giovedì 28 giugno 2018

VACANZA AL SALINELLO


Siamo partiti il 30 luglio e siamo tornati il 27 agosto  la nostra meta estiva era Tortoreto Lido in un bellissimo Campeggio che si chiama “Salinello. Il viaggio è stato molto lungo ma non mi sono annoiato verso Bologna ci siamo fermati in un autogril a mangiare i panini che abbiamo comprato, dopo qualche breve sosta siamo arrivati al campeggio  dove ci hanno dato la nostra casetta. Dopo eserci preparati siamo scesi in spiaggia  dove ci aspetavano gli animatori Facchi,  Concita, Daniele ,  Spuddy , Nicola , Costantino  ecc, dopo esserci presentati ai new entry ci hanno  spiegato che attività facevano : Bocce, Beach Voley , Tennis , Arco, Acqua gym e tantissime altre. Tutte le mattine andavo a camminare con la Mamma e tante volte con Ezio e Ornella due miei amici di Malnate che hanno la casa a Tortoreto Lido una mattina sono venuti loro e una altra  mattina siamo andati noi e ci hanno presentato la figlia che non avevamo mai vista, dopo la camminate incominciavano le attività è ogni giorno delle attività diverse fino alle 12:00 per concludere la mattinata c’erano i balli di gruppo fino alle 12:30. Dopo i balli andavo a casa a mangiare qualche volte andavamo a prendere il Fritto misto e le Patatine  vicino al villaggio e altre volte andavamo al ristorante, dopo pranzo fino alle 15:00 stavo in camera mia a giocare con il cellulare , guardare i dvd, chiamare i miei amici e leggere libri , poi giocavo con papà con il computer. Le attività riprendevano alle 16:00 con le Carte dove io e papà andavamo iniseme   poi le bocce  infine il gioco apertivo. Alla sera qualche volta andavo a prendermi da mangiare  gli arancini o la pizza  e alle 21:00 c’era la baby dance e poi lo spettacolo.
Ogni settimana facevamo  una  gita di solito il Sabato perché  l’animazione c’era solo di pomeriggio, siamo stati a Pescara, Norcia  , Tortoreto alta e Avigliano : a Pescara siamo andati alla messa per Mario un amico di famiglia che è morto e lavorava con papà , a Norcia  invece abbiamo incontrato dei nostri amici che hanno fatto da Bisuschio a Norcia in bici e hanno portato dei soldi alle famiglie terremotate. Vedendo quelle case diroccate e distrutte sono rimasto sbalordito  , a Avigliano sono stato al matrimonio di Fabiola e Egidio due miei carissimi amici e vicini di casa  che hanno dei parenti in quel paese la festa è stata molto bella e il mangiare era ottimo c’era anche un tavolo apposta per i ciliaci perché Fabiola e sua sorella  Maria sono ciliache entrambe , il pranzo nunziale è stato fatto in un bellissimo ristorante dove c’era anche la piscina e abbiamo anche cantanto l’inno della Juve scherzando Mattia il marito della sorella della sposa che tifa inter alla fine qualcuno ha fatto anche il bagno a mezzanotte noi invece siamo rientrati al campeggio.
A Tortoreto alta siamo stati l’ultimo giorno prima di partire dove ho provato gli fantastici “Maccheroni alla Chittara”.
A ferragosto abbiamo fatto una festa in tema dei 4 elementi  dividendosi in 4 squadre Acqua, Fuoco , Aria , Terra  facendo diversi  giochi e gare alla fine ha vinto “TERRA” dove c’eravamo io e i miei genitori, mio padre dava via la birra perché il nostro  gruppo doveva fare la festa di San Patrick. Il 16 agosto invece abbiamo fatto la festa dei colori eravamo tutti sporchi.
A me questa vacanza mi è  piaciuta tantissimo e questa estate ci torno perché mi sono divertito tanto


JACOPO

La mia vacanza a cesenatico


Siamo partiti domenica 10 giugno alle ore 7:30 da Piazza Spozio a San fermo eravamo tutti felici e contenti di passare qualche giorno assieme al mare, dopo qualche saluto e abbraccio siamo saliti sul pulman diretti verso Cesenatico. Io ero seduto vicino a Francesco B un ragazzo nuovo che frequenta il  centro di Morosolo  ci siamo divertiti tantissimo anche se è Milanista e io Juventino, il Franci è molto simpatico e fa ridere. Verso Bologna ci siamo fermati all’ autogrill dove io ho comprato un pacchetto di   Tuck mentre al mio amico Filippo (pippo) gli hanno fregato il portafoglio mentre stava pagando, dopo una mezz’oretta siamo risaliti e abbiamo iniziato a cantare le canzoni del nuovo Canzoniere.  Quando siamo arrivati alla fine del viaggio ci hanno dato le camere io ero con  Muso, Metello, Giusy, Giorgino e Roby ero felicissimo perché non avevo mai dormito con Giusy e Roby. Quando siamo scesi dal pullman ci siamo diretti subito in sala pranzo  e dopo siamo saliti in camera a riposarci,  qualcuno dormiva mentre io e Giorgino  giocavamo e chiamavamo i nostri amici con i nostri cellulari,  nel pomeriggio siamo stati al mare e ci siamo divertiti a giocare in acqua e  fuori dall’ acqua. Alla sera  dopo esserci rinfrescati e cambiati siamo andati a cena e dopo siamo rimasti in albergo per fare un po’ di Karaoke,  io ho parlato con due signori che erano nel nostro albergo. Il mattino dopo abbiamo fatto colazione  e poi siamo scesi in spiaggia io sono andato a fare una mini camminata con dei miei amici mentre altri hanno fatto dei tornei a bocce, racchettoni  e pallavolo dopo siamo entrati in acqua a giocare con la palle  che aveva portato la Selena e un altra  l’aveva portata il Millepiedi. Dopo pranzo ci siamo riposati e poi siamo siamo scesi in spiaggia mentre alla sera siamo andati in centro dove ho comprato tre cartoline , un grembiule, una presina e una madonnina per il mio amico Filippo , in una gelateria mi sono preso una granita. Il giorno dopo al mattino siamo scesi in spiaggia e ho ricevuto un sacco di messaggi e chiamate  da Anna Perego una mia amica che ho conosciuto nei villaggi going che si trovava anche lei a Cesenatico con suo marito Giorgio e suo nipotino Giovanni,  ci siamo messi d’accordo  se potevamo incontrarci nel pomeriggio cosi’ verso le 15:00 mi è venuto a chiamare in camera Marcuzzo e sono andato a salutarli,  è stato bello riverderli dopo due anni e conoscere Giovanni al quale gli ho regalato il DVD di SHREK 1° mi è spiaciuto non averli fatti conoscere ai miei compagni  perché Giorgio è un grande campione di “Calcio Ballilla” e li avrebbe battuti facilmente. Nel pomeriggio siamo andati al mare sono entrato in acqua, ho giocato a Bocce e a Pallavolo con i miei compagni e alla fine   abbiamo anche ballato con le animatrici che erano bellissime e simpaticissime. Alla sera siamo ritornati  in centro dove io e Giulia C abbiamo preso una tazza della Juventus ciascuno e poi sono andato sul bruco mela e sull’ altalena al parco giochi. Il giorno dopo   abbiamo fatto le valigie e dopo siamo scesi in spiaggia per fare la foto di gruppo e la foto di camera. Dopo un gruppetto e rimasto in spiaggia con me  e un altro è andato in piscina l’acqua era fredda e quindi io non mi sono bagnato tutto  dopo pranzo è arrivato un acquazzone e abbiamo ritardato la partenza . finalmente verso le 15:40 siamo partiti per tornare a casa io ero dietro con Luca P, Vane, Vale, Ale C e Sele  durante il ritorno abbiamo visto un film che ho portato da casa  si intitola” Indovina chi viene a Natale” ed è stato bellissimo  poi ognuno ha scritto su un foglio una lettera o un disegno della vacanza e abbiamo cantato. Ci siamo fermati in un   autogrill dove ho preso il panino con la mortadella e siamo arrivati a casa verso le 21:15.
Questa vacanza mi è piaciuta tantissimo perché  eravamo un bellissimo gruppo spero che l’anno prossimo si rifaccia magari di piu’ giorni


Jacopo


giovedì 21 giugno 2018

I RICORDI DELLE DUE GITE DI CESENATICO COL MILLEPIEDI

Sono andato due volte a Cesenatico: uno era l’anno scorso nel 2017 e la seconda quest’anno nel 2018. Cesenatico è una città situata sul mare ed è in provincia di Forlì-Cesena in Emilia-Romagna e c’era un bellissimo albergo chiamato Stella Marina. Sono andato col pullman sia all’andata che al ritorno. L’autista dell'autobus quest’anno era molto freddo mentre quello dello anno scorso era molto più gentile. Abbiamo fatto l’autostrada A8 Milano-Varese, A50 tangenziale ovest di Milano, A1 Milano-Napoli e A14 Bologna-Taranto per arrivare a Cesenatico col pullman e facevamo solo una volta una sosta all’Autogrill sia all’andata che al ritorno. All’Autogrill spesso prendevo il cappuccino oppure le barrette di cioccolato e andavo in bagno molto raramente poiché c’erano le radio che parlavano in italiano con parole straniere oppure in inglese quando c’era l’ospite straniero in cui veniva intervistato. Sul pullman all’andata ascoltavano le canzoni sul cd fatte dai ragazzi a computer al Millepiedi tramite un libro del canzoniere dove si cantava tutto ciò che era scritto mentre al ritorno si guardava un film in dvd, ma questo a me m’infastidiva molto e usavo le cuffie del mio cellulare per ascoltare i file audio in italiano registrati nella memoria del mio telefonino stesso. Arrivati all’albergo Stella Marina di Cesenatico mangiavamo al ristorante sia a pranzo che a cena pasta al pomodoro, risotto alla pescatora, pasta al pesto, risotto agli asparagi (incluso anche il formaggio da grattugiare), pane, carne, pesce, verdure (spinaci, carote, pomodori secchi, cetrioli, patate, fagiolini, piselli, mais), patatine, hamburger, dolci (budini e gelati) e frutta (kiwi, banane, macedonia) e bevevamo acqua (in brocca da versare nei bicchieri) e caffè. A colazione si mangiava e si beveva sempre al ristorante cornflakes, Rice Krispies al cioccolato, muesli, yogurt, cornetti vuoti da spalmare (sia con nutella che con marmellata), panini con salame, formaggio e prosciutto, latte, caffè, tè, succo d’arancia e succo di pompelmo. Il cibo era molto delizioso. Ho conosciuto una bella ragazza di nome Sofia che lei stessa ha messo la canzone dell’albergo di Cesenatico come una sorta di colonna sonora ovvero “Mare sole” di Beto Bahia, che a me mi sembrava noiosa ed era per il tema del 2018 di Cesenatico, ma poi conoscevo un signore di nome Giuseppe, un signore molto gentile che faceva l’albergatore, che una volta mi raccontò che erano venuti degli attori stranieri della celebre saga cinematografica americana di Guerre Stellari dieci anni fa a Cesenatico a fargli delle interviste da parte di alcuni amanti italiani che avevano fatto un sorta di fan club italiano dedicato a Star Wars chiamato YavinCon ed inoltre lui stesso aveva fatto una foto sul giornale con l’attore di R2-D2 ovvero Kenny Baker a quell’epoca (lo vidi tutto sui giornali appesi sul muro dell’albergo messi su una specie di vetro protettivo). Poi lui aveva anche un bar dove ogni tanto compravo merendine, coca-cola e caffè ed inoltre c’erano dei giochi come calcio-balilla, macchinette per vincere peluche, flipper e una pista da corsa per automobili e fuori c’era un palcoscenico, parco giochi e una piscina, dove l’ultimo giorno del ritorno a San Fermo avevo fatto il bagno, ma l’acqua era freddissima. Tutti i giorni andavamo alla spiaggia e stavo sempre sulla sedia a sdraio oppure per terra sull’asciugamano e obbligatoriamente mi mettevo la crema poiché avevo paura delle meduse che trovavo in acqua e non mi piaceva affatto quando mi entrava le conchiglie e i sassolini sui miei piedi attorno alla sabbia che mi faceva molto male e facevo pochissimo il bagno nell’acqua; alla fine mi bagnavo con l’acqua le mani e i piedi nella doccia della spiaggia per pulirmi oppure lo facevo nella doccia dell’albergo. Vedevo che facevano windsurf e kitesurf nell’acqua e tutti gli altri facevano anche uno sport chiamato aquagym ovvero la ginnastica acquatica e mettevano la musica per rilassarsi oppure facevano altri giochi sempre in spiaggia. Mentre ero lì parlavo che io volevo essere in un video di YouTube per parlare delle parole straniere usate dagli italiani ma raccontavo a loro che i miei genitori mi avevano detto tutti di no poiché secondo loro risultava troppo pericoloso e poi lo vorrei farlo solo quando il Millepiedi avrà creato un loro canale YouTube in futuro. Dormivo insieme in camera con Marco Palladini, Alessandro Croci, Simone Breda e Lua Mathlouthi (l’anno scorso invece dormivo con Marco Palladini, Mauro Capriuoli, Alessandro Croci e Stefano Antoni) però durante la notte faceva troppo caldo e si soffocava e una sera guardavano la tv per vedere la finale di Amici su Canale 5 e io mi mettevo come al solito le cuffie col cellulare e mettevo un mio file audio in italiano registrato nella memoria del telefonino (quando sento cose in italiano con parole straniere, in inglese od in altre lingue poiché a me m’infastidisce). Durante le sere andavamo al centro di Cesenatico a fare delle passeggiate vicino al canale oppure compravamo dei souvenir o dei cibi e delle bibite; per esempio compravo la coca-cola biologica al bar del centro di Cesenatico ed era buonissima e gli altri invece si compravano quasi tutti il gelato. Ho comprato come souvenir un megafono, una tazza di Cesenatico, un oggetto di Cesenatico da appendere sul frigorifero e mi hanno pure regalato un braccialetto colorato. L’anno scorso abbiamo fatto anche il giro sul traghetto che arriva dall’altra parte della sponda del canale al centro di Cesenatico e vedevamo gli artisti di strada in cui a me m’annoiavano tanto. Ho fatto anche un giro sul trenino a forma di bruco ed era molto divertente e poi l’autista mi ha portato con l'autobus sul ponte mobile di Cesenatico in via Anita Garibaldi che io l’avevo già passato una decina di anni fa intorno ai primi mesi del 2007 con i miei genitori però ancora oggi mancava il segnale stradale del ponte mobile per quale motivo non lo so. Infatti Giuseppe mi raccontava anche che quel ponte mobile non si apriva mai ed era inutile poiché fu un spreco di denaro e al suo posto dovevano farci un traghetto come al centro di Cesenatico. Facevamo anche una sera al palcoscenico dell’albergo per cantare delle canzoni tutti insieme e a me m’annoiava così io chiacchieravo con gli educatori come quando ero alla spiaggia. Infine ho anche conosciuto per poco Gennaro il cameriere del ristorante dell’albergo dopo che era finito all’ospedale per motivi di salute che era così gentile e mi raccontava che era stato anche a New York con i suoi amici e anche gli spiegavo sempre a lui come mai serviva le verdure come antipasto sia a pranzo che a cena invece della carne e del pesce. Usavo anche il mio cellulare per andare su internet come quando sono a casa per passare il tempo. Inoltre mi piaceva tanto parlare al megafono di Marco Palladini per fare dei bellissimi annunci come esclamazioni o sempre riguardo alle parole straniere da tradurre in italiano e mi filmava col suo cellulare per ricordarmi. A me mi sarebbe piaciuto se tornavamo in Grecia, il paese in cui feci la gita con la mia scuola superiore di Gazzada Schianno (in cui era presente anche Letizia Menzaghi) nel 2009 poiché era molto più bella ed affascinante rispetto a quelle delle due gite di Cesenatico. Speriamo che si farà l’anno prossimo ovvero nel 2019.






Daniel

  Tanti e tanti anni fa c’erano: la Rosa, che e la sorella maggiore ed e una bella principessa in un Castello. Rosa aveva un papà che e...