lunedì 30 gennaio 2017

Uscite del venerdì di Gabriele

Un venerdì al mese dalle 18.00 alle 22.00 un gruppo di 6-7 ragazzi di cui faccio parte anche io, con un educatore,  si trova davanti alla stazione per fare un uscita dove si va a giocare a bowling, a fare karaoke, all’Iper,  al cinema, o al Mc Donald  per stare insieme a parlare tra di noi e rilassarci e stare insieme.
L’uscita si divide in due parti una parte è dedicata al divertimento e una parte a mangiare varie cose tipo la pizza.

Una cosa che mi piace dell’uscita è il gruppo che si è creato e il clima tra di noi.   

Il Millepiedi su Varesenews!

Il Millepiedi su Varesenews!

Ecco l'articolo pubblicato da Stefania Radman il 24 gennaio 2017, in merito alla nostra presenza il giovedì mattina nella libreria Kentro a Varese.

Questo è il link: http://www.varesenews.it/2017/01/arrivano-dal-millepiedi-i-tre-moschettieri-del-kentro/588217/




Arrivano dal Millepiedi i tre moschettieri del Kentro

Per la nuova vita della libreria - luogo di incontro nata dalle ceneri della libreria Salesiana, Lucia Galli ha degli aiutanti speciali: sono i ragazzi della cooperativa Millepiedi


Per la nuova vita del Kentro, libreria – luogo di incontro nata dalle ceneri della libreria Salesiana, Lucia Galli ha degli aiutanti speciali: sono i ragazzi della cooperativa Millepiedi, che sta a San Fermo e Morosolo, si occupa di servizi e alla formazione e all’autonomia e fa da centro socio educativo per ragazzi con disabilità.

Paolo, 22 anni, di Varese, è per esempio il “segretario” di Lucia. La va ad aiutare tutti i giovedì: scrive al computer, passa il telefono, aiuta a caricare e mettere a posto i libri. Lui è un utente del Millepiedi, ma anche una delle colonne del giovedì in libreria. Ama molto essere intervistato e non dimentica un numero: per sapere quando si è svolta una data cosa e con chi basta rivolgersi a lui.
Ma non c’è solo Paolo: ci sono anche Michela e Nicholas, che con l’educatrice Noemi si occupano di lavoretti e pulizie: «abbiamo sistemiamo le cose di Natale, in questi giorni: ma facciamo in generale quel che serve al negozio» spiega Michela: tant’è che durante le vacanze natalizie hanno fatto vasi col panno lenci, con la carta… «E’ un posto davvero carino» commenta Michela, che è una grande appassionata di manga ed è la paziente realizzatrice dei “lavoretti”.«Abbiamo fatto anche la festa di Natale qui , con tanto di Tombola» chiosa Paolo: «C’erano i clienti, altri ragazzi del Millepiedi…Abbiamo vinto dei bei premi».
Nicholas, il terzo dei “tre moschettieri” del Kentro, è invece appassionato di action figures e personaggi dei fumetti: ha 22 annni ed è di Barasso. Va al Millepiedi tre volte alla settimana, e una di quelle volte poi passa la mattina in via merini. «Io qui amo fare i lavori fisici: da scopare ad alzare le casse. L’ultima volta, per esempio, ho spolverato il soffitto».
Quasi tutti si perdono in discorsi da “nerd” mentre lavorano: dai fumetti alle action figures, da The Big Bang Theory al Signore degli Anelli. Chi scrive è stata anche interrogata sul significato della parola Cosplay, che avevano utilizzato nella conversazione: fortunatamente, ha passato l’esame.
Di sicuro, i tre aiutanti hanno l’aria contentissima di partecipare al progetto, quasi quanto Lucia di averli come aiutanti («A volte mi piace viziarli, e far trovare loro i biscotti che gli piacciono») e l’atmosfera è allegra, nella sala caffè che la libreria offre a chi passa di lì.
Se volete conoscere e fare quattro chiacchiere con i ragazzi del millepiedi, l’appuntamento è facile: ogni giovedì mattina, in via Ulisse Merini.

Cosa guardare in tv,i consigli di Gabriele: il collegio

Un reality che mi ha colpito è stato il “Collegio” che consiste in una scuola con ragazzi adolescenti, che devono imparare a seguire le regole.
Una cosa che mi è piaciuta è la complicità che si è creata tra i ragazzi.
Hanno fatto anche varie prove, per esempio le ragazze hanno fatto economia domestica e i ragazzi hanno cambiato una gomma a una macchina.
I ragazzi hanno fatto anche delle lezioni di ginnastica e hanno giocato a pallavolo, poi hanno fatto anche un campeggio per imparare a montare le tende e a cucinare il riso e hanno letto delle poesie attorno al fuoco.
Hanno fatto anche delle lezioni di scienze, hanno fatto anche il tema d’italiano e le lezioni di matematica.
Durante la notte alcuni ragazzi hanno fatto degli scherzi: hanno rubato il cibo e hanno spostato una lavagna e l’hanno messa in giardino.
 I ragazzi hanno pelato le patate e pulito i pavimenti del collegio, hanno fatto anche la caccia al tesoro con gli indizi in latino per impararlo.
È stata un’esperienza molto dura ma settimana scorsa è andata in onda l’ultima puntata del collegio dove sono stati assegnati i diplomi e sono state fatte le valutazioni finali con i genitori.
C’è stato anche il ballo di fine anno dove le ragazze si sono vestite e truccate per l’occasione, i ragazzi si sono salutati e sono ritornati alla loro vita di tutti i giorni avendo conosciuto dei nuovi amici che non dimenticheranno mai.
Secondo me questa esperienza gli ha insegnato tante cose nuove che prima non sapevano, e adesso hanno acquisito delle nuove conoscenze.
Speriamo che ci sia una seconda edizione bella quanto la prima.

La mia amica Vanessa di Sharon

La mia amica si chiama Vanessa, è alta come me, ha i capelli lunghi e scuri, gli occhi marroni ed è magra. È fidanzata con Luca che è anche lui un mio amico.  Mi trovo bene con lei, parliamo di tante cose è una vera Amica del cuore. È simpatica e buona, affettuosa e   carina. È una brava persona e non la voglio perdere mai.  Mi piacerebbe uscire insieme a lei, mi saluta sempre.  Vanessa l’ho conosciuta   a Il Millepiedi tanti anni fa.  Certe volte mi abbraccia e saluta anche Daniel, il mio ragazzo, se lo vede a Varese.  Di solito Vanessa e Daniel si parlano su internet e si mandano le foto, ogni tanto dice di salutarmi. È l’unica Amica con cui posso parlare, con gli altri non riesco a parlare perché alzano la voce, gridano e mi danno fastidio, però io non do retta.  

Una notizia che mi ha colpito di Sharon

A Rigopiano il 19 gennaio   c ‘è stata una scossa che ha fatto crollare la valanga. Decine di persone che erano nell’hotel sono rimaste intrappolate, alcune sono salve, altri sono morti, ma tante persone non si trovano. Nell’ hotel c’erano anche dei bambini. Le persone disperse muoiono di freddo nella neve.
I soccorsi   hanno portato via alcune persone, mi dispiace tantissimo è un’angoscia, è molto triste. Le persone che aspettano di essere salvate piangono tantissimo secondo me, mi piacerebbe aiutarle e anche ai bambini.  Dirò una preghierina per loro.  
Sul giornale ho letto che ci sono tante scosse in tanti posti.

Speriamo che non ce ne siano più, perché quelle povere persone non ce la fanno più.   

venerdì 27 gennaio 2017

Il missionario

Il missionario è una persona che racconta il Vangelo e la parola di Dio: dona il proprio tempo, anche il proprio sorriso, a chi ha bisogno.
Anche io posso essere missionaria, forse una missionaria nascosta: quando sono triste posso comunque offrire la gioia a chi non la ha.
Non faccio niente di strano: mi piacerebbe dare tutto quello che ho, anche se sono sulla carrozzina.
So che posso dare pace, tranquillità, serenità e una parola buona a tutti coloro che mi sono vicini, soprattutto ai bambini e agli anziani.

Katia

lunedì 23 gennaio 2017

Le vacanze natalizie di Roberto

La vigilia di Natale siamo stati a casa e sono venuti i miei zii da Dumenza. Abbiamo mangiato gli antipasti: le tartine con la maionese e dopo gli antipasti gli spaghetti con aragosta, il baccalà fritto, i gamberetti fritti con la pastella, poi la frutta secca. Dopo abbiamo aperto i regali e mi hanno regalato un portafoglio e un gioco della Plyastation 3, una tazza del Milan, un profumo e un bagno schiuma.  Io ho regalato un braccialetto a mia sorella e mia sorella e mia mamma mi hanno regalato un cellulare e mio papà mi ha regalato tablet.
A Natale ha cucinato la mia mamma e c’erano ancora i mei zii da Dumenza e sono arrivato i mei cugini. C’erano gli antipasti con le tartine con prosciutto e dopo la pasta al forno, l’arrosto con le patate al forno e la frutta secca. Dopo qualche giorno sono arrivati i mei nonni da Napoli e abbiamo festeggiato il capodanno insieme con loro, i miei zii e i miei vicini di casa. Ha cucinato mia mamma e anche la nonna gli spaghetti con le vongole e poi abbiamo mangiato il baccalà fritto e a mezzanotte abbiamo aperto lo spumante e abbiamo scoppiato i botti.  La mattina io ho fatto la colazione e dopo sono andato a messa e poi sono andato casa e sono venuti i mei zii e i miei cugini.

All’Epifania la zia ha fatto la pasta al forno, dopo mangiato abbiamo mangiato la frutta secca e è arrivata la befana che mi ha dato il cioccolato i nonni prima di partire mi hanno regalato 50 euro.  

Maria De Filippi

Quest’ anno è ripreso “C’è posta per te” con Maria De Filippi, che analizza le storie per aiutare le persone a fare la pace, sentendo le varie versioni dei protagonisti e le loro posizioni rispetto al problema e cerca una soluzione.
Secondo me è importante lo spazio che c’è per ogni storia perché in questo modo si capisce bene la storia e facendo ragionare i protagonisti Maria riesce quasi sempre a far aprire la busta grazie alla sua pazienza e professionalità.
Quest’anno Maria ha deciso di fare il Festival  di Sanremo come assistente di Carlo Conti senza compenso, questo è un bel gesto da parte sua.
Carlo Conti ha avuto proprio un’ottima idea anche perché è il terzo anno che conduce il festival  in modo eccellente.
Un in bocca a lupo a Maria e Carlo.

Ci saranno anche altri ospiti tra cui Tiziano Ferro e Nicole Kidman  io lo guarderò senz’altro.

lunedì 16 gennaio 2017

BORDIGHERA


Già da quando avevo due anni, fino a pochi anni fa , di inverno andavo a trovare  i miei nonni Franceschina e Raul a Bordighera ,un bellissimo paesello in provincia di Imperia vicinissimo a Sanremo e alla Francia. I miei nonni passavano lì tre mesi:  Gennaio, Febbraio e Marzo in un bellissimo appartamento. Quando andavo in vacanza a trovare i nonni ho fatto amicizia con tantissime persone :Sofia, Albina, Roberta, Fortunato, Alma, Livio, Elisa, Rino, Pinuccia, Mario, Juri, Giacomo, Anna, Dino, Angela e Felice  che mi stanno tutti molto simpatici la maggior parte di questi amici ora non ci sono più perché sono morti per vecchiaia. A Bordighera c’è anche una lunghissima passeggiata sul lungo mare e una bellissima chiesa che si chiama Sant’ Ampelio. Ho tantissimi ricordi degli anni passati a Bordighera: i Carnevali che ho passato lì e le bellissime gite in Francia e nei dintorni liguri. Mi ricordo tantissimo Bussana terremotata, Vallecrosia e Loano e tutti i paesini vicino a Bordighera. Quando andavo a trovare i miei nonni mi divertivo tantissimo con il mio amico Juri che abita a Pinerolo vicino a Torino che ha più o meno la mia età con lui andavamo sul lungo mare lui in bicicletta e io a piedi. Mi ricordo tantissimo i Carnevali che ho passato con i nonni io mi vestivo sempre da Zorro a me piaceva tantissimo stare con Nato, l’amico di mio nonno che purtroppo qualche mese fa ci ha lasciato, Nato era Juventino sfegatato ed aveva la passione della telecamera. Durante tutti questi anni io andavo anche in Francia a Mentone,  dove a Febbraio si tiene (la Fête du Citrone) Festa del Limoni, mi ricordo che un anno il tema era Pinocchio un altro anno Alice nel paese delle meraviglie, ogni anno il tema cambia.  Io sono andato l’anno in cui il tema era Pinocchio ed era straordinario vedere questi personaggi fatti tutti con i Limoni. Il personaggio che mi è piaciuto di più era la Balena perché secondo me è un pesce bellissimo e mi assomiglia tanto quando nuoto. Quando andavo a Mentone non andavo solo a vedere la Fête du Citrone, ma andavo anche in un negozio dove vendevano tutti i personaggi della Disney e poi mi mangiavo le Crepes.  A Bordighera sul lungo mare esistono tantissimi Parchi Giochi dove io da piccolo andavo molto spesso, io mi divertivo ad andare soprattutto sullo scivolo e sull’ altalena avevo tantissima paura di un gioco di cui non  ricordo il nome. Quando andavo li’ per le vacanze  di Natale, Nato e Alma mi facevano sempre dei bellissimi regali, uno me lo ricordo ancora erano tre libroni per imparare l’inglese con anche dei cd. Ogni tanto guardo ancora le foto e le videocassette di Bordighera e quella che guardo più spesso è  quella dal 1992 al 1996 dove io all’inizio mi mangiavo una gigante baguette , mi ricordo una volta che io e mio Nonno Raul stavamo camminando sugli scogli quando a me mi è caduta  una scarpa in acqua. Bordighera è un posto stupendo a me piacerebbe ritornaci perché ho lasciato dei bellissimi ricordi e le persone che mi vogliono tanto bene. 

Jacopo

la mia vacanza a Budapest

Budapest

Martedì 3 gennaio,  dopo una bella nuotata con Gina, Olga, Francesca, Alberta e Enza sono partito con i miei genitori per l’aeroporto di Bergamo “Orio al Serio” dove ho incontrato Carlo , Giulia e Federica i miei amici che arrivano da Gravedona ed Uniti in provincia di Como. Dopo circa due ore di attesa ci siamo imbarcati per andare alla nostra meta: Budapest. Sull’ aereo ero seduto vicino a Gianfranco e Carlo, mentre dietro di me c’erano Giulia, Federica e Tiziana, dopo circa un’ora siamo atterrati all’aeroporto di Budapest dopo aver ritirato i bagagli, la Federica(Chicca) con il suo inglese perfetto ha chiamato un pulmino per portarci all’ hotel. Dopo esserci rinfrescati siamo scesi alla reception dove avevamo appuntamento per andare a cena, dove il sottoscritto ha gustato una fantastica cotoletta con le patatine e una bottiglietta di acqua frizzante. Dopo cena abbiamo fatto un piccolo giretto nei dintorni e verso le 23:00 siamo andati a letto. Il giorno seguente dopo   una mitica e abbondante colazione americana in cui ho mangiato “due panini”, abbiamo cominciato a programmare le giornate. Budapest è divisa in due parti Buda e Pest le divide il fiume Danubio. Il primo giorno abbiamo deciso di dedicarlo a Pest dove c’erano tantissimi negozi, io ho comperato una Maglietta di Hard Rock Cafè, 4 magnetini e 6 cartoline che erano per Gina, Olga, Rita, Francesca, Paola e una per “Il Millepiedi”. A pranzo abbiamo mangiato in un locale dove facevano dei panini il mio amico Carlo non ha mangiato niente perché non è abituato a mangiare a pranzo; nel pomeriggio siamo andati a vedere il Parlamento e il Mercato coperto, verso le 17:00 siamo tornati in hotel dove siamo andati un pochino in piscina e in sauna, la piscina era congelata ma la sauna bollente. Prima di cena ho scritto le cartoline alle mie grandi amiche, poi siamo andati a mangiare dove ho preso gli gnocchi, la cotoletta e le patatine, il caffè siamo andati a berlo nel bar vicino perché la macchinetta l’avevano chiusa. Il secondo giorno era la volta di Buda dove c’erano tantissimi monumenti: La sinagoga, la Chiesa di Mattia, il castello e tantissimi altri; per il pranzo ci siamo fermati al mercato coperto. Mentre al pomeriggio abbiamo fatto dei bellissimi giri con il tram perché faceva tantissimo freddo (-7 gradi) e abbiamo visto il Ponte delle Catene; per merenda abbiamo preso caffè e delle torte , siamo tornati in albergo verso le 17:00 , dopo 10 vasche in  piscina e un po’ di sauna, sono andato in camera a messaggiare con le mie amiche italiane  perché io non avevo scaricato l’applicazione che al’ estero puoi connetterti con internet. Alle 19 c’era il ritrovo per andare a mangiare io ho preso una cotoletta che ho fatto metà con Giulia cha aveva preso un Cordon Bleu e tanti antipasti e dolci. Verso le 23 siamo andati a nanna. Il giorno dopo siamo partiti per tornare a casa ma sia io sia Giulia non siamo stati bene, io pochissimo ma Giulia tutto il viaggio. Meno male che c’era la Federica e la Giulia con il loro inglese se no noi eravamo ancora là.  Budapest è una città bellissima c’è tanto da vedere a me non è che mi sia piaciuta tantissimo preferisco Barcellona.  Jacopo 

Vacanze natalizie di Gabriele

In queste vacanze di Natale mi sono riposato e ho ricevuto tanti regali: una borsa, un pigiama e dei soldi.
Sono andato anche a fare la spesa e ho fatto dei buoni pranzi e cene.
Durante queste vacanze sono andato a vedere dei film di Natale al cinema che sono stati molto belli e divertenti, in particolare quello di Siani e Diego Abatantuono i che si intitola “Mister felicità”.
Sono andato anche a vedere il presepe a Biumo ed era molto bello.
Alla befana ho comprato il cammello di sfoglia ed era molto buono. 

lunedì 9 gennaio 2017

Le vacanze natalizie di Paolo

Io queste vacanze di natale le ho trascorse bene, sono andato a Sanremo che è un posto bellissimo. Conosco veramente bene il mare e sono andato a mangiare da Gabry che è un ristorante buonissimo poi sono andato all’Oasi e ho mangiato gli gnocchi al pesto ed erano molto buoni e ho bevuto anche la coca cola. Sono andato anche un giorno a Montecarlo che è un posto bellissimo dove ho visto il cambio della guardia.
Poi i miei amici di Milano mi hanno fatto una bellissima sorpresa, una sera siamo andati in via Serenella a Sanremo e abbiamo mangiato il risotto, il vitello tonnato e il tiramisù. La stessa sera ho telefonato alla figlia di una mia amica di Milano, poi il mio amico sempre di Milano ha aperto il nostro regalo natalizio e ha trovato i cioccolatini e mi ha dato un bacio ed è stato contentissimo.
Queste vacanze a me sono piaciute moltissimo, le prossime vacanze di Pasqua le vorrei fare ancora a Sanremo, ci tengo tantissimo ma tanto tanto tanto.
Alla viglia di natale ho guardato la messa di mezzanotte di Papa Francesco ed è stato veramente bello poi ho incontrato i miei amici di Sanremo che si chiamano Fabio e Roberta, uno lavora come imbianchino e l’altra lavora come segretaria e hanno due figlie che si chiamano Elisa e Martina e hanno anche un cane che si chiama Lulù, che mi è venuta in braccio.  Poi ho fatto la foto alla mia mamma e alla mia amica Roberta e gli e l’ho mandata e ho incontrato anche dei nostri amici di Torino che si chiamano Roberto e Ornella che hanno una figlia di nome Camilla che tiene tanto il Torino, poi ho incontrato anche un altro mio amico che tiene il Torino che si chiama Giuliano e sua moglie Franca.
Invece il giorno di Natale ho ricevuto il giaccone neoprene e anche il salame e ho mangiato, sempre da Gabry , gli antipasti, l’insalata russa, la capricciosa, poi i ravioli buoni ma molto buoni.
Son stato contento di queste feste.
Tutti gli anni andiamo sempre al mercato a Sanremo e guardiamo sempre se c’è qualcosa  da comprare, un giorno ci siamo fermati lì a prendere il pranzo da mangiare in spiaggia giù al Nettuno, ho mangiato la focaccia e poi abbiamo fatto la partitona di calcio ci siamo divertiti un sacco.
Poi all’ultimo dell’anno ho visto una trasmissione bellissima che si chiama “l’anno che verrà “con Amadeus e Teo Teocoli e c’erano tutti i cantanti che hanno cantato come Bennato, Britti , Sandy Marton e poi siamo andati da mia cugina Carlotta che ha un amico che abita a Lonate Pozzolo che si chiama Andrea e abbiamo visto i fuochi d’artificio e abbiamo mangiato il pandoro poi siamo andati a letto a mezzanotte.
Al primo gennaio che era capodanno siamo andati a vedere il cimento invernale che è bellissimo e la gente va a fare il bagno nel mare, hanno fatto anche il conto alla rovescia e poi oltre a incontrare i miei amici di Milano ho incontrato anche i miei amici di Sanremo.  Gli abbiamo portato il regalo natalizio e sono stati veramente contenti e abbiamo mangiato il panettone ma i canditi non mi piacciono.
Poi io, mia mamma, mio papà e i nostri amici di Torino siamo andati a fare un giro e io ho preso le crepes e le patatine, poi prima dell’ultimo dell’anno siamo andati alla casa del raviolo a Sanremo. Poi  abbiamo proseguito il giro e con i miei amici di Torino sono andato alla coop e mio papà era fuori e poi sempre con gli zii di Bergamo siamo andati alla Tavernetta e abbiamo preso la torta salata era veramente buona.
C’era anche vento e io e la mia mamma siamo andati verso l’ippocampo e mi sono seduto sulla sabbia e poi siamo usciti per fare un giro.
In inverno vado a fare colazione al Barabino e bevo latte macchiato e mangio anche la brioches con la nutella.
Con il nostro amico Paolo e un altro suo amico  Alessio e una altra mia amica Camilla abbiamo giocato a pallone e il nostro amico di Torino ci ha fatto le riprese e gli ho prestato il mio telefonino.
Ho accompagnato la mia amica di Milano che si chiama Raffaella, che ha un marito bellissimo che si chiama Claudio che fuma sempre delle sigarette, su per le scale poi è venuta giù che stava parlando al telefono e le ho fatto la foto alla sua pettinatura ed è veramente bella.
Giovedì scorso abbiamo fatto l’ultimo giorno in centro e siamo ripartiti venerdì che era l’epifania e siamo arrivati che erano prima delle due e mi sono fatto un riposino sotto le coperte che faceva freddo.
Sabato non sono andato in piscina perché faceva veramente freddo.
Ieri sono stato a casa a guardare la Santa Messa, poi “mezzogiorno in famiglia” e poi “quelli che il calcio” con Nicola Savino, poi “domenica in” con Pippo Baudo e Chiara Francini e c’era come cantante Mietta che ha cantato una canzone bella di Mia Martini che si chiama Minuetto. Poi ieri su rete 55 ho visto delle immagini bellissime sull’ospedale Molina e poi ho guardato una signora che ha intervistato la maestra di teatro Gabriella Roggero che ha parlato dei burattini poi ho guardato il film “che dio ci aiuti 4” con Elena Sofia Ricci e Valeria Fabrizi. La domenica sera guardo sempre una trasmissione bellissima su rai tre che si chiama “Che tempo che fa” con Fabio Fazio e Filippa Lagerback e c’era come ospite Federica Pellegrini e poi viene sempre la donna che fa sempre ridere che si chiama Luciana Littizzetto e c’era anche la musica “L’estate di John Wayne” di Rapahel gualazzi e mi fa veramente ridere.
Mi alzo sempre al mattino presto, stamattina  alle 6.28 ho acceso la televisione e ho guardato il tg1 e mi sono alzato  alle 7.10 e ho mangiato pane e nutella. Poi stamattina con la Greta siamo andati alle Corti c’era anche la pista di pattinaggio e ho bevuto il caffè e l’ho pagato, poi siamo andati verso l’Oviesse e Alessandro ha provato una bellissima giacca e la Greta gli ha fatto la foto e si è girato verso lo specchio. Poi siamo andati in Corso Matteotti e siamo andati alla Yamamay che volevano guardare un po’ di cose, poi siamo andati a Tezenis vicino al teatro Politeama, poi siamo andati dove c’è la pasticceria Siciliana a ritirare una cosa che la Greta doveva ritirare.
Poi siamo ritornati verso il Millepiedi e abbiamo mangiato le lasagne e poi insalata molto buona.
Stamattina ho telefonato alla mia amica Dolly che ha un marito che si chiama Giuseppe che mi ha detto questa mia amica stava facendo la doccia e poi stava preparando le valigie perchè oggi partivano con un altro ragazzino down che si chiama Gabriele che in inverno lavora nella loro pasticceria che si chiama Brenna. Venerdì 20 con Dolly, Giuseppe e Gabriele e Giulia andremo a mangiare una pizza alla pizzeria che c’è lì a Masnago e si mangia veramente bene.

Partita di basket

Sabato scorso sono andato a vedere, con una parte del gruppo di baskin, la partita di pallacanestro Varese- Torino. È stato molto divertente vedere la partita dal vivo peccato però che un ultimo quarto disastroso abbia condizionato il risultato che è stato negativo.
Speriamo di rimanere in a1 e di non passare in a2 per fare questo dobbiamo sperare di vincere le prossime partite.
Una strategia potrebbe essere quella di aumentare la tenuta mentale per tutta la durata della partita e praticare una miglior difesa a uomo.

Mi è dispiaciuto che abbiamo perso.


Gabriele

Le mie vacanze di Natale

Il giorno di Natale l’ho trascorso al ristorante con i miei zii, i miei nonni, la mia cuginetta, le mie cugine. Abbiamo mangiato tante cose buone, la cosa che mi piace di più è stato l’antipasto.  Abbiamo anche ballato e giocato a tombola ma io non ho vinto niente, non sono fortunata. Ho ricevuto tanti regali: il tablet dalla mamma e dal papà, una maglietta e un golfino dalla mamma, dei soldi, una sciarpa e un cappello dal mio ragazzo e tante altre cose. Mi sono divertita un sacco.
Capodanno l’ho trascorso con mia mamma e il suo compagno, c’erano anche mia zia, mio zio, il mio ragazzo e gli amici di mia zia, eravamo tante persone.  Abbiamo festeggiato in un ristorante, abbiamo cantato tante canzoni, abbiamo giocato a tombola, abbiamo ballato e mi sono divertita tantissimo. Abbiamo mangiato tante cose buone e siamo arrivati a casa all’ 1 e qualcosa.

All’Epifania sono stata a casa e il mio ragazzo mi e regalato la calza con dentro i cioccolatini.  

Sharon 

  Tanti e tanti anni fa c’erano: la Rosa, che e la sorella maggiore ed e una bella principessa in un Castello. Rosa aveva un papà che e...