lunedì 30 settembre 2019

IL GRUPPO DELLE AUTONOMIE A GALLARATE

Quest’estate ogni lunedì pomeriggio andavo all’Officina025 di Gallarate a fare bigiotteria con Matteo, Guendalina, Selene, Edoardo, Riccardo, Sandro e Valerio per lavorare sull’autonomia. Andavo all’ora di pranzo e ho mangiato tortellini agli spinaci alla carbonara, tranci di pizza oppure riso coi würstel. Abbiamo giocato anche a minestrone dove scrivevamo nomi di persona, città, cose, cibi, animali oppure personaggi famosi e chi segnava il punteggio più alto vinceva. A bigiotteria ho creato con dei pezzi rossi di bottiglia e un filo nero, un braccialetto e abbiamo persino creato dei cestini per il pane con i tappi di sughero. Alla fine dell’attività facevamo merenda con coca-cola, popcorn, patatine oppure cornetti e poi tornavo a casa sia coi miei genitori che con Matteo. Invece quando abbiamo fatto la serata coi genitori abbiamo cucinato antipasti, insalata con lattuga, pomodori, carote e granoturco, pasta al pesto e per dolce abbiamo mangiato la cheesecake però avevo indossato una maglietta di cotone che mi faceva sudare molto poiché quel giorno era caldissimo e avrei voluto toglierla. Però fra qualche settimana mi sa che rinizierò e farò martedì mattina fino a pranzo l’attività del blog con Matteo ed Edoardo. È proprio un bel posto quanto il Millepiedi.
Daniel

QUESTO FINE SETTIMANA ALLA GITA DI ARTE E ALL’USCITA CON ANDREA E LICIA

Sabato 28 settembre 2019 sono andato col gruppo di arte all’Alpe dei Fiori che si trova a Marchirolo sulla strada che va da Ghirla fino a Marzio. Mi sono svegliato, faccio colazione e mi lavo e poi la mia mamma mi ha accompagnato con l’automobile fino a San Fermo e sono entrato dicendo a Camilla “che bel panciotto che hai!”, ma ad un tratto Giada mi ha detto “si dice “gilet!”, poiché il termine “panciotto” non è molto adoperato nel linguaggio comune e così anche Camilla ha ripetuto quello che ha detto Giada. Io mi sono molto preoccupato perché tutti mi imponevano di usare quell’orrendo francesismo per indicare una sorta di abito elegante. Dopo siamo saliti tutti sui bussini: alcuni sul Talento e io sulla Dacia, ma poi mentre stavo guardando i cartoni misti in inglese delle VHS registrate sul cellulare con le cuffie, ho cominciato a gridare in inglese dicendo perché non parlavate in inglese come tutti e poi è arrivata Claudia che mi ha sgridato dicendo di non farlo più. Intanto aspettavamo l’operatore Jacopo per partire poiché era in ritardo e alla fine quando è arrivato siamo partiti tutti. Abbiamo preso la strada per andare in Valganna tramite la galleria e poi più avanti siamo saliti per una stradina fino ad arrivare ad un bosco dove c’era un cartello che indicava dov’era l’Alpe dei Fiori e in quel tratto la strada era senza il guardrail. Abbiamo parcheggiato i pulmini e poi più avanti abbiamo fatto una passeggiata su una stradina sterrata e abbiamo visto com’erano fatti gli alberi e le piante e poi siamo arrivati finalmente ad Alpe dei Fiori. In questo cortile c’era la casa dell’Alpe dei Fiori, l’erba, dei tavoli con le sedie ed era protetto da un parapetto in legno che sembrava proprio come il guardavia in metallo dell’autostrada. Io mi sono seduto su un tavolo e ho fatto arte: ho disegnato una stradina sterrata con dei pini e un cielo bello limpido e poi ho scritto su un foglio colorato quello che mi era successo quel giorno fino a quando stavo facendo arte. Dopo ho consegnato i fogli di arte agli educatori e poi ho chiacchierato con gli educatori quando alcuni ragazzi sono andati a vedere gli animali e io sono rimasto nel cortile con gli altri. Dopo siamo andati a pranzare nel piano superiore della casa e io ho mangiato pizzoccheri e alcuni pezzi di crostata bevendo come tutti acqua e caffè e alcuni hanno mangiato pasta al pomodoro e per secondo formaggio con verdure. Dopo il pranzo siamo usciti e siamo tornati ai pulmini passeggiando di nuovo per la stradina sterrata e poi siamo saliti sul bussino ma questa volta io ero sul Talento. Poi siamo passati dal benzinaio per lasciare Jacopo e abbiamo rifatto la strada tramite il traforo di Valganna per tornare a San Fermo e poi ho aspettato Noemi per parlare coi miei genitori di quello che era successo quando ho gridato sul pulmino. Dopo che abbiamo discusso sono salito in macchina dei miei genitori per tornare a casa. Era stata una bella gita rispetto a quella dell’anno scorso quando sono andato sempre con arte alla fattoria Gaggio che era anch’essa bella perché ero salito sull’altalena. Comunque al posto di arte spero che l’anno prossimo farò un’altra attività poiché in questa ho difficoltà a pensare a quale disegno fare ed è anche difficile per me disegnare tutti i particolari delle cose come case, veicoli, stanze, strade, ecc.
Dopo, quando siamo arrivati a casa come al solito ho camminato nel campo e dopo io e papà siamo andati a piedi al nuovo Burger King di Cavaria a mangiare hamburger e patatine ma abbiamo ordinato tramite un’applicazione sul cellulare. Abbiamo mangiato lì due Chicken Royale e abbiamo portato a casa due Whopper. Mentre stavamo tornando a casa ci siamo fermati al bar della Fonderia e abbiamo preso un caffè ed un cappuccio decaffeinato. Il cappuccio era schifoso e l’ho lasciato. Dopo siamo tornati a casa e ho mangiato il Whopper e qualche altra patatina che la mamma aveva cucinato per Alex ed Eddy. Poi sono andato su internet come al solito sia col cellulare che con il PC e papà ha mangiato mezzo medaglione mentre il resto dell’hamburger che era un altro Whopper è stato buttato dalla mamma. Poi più tardi sono andato a letto.
Il giorno dopo sono rimasto a letto senza andare al bar e al supermercato con mio papà e dopo quando papà è uscito da solo per andare al supermercato io ho fatto colazione con un caffè aspettando che papà mi comprasse un cornetto e intanto che lo aspettavo mi sono lavato. Poi quando il babbo è tornato a casa invece di aver comprato il cornetto mi ha comprato una pizzetta e ne ho mangiato un pezzo riscaldato. Poi abbiamo pranzato e dopo nel pomeriggio Alex è andato ad Amsterdam per lavoro e io sono uscito con i miei amici Andrea e Licia al parco della Magana a Cassano Magnago dove ho preso uno yogurt con frutti di bosco e granelli di cocco ed era delizioso, mentre loro hanno mangiato entrambi un gelato e poi abbiamo camminato nel parco. Poi ci siamo seduti sulla panchina della chiesa di Cassano Magnago e ad un tratto è venuta a trovarci un’amica di Licia e abbiamo chiacchierato insieme. Dopo siamo andati a casa di Andrea perché dovevano prendere dei mobili per portarli da un loro amico. Poi siamo tornati a casa mia e abbiamo preso tutti un caffè e dopo Andrea e Licia sono andati a casa. Poi ho cenato mangiando un pezzo di focaccia riscaldata con le cipolle e un panino allo speck e sono andato a navigare in rete e più tardi sono andato a dormire. È stato proprio un bel fine settimana.
Daniel

venerdì 27 settembre 2019

COSA MI PIACE FARE


IO CON FRANCO, MELINA, E FILIPPO MIO COGNATO SABATO O LA DOMENICA ANDIAMO A PASSEGGIARE ALLA PISTA CICLABILE DOVE C’E IL SUSHI 0.
E QUALCHE VOLTA MANCIAMO NEL PARCHETO DOVE STA LA TIGROS E FACCIO PURE GINASTICA ALL’APERTO.



FILIPPO

LA PALESTRA


IERI ERA GIOVEDI’ E SONO ANDATO IN PALESTRA AL CAMPUS, SONO STATO BRAVO.
HO FATTO IL TAPPETO E DOPO SONO ANDATO CON SIMONE A FARE GLI ESERCIZI DI STRECHING.
HO FATICATO MOLTO, SONO STATO COSI BRAVO COL SIMONE CHE LA MAMMA MI HA FATTO UNA FOTO IN PALESTRA.
LA SERA HO MANGIATO L’HAMBURGER DI SOIA A FORMA DI TOPOLINO, INSALATA, CAROTE CRUDE E HO BEVUTO UN FRULLATO CON PESCA E UVA AMERICANA. MENTRE A MERENDA HO MANGIAO UN PANINO COL PROSCIUTTO COTTO E HO BEVUTO IL CAPPUCCINO COL LATTE.
OGGI CON LA NONNA VADO A PRENDERE LE FIGURINE ALL’EDICOLA DELLO STADIO, PERCHE’ ME LE SONO MERITATE.

DOMANI SONO IMPEGNATO COL MILLEPIEDI.
ALLE 9 PARTENZA DAL MILEPIEDI ONLUS A SAN FERMO PER ANDARE ALL’ALPE DEI FIORI. Liì FAREMO ARTE E POI MANGERO’ LA PASTA ROSSA AL POMODORO E LA CROSTATA DELLA NONNA E POI VEDIAMO ANCHE GLI ANIMALI DELLA FATTORIA.


GIORGIO

venerdì 20 settembre 2019

La settimana di Giorgio


Ho visto degl scoiattoli che saltavano sull’albero vicino a casa mia. Erano dei piccoli scoiattoli con una coda lunga
e un muso bello.
Ieri sempre vicino a casa mia sono venuti a trapanare la strada, hanno chiuso la strada per asfaltare dove c’è il tabaccaio, questo sia giovedi e sia venerdi, sia sabato sia domenica.
Ieri sono andato in palestra e sono stato bravissimo. Ho
fatto il tappetto, il circuito, la cictlette con Simone
Ieri poi sono anche andato a mangiare al McDonalds vicino allo stadio, ho mangiato l’insalata, con pomodori, scaglie di grana, petto di pollo e ho bevuto la cocacola zero, ho mangiato anche le carote crude a bastoncino in busta e uva in busta.
Oggi vado a casa e poi vado a Morosolo a fare il weekend
con jacopo, simona, ivonne e giulia. Facciamo il weekend con gli educatori jacopo, carlo, martina, annalisa, nicole e letizia.
Sabato forse vengono mario e costanza.

Il pullmino dell'AVT

Stamattina mi ha portata la Sara qua al Millepiedi. Se non può lei mi porta la mamma.
A prendermi c'è sempre il trasporto. Oggi c'è Nunzio, che è l'autista dell'AVT. Nunzio è simpatico, mi chiama bellezza. Un altro autista è Daniele, è bello e mi chiama Regina. C'è anche Matteo, che ha la barba, lui mi chiama Cami. Il pullmino è bello, c'è la musica e io mi siedo sul sedile perchè la carrozzina è un pò ballerina. Insieme a me ci sono anche dei compagni, come Alessia, Giorgio e Vanessa.

Camilla

Il Milepiedi


Il Millepiedi è una associazione e una cooperativa sociale, che si occupa di disabilità.
Secondo me il centro è valido per vari motivi: il primo  è che c’è un’equipe che sa fare il proprio lavoro, riesce a guardare il diversamente abile, logicamente per il problema che ha, ma la forza della nostra  equipe è che riesce a guardarci come persone. Noi ormai siamo come una famiglia che collabora insieme per far sì che il centro funzioni bene.
L’equipe educativa che abbiamo è una delle poche che io conosco che spesso ci danno la possibilità di esprimere il proprio parere su alcune cose, l’altra cosa che onestamente li distingue è che quando si trovano davanti una persona cercano di conoscerla bene per poi sfruttare al meglio le sue potenzialità.

giuseppe 

Pensieri e parole






L’estate è quasi finita ed è arrivato il momento in cui si ripensa alle vacanze passate e si progettano le attività per il prossimo autunno. 
La prima settimana di giugno siamo andati ad Igea Marina: ci siamo dedicati al relax passando la maggiore parte della giornata in spiaggia a prendere il sole, mentre la sera dopo avere cenato uscivamo per vedere la città.
Ho potuto fare il bagno sia nel mare sia nella piscina e tutto era accessibile.
Durante le passeggiate serali abbiamo potuto vivere momenti spensierati lasciando a casa tutti i problemi per qualche ora.
Adesso il mio pensiero va al prossimo autunno che sarà un periodo molto importante per me perché dovrei essere sottoposto ad un intervento alle gambe che spero potrà farmi stare meglio.

Stefano

venerdì 13 settembre 2019

Teatro


Articolo sul teatro, precisamente sulle date delle prove teatrali. Andremo a rappresentare La bella e la bestia. Il nostro professore ci ha confermato le 2 date dello spettacolo teatrale che sono il primo il 5 ottobre e l’altra il 16 ottobre, la prima prova è il 25 settembre alla scuola Don Rimoldi.
Per ora non posso spifferare null’altro perché abbiamo in serbo delle piccole sorprese.

Giuseppe


La vacanza di Giorgio


Sono andato a Milano Marittima, dove ho visto la Ravenna top cup.
Siamo andati all’albergo Bologna a tre stelle.
C’era il mare, la spiaggia, la piscina, il letto, la tele e i musei. abbiamo camminato un sacco a Milano Marittima.  
Siamo andati a vedere un castello con il museo delle fiamme.
Ho mangiato la piadina romagnola, le tagliatelle fatte a mano da nonna pina con il ragù, alici,  passatelli fatti a mano, crema al caffè con gelato,  pizza al gorgonzola, wusterl e pure il dolce.
Tutte queste cose buone le ho mangiate alle Trattoria c’a rossi da topo.

Vi riporto quello che c’è scritto sul volantino:
Vialetto degli atristi
Estate 2019
La rocca delle fiabe dove tutto  è possibile
musei di san leo museo chivico della fortezza
ristorate pizzeria la milano marittima (ra)
viale mateotti piazzale genova 3
buno scoto 2£ con questo copuon alla cassa
mirabilandia vale fino a 6£ di scontro
scopri come sul retro
live the joy of beauty
milko marchetti ristorante touring
specilità pesce neja atrita kali cocktal bar ristorante viale.

venerdì 6 settembre 2019

LA PRIMA VACANZA A SAVIO


AD AGOSTO DA SABATO A SABATO FILIPPO SONO ANDATO AL MARE CON FILIPPO MIO COGNATO, MELINA MIA SORELLA E FRANCO MIO FRATELLO. SIAMO ANDATI A LIDO DI SAVIO VICINO MILANO MARITTIMA. IL MARE ERA BELLO E PURE IL PAESE ERA BELLO. MI SONO DIVERTITO TANTO A SAVIO C’ERA LA BASSA MAREA. HO MANGIATO TANTO LI’ C’ERA SEMPRE IL TIRAMISU’ E IO L’HO PRESO POMERIGGIO E SERA. QUASI SEMPRE C’ERANO I CAMERIERI PUGLIESI, C’ERA UNA CAMERIERA DI BRINDISI, ERA BELLISSIMA SI CHIAMA VIVIANA E HO FATTO LE FOTO CON LEI.
POI SIAMO ANDATI A RICCIONE A VEDERE MIO ZIO RAFFAELE DI 92 ANNI, ABBIAMO MANGIATO ANCHE LI E IO HO PRESO LA PIZZA BIANCANEVE. LA PIZZA ERA BUONA LI’ C’ERA UN CANE, ERA LA PRIMA VOLTA CHE L’HO VISTO E IL CANE MI HA LECCATO LE MANI E GAMBA.
POI FRA UN ANNO DOBBIAMO ANDARE A FESTEGGIARE IL COMPLEANNO DI MIO ZIO RAFFAELE CHE FA 93 ANNI SPERIAMO CHE VIVE ANCORA.

FILIPPO

I miei propositi dell'anno


Al rientro al millepiedi dopo quasi un mese di vacanza il mio proposito di quest’anno è di ripartire in quinta col comitato. Ho in mente un progetto che potrebbe riguardare il dopo di noi : vorrei aprire un tavolo di discussione tra di noi ragazzi per poi creare un evento che possa far chiarezza a chi non conosce il dopo di noi. Vorrei portare delle testimonianze e delle riflessioni fatte con claudia.
Il progetto è ambizioso ma secondo me fattibile ma da attivare. L’importante è avere voglia di lavorare in gruppo come abbiamo fatto in passato.

Giuseppe

lunedì 2 settembre 2019

La mia vacanza in Sicilia


Domenica 18 agosto dopo aver cantato alla S: Messa sono partito con i miei genitori per la Sicilia con l’areo delle 15:30 quando siamo arrivati a Palermo 45 bagagli non sono arrivati tra cui i nostri e quindi abbiamo dovuto aspettare l’areo dopo per recuperarli. Dopo averli recuperati siamo partiti con un taxi, (150 euro) “per il nostro villaggio “ACACIA RESORT” , meno male che ci avevano tenuto aperto il ristorante se no come facevamo a mangiare?.
Il villaggio era molto lussuoso e scenografico ma per delle persone che hanno girato il mondo come noi non andava bene ,,la spiaggia piena di sassi compreso il mare, dopo circa  10 metri c’era la sabbia- 
Il martedì’ e il mercoledì sono stato al paese di Nino, Luisa, Carla e Cosimina perché ci tenevano a farmelo visitare. il paese si chiama Valledolmo in provincia di Palermo in montagna.  poi tutti assieme siamo andati da Caterina e Giuseppe (Cuccitiello) nella loro casa in campagna sembrava di stare in famiglia, una bellissima fattoria con tantissimi animali tra cui un agnellino che aveva 4 giorni io l’ho anche preso in braccio. dopo aver passato la giornata con tutti loro siamo tornati al paese di Nino dove ci ha prenotato un bed e breakfast che si chiama la “Casa di Alice. Il giorno dopo siamo andati a visitare Palermo, Monreale e Cefalù, Palermo e Cefalù mi sono piaciute tantissimo mentre Monreale non mi è piaciuta forse perché mi ricorda Ravenna tutte chiese con mosaici.
Alla sera siamo tornati in albergo, le serate nell’ hotel erano tre: una ospiti e   due cabaret, una sera mi sono messo anche a ballare e cantare con Ettore e Laura due miei amici milanesi e una sera ho visto la Juve.
L’ultimo giorno io e Ettore siamo andati a camminare e poi al Mini club a prendere le freccette perché il Villagio non aveva tantissima animazione.
Le mie impressioni
Questa vacanza non mi è piaciuta tantissimo devo dire che in Italia è tutto caro 3 panini 1 birra 1 acqua e 1 aranciata 36 euro
Jacopo

la mia vacanza a Kelibia


Il 29 luglio io, i mei genitori e i miei amici Alberto e Elida siamo partiti per la Tunisia precisamente “Kelibia  ci ha accompagnato il mio amico Salvatore, mentre  loro un amico della figlia.
Dopo aver fatto il ceck in siamo andati all’ imbarco a me e ai miei genitori non avevano assegnato dei posti vicini ma alla fine l’ho scambiato con mio papà, il viaggio è durato 1ora e 30.
Quando siamo atterrati al aeroporto di Tunisi dopo aver passato i passaporti e le carte d’identità e aver ritirato i bagagli siamo partiti con due pullman per il villaggio “Kelibia beach” erano tantissimi anni che non andavo ma la durata del tragitto è sempre lunga uguale.
Quando siamo arrivati ci hanno accolto gli animatori tra cui c’era Stefano Pavoni un mio amico che lavorava prima nei villaggi Going per me è stato bello rivederlo dopo qualche anno e mi ha presentato la sua fantastica equipe Ricky, Sam, Patrick, Penny, Andrea, Fabio, Francesca e Gabri, dopo aver sistemato i bagagli siamo andati a cena tutti insieme.
Il maitre lo conoscevamo già  perché gli anni scorsi eravamo già stati lì, il cibo era ottimo e anche il villaggio.
Il giorno dopo ho incominciato subito ad ambientarmi e a fare nuove amicizie Giusy e Ylenia le conoscevo già ma le ho conosciute meglio in questa vacanza poi Diva e Mario i miei amici Emiliani molto simpatici e scherzosi, Daniele il nostro sportivo che quando vedeva mio padre gli diceva che era il suo “incubo” perché l’ha fregato due volte a scala 40 e ultima la nostra prof   Elena molto simpatica e divertente.
Nei giorni in cui sono stato lì non ho fatto gite perché secondo me quando si va in vacanza ci si deve rilassare e fare tantissimi sport, il villaggio era frequentato anche da clientela locale.
io tutti i giorni mi svegliavo alla 8:00 poi dopo colazione andavo in spiaggia a trovare la Diva e Mario, visto che fuori faceva caldo entravamo subito in acqua a chiacchierare poi alle 10:00 arrivava Ricky Lanza a fare freccette “quanti ciapa abbiamo preso “   dopo io andavo in piscina coperta a fare lo scivolo e l’idromassaggio alle 11:30 c’era aquagym    dopo si andava a pranzo e dopo c’era il gioco caffè e nel pomeriggio carte e altri tornei sportivi appuntamento memorabile il quizzettone delle 16:30. Alberto Elida e nia hanno fatto solo una settimana e poi sono arrivati Damiano, Laura e Giorgina.
Le mie impressioni sulla vacanza:
Questa vacanza secondo me è stata favolosa mi ha fatto conoscere gente nuova e mi ha fatto migliorare i rapporti con gente che già conoscevo, spero che il prossimo anno ci si possa tornare tutti insieme
W IL KELIBIA BEACH   JACOPO

  Tanti e tanti anni fa c’erano: la Rosa, che e la sorella maggiore ed e una bella principessa in un Castello. Rosa aveva un papà che e...