver fatto colazione, siamo andati in spiaggia a fare gli ultimi bagni e dopo pranzo abbiamo preparato le valigie e siamo partiti alle ore 17:00. Abbiamo preso l’autostrada per tonare al Millepiedi, ci siamo fermati per una sosta in autogrill per mangiare i panini. Siamo arrivati a San Fermo alle ore 23:30 dove mi stavano aspettando la mamma e anche mia sorella poi abbiamo scaricato le valigie.


Roberto



BASKIN: IL NOSTRO PUNTO DI VISTA


Al Millepiedi pratichiamo Baskin da 4 anni, e la squadra è rimasta quasi uguale dall’ inizio.
Abbiamo incominciato parlandone con Marco durante l’attività di Basket perché tantissime persone non riuscivano a fare canestro quindi abbiamo pensato di allargare la squadra con dei volontari in modo da aiutarci a vicenda e da migliorare insieme.
Il Baskin a noi ragazzi piace tanto perché ci da tante emozioni sia negli allenamenti che nelle partite.
Per tutti noi è divertente, per qualcuno è facile e per qualcun altro è difficile perché ci sono tante regole da rispettare e quattro canestri invece di due, però è anche molto interessante e ci rende contenti (soprattutto quando si vince J ).
Questo sport ci fa vivere varie emozioni:
durante l’allenamento anche se ci sentiamo un po’ stanchi perché corriamo tanto siamo allegri in quanto   facciamo esercizi divertenti, schiacciate, tiri liberi e ogni volta miglioriamo;
durante le partite vorremmo stare in campo più tempo possibile senza rimanere seduti in panchina però secondo noi è giusto fare giocare tutti, ci sentiamo sottopressione ma ci aiuta a fare del nostro meglio inoltre rappresenta uno sfogo.
A noi non piace litigare con i nostri compagni e nemmeno con i nostri avversari perché vorremmo essere tutti amici.
Siamo più felici quando arriviamo a casa sapendo di aver fatto bene l’allenamento, di aver seguito le indicazioni dei nostri educatori e ci piace molto andare in trasferta perché amiamo viaggiare e incontrare tante persone nuove.
Invece siamo tristi quando non riusciamo ad impegnarci, quando non vengono ascoltate le consegne dei mister, quando non giochiamo bene e litighiamo tra di noi.
Il Baskin è un gioco di squadra, la nostra è unita e anche se a volte ci capita di discutere ci divertiamo tantissimo. Non importa il risultato perché tutti ci mettiamo l’anima e giocare insieme ci permette di passare più tempo con gli amici. Ci aiutiamo tra di noi perché pensiamo che tutti debbano avere la stessa possibilità di giocare e di stare bene e lo facciamo volentieri.
Abbiamo anche tanti supporters che ci accompagnano in trasferta, che segnano i punti, che preparano il rinfresco, che sono felici se vinciamo e ci consolano se perdiamo.
Il Baskin è aperto a tutti perché giocano insieme ragazzi disabili e volontari, un hobby perché è una cosa costante che ci consente di incontrare i nostri amici e le altre squadre, è più di uno sport e anche se a volte abbiamo difficoltà ci teniamo a giocare perché è un motivo per condividere altre cose oltre alla partita: il viaggio, il cibo, le chiacchierate ecc.
Il Baskin in conclusione per noi è amicizia.
Per finire vorremo condividere alcuni dei nostri ricordi:
“Un episodio che mi ricordo è la finale che abbiamo giocato in cui ho segnato l’ultimo canestro della stagione da tre punti.”
“Quando sono andato a giocare a Cinisello Balsamo due anni fa ho dedicato un canestro alla mia amica che era venuta a vedermi perché glielo avevo promesso.”
“Ricordo una partita contro il Lentate in cui abbiamo perso con tanto scarto e ci è dispiaciuto molto anche perché qualcuno era un po’ arrabbiato.”
“Mi è piaciuto tanto mangiare le torte e i panini insieme ai miei compagni dopo l’ultima partita di Baskin a Rho.”
“Una volta ho segnato con un bel tiro da metà campo e tutti sono stati felici.”

La squadra del Millepiedi  
Jacopo



La mia vacanza a Cesenatico

Siamo stati via il 27, 28, 29 e 30 Maggio. Mi sono divertita tantissimo, mi sono trovata bene con Luca, con Vanessa, con Selena e con gli altri compagni.  Abbiamo fatto le foto di gruppo e ho fatto due bagni però l’acqua era fredda.
Sabato 27 mattina ci siamo ritrovarti alle 7:15 e siamo partiti alle 7:30.
Il viaggio è andato bene, siamo scesi dal pullman e siamo andati al bagno in autogrill; poi siamo partiti e sul pullman abbiamo cantato tante canzoni e abbiamo fatto le dediche.
Siamo arrivati alle 13 e qualcosa e poi abbiamo mangiato, nel pomeriggio siamo andati al mare per le 17:00   e poi siamo saliti in camera alle 18:30.
Il mangiare era buono, si faceva colazione alle 8:30, poi si pranzava alle 13:00 e si cenava alle 19:30. L’albergo era bello. Ho giocato a ping pong, a pallavolo, a bocce e ho anche ballato   e cantato Laura Pausini. Abbiamo anche preso il gelato una sera.
Tutte le sere abbiamo fatto delle passeggiate e ho preso i regali: tre   portachiavi, uno a forma di cuore per mia Mamma (le è piaciuto tantissimo), uno per mio papà a forma di luna e uno per il mio ragazzo.
Mi sono trovata bene in camera con Martina, Giulia e Sara.             
Al ritorno siamo arrivati alle 23:30 e poi a casa sono arrivata a mezzanotte, sono andata letto tardi.   
Il 30 ho fatto la valigia mi è dispiaciuto andare via, volevo rimanere ancora al mare a Cesenatico perché mi sono divertita e volevo rimanere ancora un po’. Quando sono scesa dal pullman e ho visto la Mamma l’ho abbracciata forte, forte, era contenta e felice quando mi ha vista.  Quando sono tornata dal mare anche mio Papà era contentissimo.
In vacanza ero un po’ felice e un po’ triste perché mi mancava Daniel.        

Sharon

lunedì 22 maggio 2017

Il battesimo della mia cuginetta a Napoli

       Venerdì 12 maggio, la mattina siamo partiti io e mia sorella alle ore 8-15, ci ha accompagnati a Malpensa il fidanzato di mia sorella. Abbiamo preso l’autostrada per Malpensa ma siamo arrivati in ritardo e abbiamo perso l’aero perché la navetta era già passata e quindi abbiamo dovuto prendere il treno per raggiungere Malpensa. Noi abbiamo corso ma l’aereo era già partito, per fortuna abbiamo preso un altro volo e siamo partiti alle ore 15-45.

Siamo atterrati alle ore 17.00 e poi siamo arrivati a Napoli e abbiamo cenato. Dopo cena siamo andati a letto dai nonni, la mattina mi sono svegliato per comprare il latte e poi ho fatto la colazione, mi sono lavato i denti e anche la faccia. Dopo abbiamo pranzato e dopo pranzo siamo andati al battesimo della mia cuginetta che si chiama Nadia  nella chiesa di Acerra e dopo siamo andati a fare il rinfresco e abbiamo mangiato la pasta coi funghi, il prosciutto   con il formaggio e la torta. Poi siamo tornati a casa dei miei nonni e sono andato a letto. La domenica mi sono svegliato, ho fatto la colazione e la nonna ha fatto gli gnocchi, che abbiamo mangiato con il sugo. Dopo pranzo siamo andati a trovare i miei cugini e poi gli zii e poi sono ritornato dai nonni e sono andato a letto. Lunedì mattina mi sono svegliato e abbiamo fatto la colazione, mi sono lavato i denti e abbiamo mangiato il riso con il sugo e poi abbiamo fatto la valigia e siamo arrivati all’aeroporto di Napoli. Lì mia sorella ha preso le sfogliatelle e poi abbiamo preso l’aereo alle ore 18-25 e siamo atterrato a Malpensa di Milano.  

Roberto

La comunione della mia amica Chiara



Ieri domenica 21 maggio ’17 mi sono svegliato alla solita ora alle 7:20 perché alle 8:45 dovevo essere in chiesa per provare con i miei amici del “Coretto” i canti per la prima comunione. Dopo aver fatto parecchie prove accompagnati dalle chitarre di Camilla e Simone e dal flauto di Caterina prima e durante la messa c’era un chiacchierio di gente. La messa è incominciata alle 10:00 in punto perché il nostro don Adriano è un tipo molto puntuale noi non vedevamo niente perché eravamo dietro ma io quando era il momento della comunione mi sono messo vicino a Luciano per vedere meglio i bambini. Abbiamo cantato benissimo e i bambini sono stati tutti contenti. Dopo la cerimonia siamo scesi tutti in oratorio per ballare insieme ma io ho preferito fermarmi sotto la tettoia a chiacchierare di calcio con Mario, Silvana, Greta, Margherita, Fabio e Luigino.  I miei dopo sono andati a casa a riposarsi un’ oretta mentre io sono rimasto lì con Mercedes e Graziella perché poi dovevamo raggiungere i miei e gli altri amici a Pogliana. A Pogliana eravamo invitati alla comunione dalla mia grandissima amica interista Chiara.  Il menù era ottimo c’erano  come antipasto delle brioches salate , il salame, l’insalata russa che io non ho mangiato  e dei Wuster in Gabbia; come primo piatto c’erano Delle lasagne agli asparagi e delle crespelle al Prosciutto; come secondo il vitello tonnato con le patate io l’ho mangiato senza salsa e poi per dolce  la sorella di Chiara che si chiama Marika ha fatto una buonissima chease- cake alle fragole . Io ero  seduto vicino a Graziella “Madre Badessa”. Dopo pranzo ci hanno raggiunti Carlo, Marisa, Don Adriano, Don Silvano, Gabriella, Tiberio e Luigino. Abbiamo anche fatto dei bellissimi selfie e video da mandare a Loredana una amica mia e di Ettore che tifa l’Inter.  Alle ore 16:30 sono tornato a casa. Dopo aver chiamato con il mio telefonino Francesca Enza e Gabriele , io e mio papà siamo andati a porto Ceresio a fare il lungo lago e alla sera è  venuta Samantha a portarmi la torta e i confetti di suo figlio Christian. 

jacopo 

ADUNATA ALPINA DA SBALLO


Sabato 13 maggio   mi sono svegliato alle ore 5:20 perché alle ore 6:30 dovevamo essere in piazzale Roma per partire per la adunata alpina a Treviso. Eravamo proprio un bellissimo gruppetto io mi trovavo vicino a mia mamma davanti a me mio papà e dietro Edoardo e Teresa due bravissime persone simpatiche e divertenti che sono nativi della Valtellina. Sul pullman si sentiva solo Il  nostro chiacchierare mentre gli altri miei amici che erano dietro non facevano tanto casino. Dopo qualche ora ci siamo fermati all’ autogrill dove le mogli degli alpini hanno offerto a tutti un panino,  io l’ho preso con la pancetta mentre altri con la bologna. Il mio grande amico Roberto (Roby) per scherzare con il  cappellino chiedeva a tutti l’elemosina alla fine ha raccolto un bel po’ di soldi  quando abbiamo finito di mangiare siamo ripartiti per Padova dove la nostra amica professoressa Coppi che insegnava Matematica nella mia scuola media ci ha detto che lei ha studiato in università proprio a Padova.  Dopo un giretto per la bellissima città ci siamo fermati in un bar dove facevano  di tutto ,io mi sono comprato una Pizza alla Carbonara e una macedonia.  Nel pomeriggio abbiamo continuato a girare per la città fino alle 16:00 poi chi voleva andare alla S. Messa aveva l’opportunità di andare o alle 16:00 o alle 17:00. Quando la Messa è  terminata siamo risaliti sul pullman il Roby ha suonato un po’ di canzoni tra di cui “Senti che odor de meola”, “Napulitana mia” ecc fino a quando siamo arrivati all’ hotel Luna a Montegrotto terme. Dopo che hanno consegnato le camere io, Mia mamma, Mio papà, Roberto e il sindaco di Besano siamo andati a farci un bagno nella piscina termale dell’albergo e ci siamo divertiti un casino parlando delle nostre amiche Paola e Laura. Alle ore 20:00 avevamo la cena che brutto tutti i tavoli erano da 4 io ero a tavolo con i miei e il nostro amico Alberto per gli amici (Don Alberto) che lui vive a Torino ma frequenta il gruppo alpini di Bisuschio e abbiamo mangiato di tutto e di più compresa la Polenta con il Bacala che non avevo mai mangiato è stata una serata molto bella io ogni tanto mi alzavo per parlare con i miei carissimi compaesani. Dopo cena ci siamo messi fuori dall’ hotel a cantare e parlare, poi io con Damiano, Laura e Roberto siamo andati in un pub a prendere da bere io ho preso una bicchiere di acqua frizzante verso le 22:50 siamo andati a letto. Il giorno dopo mi sono svegliato alle ore 8:00 e avevo già un po’ di dissenteria ma non tantissima, abbiamo fatto colazione e dopo alle 9:30 siamo partiti per Treviso dopo pochissimo tempo qualcuno ha incominciato a stare male compreso io. Io assieme a 7 miei amici per paura di stare male durante il percorso  ci siamo fermati in un centro commerciale dove vendevano di tutto e siamo rimasti li’ tantissime ore . Io per non annoiarmi mi sono comprato un cruci puzzle da fare ma ho anche scoperto che una nostra amica la nonna di Giulia e Alessandro aveva come me la stessa passione allora ci siamo divertiti e non annoiati. Ogni secondo c’era sempre qualcuno che andava in bagno perché stava male ma dopo qualche ore siamo stati tutti meglio e abbiamo comprato delle mitiche Piadine con Crudo e Fontina. Purtroppo quel giorno è morto il mio carissimo amico Dino che era il papà di Laura per cui io quel giorno sono stato vicinissimo a lei. Dopo la adunata siamo ripartiti per Bisuschio ridendo e scherzando ma facendo anche qualche sosta in una delle quali mi sono preso un panino con la Soppressata e una Schweppes al Limone siamo tornati a casa verso le 00:20

Le mie impressioni

Secondo me questa adunata è stata bellissima mi sono divertito e ho conosciuto tantissime persone che non conoscevo. Anche se siamo stati mali quasi tutti sono stato contento e spero di tornarci anche l’anno prossimo che si terrà a Trento .
Jacopo

Il mio compleanno

Ieri   era domenica 21 Maggio era il mio compleanno ho fatto 30 anni!!
La festa è  iniziata alle  15,  c’erano i miei zii, il mio ragazzo,   Michela, Milvia   e Aberto, Rosario, mia Mamma e il compagno dia mamma.  Abbiamo fatto le foto,  ho mangiato tante  cose  buone:   tiramisù ,   torta,   biscotti,  patatine,  popcorn e   dolcetti  rotondi.  Ho  ricevuto  tanti  regali: i soldi  ,   la  crema,  il  deodorante,  i  profumi,   la  pianta,  le  rose,  i  braccialetti e  un’agenda.
Mi sono divertita tantissimo,   ero contentissima   e anche felice.  Poi  ho  accompagnato  Daniel  alla fermata   e  poi sono andata  a  messa  verso  le  18  e  ho  finito  alle  19  e qualcosa.  Quando sono tornata a  casa  ho  mangiato  con mia  Mamma e il suo compagno.  Poi  ho  visto  la  partita  in  camera mia   Tranquilla e alla fine  sono andata  a  letto perché  ero  stanchissima.
Il giorno prima, che era   Sabato,  sono  andata  a  ballare,  mi  ha  fatto  la  sorpresa  mia mamma. C’erano mia zia  Paola, che  mi  ha  fatto il  tiramisù e  mi  ha  fatto  gli  auguri  di  compleanno, mio  zio  Franco e la  zia  Loredana,  l’a amica  di mia  zia Catia  sua  figlia,   il  Marco,  mia  Mamma,  il suo compagno.
Mi sono divertita tantissimo ero contenta   ,  sono  arrivata   all’ 1  a  casa,  c’erano  1000  persone!    Abbiamo  mangiato  alle 10  e alle  11 e qualcosa   abbiamo  ballato  tantissimi  balli.  

Sharon 


lunedì 15 maggio 2017

Cosa guardare in tv, i consigli di Gabriele: Amici

Il programma si sta avvicinando alla fase finale, i percorsi sono arrivati quasi alla fine, ma vincere Amici è soltanto un punto di partenza per la carriera discografica di questi giovani artisti. per arrivare a fare dischi e concerti in tutta Italia serve della fortuna, un buon pubblico abituale e dai dei produttori discografici che li aiutano. Sabato scorso c’è stato uno speciale a Verissimo con i protagonisti di Amici: Squadra blu composta da Riccardo Marcuzzo, Federica Carta e Andreas ; squadra bianca Mike Berd e Sebastian. I loro brani sono stati pubblicati su i iTunes. 

La festa della mamma

Ieri era domenica 14 maggio ed era la festa della Mamma. Quando si è alzata la mia mamma, ieri   mattina, gli ho fatto gli auguri, era contentissima, mi ha dato un bacio forte. 
Mi ha fatto una cosa buona per la festa della Mamma cioè il riso con gli asparagi. Era buonissimo e gustoso ne ho mangiati due piatti, mi piacerebbe mangiarlo ancora perché mi è piaciuto tantissimo.

Dopo cena è venuto il compagno di mia Mamma e ho visto la partita Juve e Roma sul divano Tranquilla, e poi sono andata al letto all’ 1, era tardi.  Stanotte avevo sonno, tantissimo, però mi sono svegliata per andare in bagno.  Stamattina mi sono alzata alle 7, ho fatto i misteri, ho steso, ho fatto il letto   e poi ho ascoltato la   musica   fino alle 10 .30. Per pranzo ho mangiato i panini e poi sono uscita alle 11. 20 per prendere il pullman per andare a Varese. Arrivata a Varese ho preso l’H e sono arrivata al Millepiedi alle 13 e qualcosa. Ho scritto una lettera ad un mio amico intanto che aspettavo che i miei compagni finissero di mangiare. Poi alle 14 ho iniziato l’attività   con Noemi e i miei compagni, che si chiamano Jacopo e Gabriele, oggi manca Roberto. È una bella compagnia, mi   trovo bene con tutti i miei compagni. Tra poco, alle 16 meno 10, esco e prendo il pullman verso Varese, poi prendo il pullman   per andare a casa alle 16 .25 e arrivo a casa   alle 17 e qualcosa. A casa ascolto la musica e verso le nove chiamo un mio amico e gli do la buonanotte.              

venerdì 5 maggio 2017

Le vacanze di Paolo

Giovedì 6 aprile sono partito dal Millepiedi per andare a Sanremo con i miei genitori. C’era bel tempo ma non ho fatto il bagno perché c’era vento. Era una bella giornata di sole e ho giocato a palla con i miei amici Alessio, che è di Milano, e Luca che è  di Torino. Ho conosciuto dei nuovi amici Fabio e Roberta che abitano a Sanremo e ho rivisto i nostri amici di Milano che si chiamano Claudio e Raffaella e i nostri amici di Torino che si chiamano Gianluca e Laura, che tengono la squadra del Torino.  Con loro mi piace chiacchierare e cantare le canzoni, con loro mi diverto tanto e non mi lamento mai.
D’estate mi piace nuotare con loro, ma mi dicono che mi  mettono le telecamere di sorveglianza per vedere dove sono perché faccio il birichino. Il mio papà mi vuole anche guardare anche col cannocchiale e anche la mia mamma vuole sapere dove sono.
Dalla fine di giugno ad agosto tutti gli anni vado a Sanremo e faccio sempre colazione al Lido Foce, con  brioches con la nutella e latte macchiato, poi mi piace ascoltare anche rtl 102.5. Io conosco Jade Peters che è una mia amica che conosco da tantissimi anni che ha come collaboratori Sandro Blanc e Nicole Giorgi che mi stanno sempre simpatici.
Mi piace anche ballare, poi tutti gli anni mangio a casa e poi vengo giù presto in spiaggia dove gioco sempre a palla, poi quando ho finito di cantare con tutti i miei amici vado sempre a farmi la doccia.

Tutti gli anni quando piove e sono giù al mare pulisco sempre la ringhiera con la spugna, pulisco casa mia, la casa di mia cugina Carlotta e poi la casa dei signori Carignola.
Io son sempre abbronzato tutte le volte che vado al mare.

Quando mi alzo tutte le mattine per andare in spiaggia, la prima cosa che faccio è lavarmi e poi mettermi il costume da bagno.
Gioco sempre a ping pong con la mia amica Elisa e lei sempre sorridente, incandescente, carina e solare, non si arrabbia mai e quando le dico delle bellissime cose lei ride sempre.

Domenica 9 aprile, invece, eravamo giù in spiaggia e ho visto Elisa e ho ascoltato "Occidentali's karma" di Francesco Gabbani, che a me piace tantissimo.


Il 15 aprile sono andato con i miei amici Claudio e Raffaella a vedere un paese bellissimo che si chiama Arma di taggia. Poi per tradizione è venuto in spiaggia il mio amico interista e gli abbiamo consegnato l’uovo di cioccolato della Lindt e poi a quelli di Torino Luca, Ilaria e Giulia. Sono stati contenti

Venerdì 21 Aprile sono andato con mia mamma Antonella e mio papà Roberto a mangiare da Fabio e Elisa e ho mangiato la pizza che era davvero buonissima, dove c’e il campo di tennis. A me piace molto la pizza con le patatine fritte. Mi son divertito tantissimo, mi ha detto la mia amica Laura che quest’anno dobbiamo controllare tutti il mio amico di Gallarate Umberto che va sempre a controllare le belle ragazze. Io dico a Umberto “devi stare fermo non impicciarti delle belle ragazze, devi curare tua moglie Priscilla”. I suoi figli Stefano e Clara nuotano sempre e mi voglio fare sempre i gavettoni quando sono sulla sabbia. Umberto è anche un appassionato di pesca e l’anno scorso mio papà è andato sugli scogli del lido foce a pescare con lui.

Quando son a Sanremo non posso mandare i messaggi perché non ho la connessione a internet.

Stare in vacanza mi piace moltissimo, son sempre contentissimo, sono sempre grintoso, sono sempre bello come il sole. Poi tutti gli anni a giugno preparano anche le cabine e gli ombrelloni.Andiamo sempre giù al Nettuno a prenderci il sole.

Quando i miei finiscono di lavorare e vanno sempre in ferie, preparano sempre la valigia che è anche una bella cosa e poi partiamo.

Tutti gli anni, quando veniamo giù all'ultima di agosto e la prima di settembre, vedo sempre mio zio che si chiama Mario e sua moglie Rossana. Mio zio fa il bancario e mia zia fa la casalinga e quindi non va al lavoro. Di solito a Natale vengono giù sempre i miei zii Edo e Irma e andiamo sempre a mangiare al ristorante e poi andiamo sempre a Montecarlo, dove c’è il cambio della guardia e poi andiamo sempre a Bordighera, dove ha la casa Adriano Celentano.
Poi mi ricordo che dopo Natale sono venuti i miei amici di Milano che si chiamano Claudio e Raffaella e poi ancora i nostri amici Roberto e Ornella che hanno una figlia che si chiama Camilla che è tifosa del torino. In quell'occasione le  abbiamo consegnato il regalo di natale e io le ho cantato una bella canzone che dice: "forza dai ragazzi, cantiamo tutti in coro, stanno entrando in campo gli uomini del toro! Uno ad uno sono undici più uno con la maratona non li ferma nessuno! Forza! Forza toro! Forza grande toro! dai cantiamo insieme forza forza toro".





giovedì 4 maggio 2017

I miei quattro nipoti

Io ho quattro nipoti. Il primo si chiama Carlo, perché 5 anni fa a mio genero è morto il padre quindi ha voluto dargli lo stesso nome. Proprio settimana scorsa è stata fatta la messa per l’anniversario della sua morte.  Poi ci sono Riccardo, che si chiama come San Riccardo Pampuri, Carolina detta anche la pestifera e Giorgino.
Il mio nipote più grande, cioè Carlo, fa’ la scuola elementare Manfredini, Carolina e Riccardo vanno all’asilo, mentre Giorgino è ancora troppo piccolo per andarci.
Carlo e Riccardo fanno calcio alla Kolbe con loro cugino mentre Carolina fa ginnastica artistica.
Io li vedo tutti i lunedì, perché vado a casa loro a trovarli. Carletto prima fa’ i compiti e poi con Riccardo ed Edo andiamo fuori in giardino a giocare a calcio. Nel frattempo Carolina è a fare ginnastica, quando mia sorella Elena torna a casa, lascia Carolina e porta a calcio gli altri tre.

Tutti i giovedì mia sorella con i nipoti fanno piscina alla Robur.

Andrea

Il Papa della storia

4/05/2017 
Per me papa Wojtyła è stato il papa della storia. Ha incominciato la sua vita lavorando in miniera quando c’era la guerra, ai tempi di Mussolini e quando c’erano i tedeschi. 
Poi ha voluto fare l’attore, ma non ci è riuscito, è durato poco.
Poi e entrato in seminario a studiare per diventare prete e ce l’ha fatta.
 Poi è stato chiamato dal sacerdote e gli hanno affidato una parrocchia.
Poi l’hanno chiamato in Vaticano a San Pietro, per diventare Papa subito dopo la morte del Papa che è durato solo 33 giorni.  Nel 1978 dopo 2 scrutini è venuta la fumata bianca e si sono spalancate le porte del balcone di piazza San Pietro. A quel punto ha parlato al popolo di Roma e non solo.
Poi dopo l’elezione ha fatto un sacco di viaggi è andato in Egitto, a Milano e qui a Varese nel 1984 al Sacro Monte. Poi a Fatima in portogallo e a Roma ha fatto un sacco di discorsi sulla gioventù.
Una volta gli hanno anche sparato ma per fortuna è guarito all’ ospedale Policlinico Gemelli di Roma. La persona che gli ha sparato è stato arrestato. 
Ha anche ricevuto tanti capi di stato come Bush, Carlo e Diana, Berlusconi, Ciampi.
È andato a Bologna per la giornata della gioventù che conduceva Milly Carlucci, e ha fatto un discorso per i giovani, poi ha visto la partita dell’Italia.            

Lucia

venerdì 28 aprile 2017

Dopo di noi - dalla leggei ai fatti


Siamo lieti di invitarvi al Convegno “Dopo di noi” dalla legge ai fatti – Confronto sulla legge 112/2016 e prospettive future.
L’evento si terrà Sabato 13 maggio dalle 9 alle 13 presso il Teatro Santuccio a Varese.

Visto il tema e i relatori presenti, sarà l’occasione in cui familiari, operatori e la cittadinanza intera potranno avere un’opportunità di incontro, potranno formulare domande e ricevere risposte da chi di competenza, creare un terreno fertile sul territorio varesino per implementare il pensiero di una comunità educante che si senta corresponsabile nel cammino della vita delle persone con una disabilità cognitiva, fisica e/o sensoriale.

L’evento, con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Varese e Decanato di Varese, vede come capofila l’“Associazione Bilò Onlus” e la Società Cooperativa Sociale “Il Millepiedi Onlus”, che si fanno portavoce di altri enti che si occupano del tema "Durante noi - Dopo di noi" e che sostengono l’iniziativa stessa (Anffas Onlus - Varese, Fondazione Renato Piatti Onlus, Anffas Onlus – Somma Lombardo, Fondazione nazionale “Dopo di noi” Anffas Onlus, Cooperativa sociale “Solidarietà e Servizi”, “Progetto 98” Cooperativa sociale, Abad Servizi e Lavoro” Cooperativa sociale, “Abaco” Associazione di Promozione SocialeAssociazione di famiglie “La Quercia” Onlus).

Alleghiamo la locandina: per informazioni, contattateci pure!

Vi aspettiamo numerosi!!!



giovedì 27 aprile 2017

Sorridi, stai solo pagando le tasse!


Anche quest'anno vi chiediamo di darci una mano a diffondere il nostro volantino per il 5 per mille!


Contribuisci anche tu a sostenere Il Millepiedi!

mercoledì 26 aprile 2017

Chiamatemi pure professore

Ecco un invito speciale: è per uno spettacolo teatrale realizzato da medici e infermieri dell'Ospedale di Circolo, con la regia del nostro Maestro di Teatro Metello Faganelli. 
L'intero ricavato andrà a noi "Il Millepiedi Onlus".

Se non avete altri impegni e avete voglia di venire... noi vi aspettiamo!

Il costo del singolo biglietto acquistato è il seguente:

-Persone di età inferiore ai 12 anni: gratuito
-Persone con disabilità: gratuito 
-Persone di età superiore ai 12 anni: 13€ (costo pre-vendita, altrimenti 15€)

Potete prenotare i biglietti in pre-vendita presso la nostra sede di San Fermo o di Morosolo. I biglietti, potranno essere comunque acquistati il giorno stesso presso il Teatro, fino ad esaurimento posti.




  Tanti e tanti anni fa c’erano: la Rosa, che e la sorella maggiore ed e una bella principessa in un Castello. Rosa aveva un papà che e...