martedì 20 dicembre 2016

Musicoterapia

Mi chiamo Simona e da circa sei anni frequento un corso di musicoterapia.
Inizialmente la sede dell’Aias era a Casciago ed il corso era tenuto dal maestro Carlo Giudici; ora la sede è a Varese e le lezioni sono svolte sempre dal maestro Carlo.
Qui mi piace andare e ho imparato molte cose: la prima è il modo di rilassarsi (che usiamo spesso); la seconda è mantenere la concentrazione; la terza è usare la musica classica (tenendo gli occhi chiusi ed entrando in sintonia con la mente).

Spero di continuare questo corso perché mi piace questa attività e mi aiuta a stare bene.

lunedì 19 dicembre 2016

QUALCHE GIORNO IN VAL BADIA

Nel lontano giugno 2003 io, Tiziana, Gianfranco, Simone, Alessandra, Gabriele, Luciano, Daniela, Daniela, Maurizio, Elena, Ermanno, Donatella e Marta siamo partiti per andare qualche giorno in Val Badia a La Villa. Quando siamo arrivati Io , Simone e Gabriele ci siamo messi a giocare con la sabbia con Gabriele andavamo d’accordo ma Simone non mi era tanto simpatico e litigavamo su qualunque cosa e litighiamo anche tuttora. Mentre noi bambini ci divertivamo Luciano, Ermanno e Maurizio si allenavano con le mountain-bike mentre Daniela, Donatella, Marta, Alessandra,  Tiziana, Daniela, Elena e Gianfranco stavano con noi ragazzi a farci divertire. Io non sono un appassionato di scampagnate in montagna ma il mio amicone Luciano mi aiutava ad arrivare fino alle vette più belle delle Dolomiti. Le nostre giornate tipo: al mattino dopo colazione partivamo per le nostre escursioni, gli uomini tranne Gianfranco andavano in bici a fare degli allenamenti mentre gli altri li raggiungevano in macchina; a mezzogiorno si mangiavano panini o in qualche rifugio; mentre di pomeriggio facevamo le nostre scampagnate; si tornava verso le 17:00 in albergo, dopo una breve riposata andavamo tutti a cena, eravamo quasi tutti allegri tranne il Simone che sembrava sempre arrabbiato con noi tutti. Questa vacanza mi ha insegnato tantissime cose, grazie all’amicizia di Ermanno e Donatella, i litigi con Simone, le risate con la Alessandra e la Elena e soprattutto gli scherzi con Maurizio e le scampagnate con Luciano. Anche se questi amici li vedo raramente sono contento di vederli qualche volte all’ anno.






Jacopo

PRANZO DELLA PISCINA DELLA NEUROPSICHIATRIA DI CASTIGLIONE



Ieri domenica 18 dicembre 2016 io e i miei genitori dopo la S. Messa siamo andati alla festa della neuropsichiatria infantile. L’appuntamento era alle 12:00 a Bolladello di Cairate. Eravamo un centinaio di persone tutti allegri e festosi, io come nei miei sogni ce l’ho fata a mangiare al tavolo con Maurizio, Daniela, Gianna, Massimo,  Donatella e Ermanno. Era il tavolo più allegro di tutti, discutevamo di tutto soprattutto di Budapest e Juventus. Il menù era un po’ troppo abbondante: un antipasto di salumi, olive, insalata russa, insalata di mare; come primo piatto le lasagne alla bolognese, come secondo la polenta con lo spezzatino e come dolce panettone o pandoro con il mascarpone. Era anche il compleanno di Massimiliano il nostro cantante, abbiamo cantato e ballato un sacco di canzoni, poi Valentina e Francesco(Cecco) hanno anche recitato delle poesie. Io invece ho cantato Albachiara, Il gatto e la volpe, Io vagabondo, La canzone del sole e ballato Andiamo a comandare, Giocajuer, Come è bello far l’amore da Trieste in giù. I miei amici Massimo e Gianna hanno ballato il Twist  , io sono rimasto sorpreso  dalla bravura della Gianna e del Massimo. Alla fine della festa  abbiamo fatto una tombola   e lanciato  in cielo le lanterne cinesi.   Alla tombola io di solito non vincevo mai ma visto che avevo vicino a me Ermanno mi ha portato tantissima fortuna e quindi ho vinto un ambo cioè due sacchetti di cioccolatini che erano squisiti. Ad ogni ragazzo hanno fatto un regalo.





Il pranzo di Natale dell' Aias

Il pranzo di Natale dell’Aias era il 18 dicembre al De Filippi. C’erano i miei compagni, c’erano gli educatori, abbiamo mangiato tante cose buone: l’antipasto, la polenta col brasato, il pandoro, il panettone con la crema e lo spumante.  Abbiamo cantato, io ho fatto  la canzone dei Pooh  “Pensiero”   e abbiamo giocato a tombola. Mi ha accompagnato mia Mamma e il suo compagno e c’era anche il mio ragazzo. Mi sono divertita un sacco! Abbiamo finito alle 16.30 e siamo andati a casa.
Mia Mamma ha vinto due portafiori e il compagno di mia Mamma ha vinto la tovaglia e il cioccolato della Lindt che ha dato a tutti. 

Sharon

Il ponte dell'Immaccolata

Alla festa dell’Immacolata io e la mamma siamo andati a fare la spesa al supermercato a Mesenzana e poi siamo andati a casa a mangiare. Dopo mangiato io sono andato al mercatino a Grantola. Ho preso due fette di torta e una cioccolata e poi ho preso un regalo al mercatino: ho preso un porta chiavi a forma di un albero di Natale. Io e mamma siamo andati a prendere la pizza a Luino e l’abbiamo portata a casa per mangiarla. Dopo cena siamo andati al compleanno di una vicina di casa che si chiama Gianna e le ho portato per il suo compleanno il porta chiavi a forma di albero di Natale che ho comprato il pomeriggio e abbiamo mangiato la torta al cioccolato. Poi ho sentito la partita sulla radio di Roma e Fiorentina e anche Inter. Sono andato a letto e mi sono svegliato e ho fatto colazione. Dopo mi sono lavato e dopo pranzo sono andato a Varese a fare un giro. Ho preso il pullman alle ore 16-30 e poi sono tornato casa e abbiamo cenato. Dopo cena ho guardato la televisione a letto. Infine mi sono svegliato sabato mattina e ho fatto colazione. Dopo colazione sono stato a casa, poi abbiamo mangiato. Dopo mangiato la mamma e il papà sono usciti a fare la spesa e io sono stato a casa da solo. Ho fatto i piatti alla mamma, dopo i piatti ho guardato la partita sulla televisione e ho fatto la merenda. Dopo merenda ho aiutato a scaricare la spesa con la mamma. Lei ha cucinato la piadina e l’abbiamo mangiata. Dopo cena sono andato al cinema a vedere il Natale al Sud.




lunedì 12 dicembre 2016

UNA CENA AL RISTORANTE PIZZERIA ALBA

Venerdì 9 dicembre sono andato con i miei amici e i miei genitori a Induno al ristorante pizzeria Alba. Il ritrovo era tra le 19:30 e le 20:00, ma io prima ero andato dal parrucchiere a farmi bello. Alla cena eravamo 23. Io e mamma abbiamo avuto un idea geniale ad ognuno abbiamo fatto un regalo: dei biscottini e  dei muffin fatti in casa il giorno prima. Io ero seduto tra mia madre e Domenico un mio amico che è nativo di Lignano Sabbiadoro; con lui ho parlato tantissimo di cucina e di ragazze, ma io gli ho detto che “sto meglio da solo”. Di fronte a me avevo la mia amica Enza e suo marito con lei invece parlavo di fotografie, telefonini e computer.

Il menù era squisito: fritto misto, tantissimi tipi di patatine e dolce, io ho bevuto un aranciata. In quella serata ho avuto anche l’occasione di conoscere Luciano il marito della nostra amministratrice del gruppo facebook Francesca, che è un signore simpatico che mi ha fatto tantissime domande. Quella sera abbiamo fatto tantissime fotografie singole e di gruppo con il mio cappellino da babbo natale io le ho fatte con Nicoletta, Rita, Olga e Francesca e una singola con Francesca. Le mie amiche all’inizio della tavolata capitanata da Olga raccontavano un sacco di barzellette, io andavo in giro a parlare con tutti soprattutto con Gina  e Tina. La serata si è conclusa verso le 23:00.

Jacopo

Cosa guardare in tv, i consigli di Gabriele: Telethon Show

Ieri sera è iniziata Telethon show condotto da Fabrizio Frizzi e Mara Venier con la partecipazione di Paolo Belli, che canta le canzoni insieme alla band.
Telethon si occupa di raccogliere fondi per la cura  delle malattie genetiche, questa iniziativa avviene una volta all’anno.
Ieri erano presenti vari ospiti famosi come per esempio Nek, Lillo e Greg e Cristiana Capotondi.
Ci sono anche i bambini che raccontano le loro storie e che tipo di malattia hanno.
Ieri c’erano anche Roberto Vecchioni, Alessandro  Florenzi che ha anche regalato la maglietta della Roma ad un bambino, Francesco Renga ha cantato una canzone dal titolo angelo.
Una cosa che mi è piaciuta è che in teatro c’era un numeratore dove appare la cifra donata.
L’iniziativa andrà avanti per tutta la settimana, si può donare anche tramite numero fisso o sms o carta di credito.
Venerdì prossimo ci sarà un'altra serata con tanti altri ospiti famosi e altre storie interessanti.

A fine puntata Mara Venier si è emozionata.

Il mio papà

Con il mio Papà faccio tante cose belle e parlo di tante cose belle.  Lo vedo tutti giorni: tutte le mattine vado con lui a fare colazione al bar e il pomeriggio lo vado a trovare. Con mio Papà mi trovo bene quando mi vede è contento, felice e gentile, affettuoso, è bravissimo e buono. 
Lo aiuto se ha bisogno di andare in farmacia o in posta. Mio papà abita vicino a me e sono contentissima quando lo vedo giocare a carte con i suoi amici. Mi ha fatto il regalo di Natale e io l’ho messo sotto l’albero, è un pacchetto grande ma non so cos’è, sono curiosa.
Fra un po’ cambio casa e andrò in un paese vicino, mi dispiace che non vedrò mio papà come prima e tre signore che si chiamano Orietta, Rosita, Marisa che sono bravissime e gentili e con cui di solito bevo un caffe insieme.  Non voglio perderli, sono brave persone, mi aiutano tantissimo.


Sharon


             

I viaggi di Jacopo: Due anni a Ischia

Negli anni 2003 e 2004 quando finiva la scuola io e mia mamma andavamo da soli all’ isola di Ischia vicino a Napoli in Campania. Andavamo con l’aereo da Milano Malpensa fino a Napoli poi da lì prendevamo il traghetto che ci portava a Ischia.
Il primo anno abbiamo soggiornato presso l’hotel La Pace a Lacco Ameno l’hotel, non era un gran che il mangiare neanche. La cosa che mi piaceva di più era la compagnia composta da Franco “Il fumatore “, Rita, Giorgio, Adele, Sandra “la bomba”, Giorgio II, Oliano e Luciana che arrivano da Fano.  Io con Oliano sono ancora in contatto, mentre Silvano e Anna che arrivavano da Fiesole vicino a Firenze non li ho più sentiti. In questo albergo c’erano due piscine termali, un bellissimo terrazzo dove io e Rita ci divertivamo   a nascondere nella borsa le sigarette di Franco e gli dicevamo “il fumo uccide” “il fumo fa venire tante malattie”. Secondo me Rita aveva ragione: fumare è un bruttissimo vizio e non è bello imparare. Da subito io e i miei amici di Fano abbiamo fatto amicizia perché sono persone simpatiche.

L’anno dopo sono tornato, questa volta ero all’ Hotel Galidon a Forio, che era tutto il contrario di quello dell’anno precedente. Mi sono divertito tantissimo e la compagnia era ottima: il mio gruppo era composto da Antonio e Piera di Cernusco sul Naviglio, Livio, Cristina e Raffaella di Reggio Emilia, Aldo, Giuliano e sua moglie di Montecatini e Carla di Varese.  Anche se i miei amici di Fano erano in un altro hotel sono venuti apposta a trovarmi e mi hanno fatto una bellissima sorpresina. In questa vacanza ho fatto tantissime gite e mi ricordo benissimo Lacco Ameno, Sant’Angelo, Ischia porto e Casamicciola. Alla mattina stavo in albergo a fare le cure termali e poi andavo in piscina con Antonio e tutta la compagnia a divertirmi, mentre al pomeriggio andavo in giro e facevo i compiti con la Raffaella (che era una maestra di matematica in pensione). Ho due ricordi bellissimi: il primo era una mattina che Aldo, il mio grande amico, si era addormentato e noi tutti eravamo preoccuparti; il secondo era quando erano le 11:45 e Antonio diceva a sua moglie “Piera butta la pasta” e lei gli obbediva. A me è dispiaciuto che Antonio e Piera erano in un appartamento e non in albergo. Le serate erano bellissime andavamo tutti in un bar a prendere il caffè e io il gelato, i regalini doppi che trovavo nel gelato li davo a Aldo che poi li dava ai nipotini. Una sera siamo andati io, Aldo, Carla, Mamma a Sant’ Angelo il paesello più bello e caro dell’isola. In quei due anni di vacanza da solo con la mamma mi sono divertito tanto e i miei amici Antonio e Piera li sento quasi tutte le settimane via SMS sul cellulare di Piera, e gli altri del gruppo una volta all’ anno per gli auguri di Natale. Gli unici che non sento più sono Giuliano e sua moglie perché non ho il numero. Mi piacerebbe tantissimo ritornare a Ischia e rivedere questi amici soprattutto il Giuliano perché mi diceva di mangiare la “verdura”. 




lunedì 5 dicembre 2016

Cosa guardare in tv, i consigli di Gabriele: Casa Mika e Nemicatissima

Questa settimana un programma che mi ha molto colpito è “Casa MiKa”, un programma condotto da Mika che è anche un cantante famoso.
Durante le puntate sono stati invitati vari ospiti tra cui Emma Marrone e Raphael Gualazzi  in totale,  ci sono quattro puntate.
Due settimane fa ci sono stati Sting e Morgan e anche Monica Bellucci che ha cucinato insieme a Mika mettendosi alla prova.
In queste puntate Mika ha dimostrato di saper condurre in un modo egregio e con un ottima presenza scenica,
Mika ha fatto anche il tassista prendendo a bordo i passeggeri e filmandoli di nascosto. Ha invitato anche una banda di principianti che hanno suonato con lui.
In ogni puntata sul palco c’era un divano dove con i suoi cani.
Martedì ci sarà   l’ultima puntata, come ospite ci sarà Kylie Minogue per fare un gran finale e non ho dubbi che mi piacerà.
Mika ha fatto anche il giudice ad x- factor aggiungendo qualità al programma con la sua simpatia e conoscenza musicale e le sue capacità di insegnamento. Ha molta presenza scenica e sa trasmettere emozioni alla gente che lo guarda infatti ha fatto un’alta percentuale di ascolti.
Io sono contento per lui, mi piace anche il suo look che è sempre pieno di colori e alla moda. Mi piacciono anche le cose che dice e il suo atteggiamento.
Speriamo che ci sia una seconda edizione e che Mika sia riconfermato.

Un altro programma interessante è “Nemicattisima”.
Settimana scorsa c’è stato il ritorno in televisione di Heater Parisi e Lorella Cuccarini con uno show televisivo di due puntate, dove hanno ballato vari  balli e canzoni del passato.
C’erano anche vari ospiti tra i quali Roberto Vecchioni.
Le coreografie erano di Veronica Peparini che era presente a vedere lo spettacolo.





CAMPIONATO SERIE A DI CALCIO di Roby

 Sabato 26 Novembre 2016
Il Torino ha vinto 2-1 contro il Chievo
L’Empoli ha perso 1-4 contro il Milan

Domenica 27 Novembre 2016
Il Palermo ha perso 0-1 contro la Lazio
Il Bologna ha perso 0-2 contro l’Atalanta
Il Cagliari ha vinto 2-1 contro l’Udinese
Il Crotone ha pareggiato 1-1 contro la Sampdoria
Il Genoa ha vinto 3-1 contro La Juventus
La Roma ha vinto 3-2 contro il Pescara

Lunedì 28 Novembre 2016
Il Napoli ha pareggiato 1-1 contro il Sassuolo
Inter ha vinto 4-2 contro Fiorentina

Venerdì 2 Dicembre 2016
Il Napoli ha vinto 3-0 contro Inter
Sabato 3 Dicembre 2016
Juventus ha vinto 3-1 contro Atalanta

Domenica 4 Dicembre 2016
Il Milan ha vinto 2-1 contro il Crotone
Lazio ha perso 0-2 contro la Roma
Il Pescara ha pareggiato 1-1 contro il Cagliari
La Sampdoria ha vinto 2-0 contro il Torino
Il Sassuolo ha vinto 3-0 contro l’Empoli
La Fiorentina ha vinto 2-1 contro il Palermo

Lunedì 5 Dicembre 2016
Si giocano Chievo – Genoa 19-00
Udinese - Bologna 20-45
Sabato 10 Dicembre 2016
Crotone-Pescara alle ore 18-00
Sampdoria-Lazio alle ore 20-45

Domenica 11 Dicembre 2016
Cagliari-Napoli alle ore 12-30
Atalanta-Udinese alle ore 15-00
Bologna-Empoli alle ore 15-00
Palermo-Chievo alle ore 15-00
Torino-Juventus alle ore 15-00
Inter-Geno alle ore 20-45

Lunedì 12 Dicembre 2016
Si giocano Fiorentina- Sassuolo alle ore 19-00
Si giocano Roma-Milan alle ore 21-00
Giovedì 15 Dicembre
Si giocano Genoa-Fiorentina alle ore  20-00

Sabato 17 Dicembre
Si giocano Empoli-Cagliari alle ore 15-00
Si giocano Milan-Atalanta alle ore 18-00
Si giocano Juventus-Roma alle ore 20-45

Domenica 18 Dicembre
Si giocano Sassuolo-Inter alle ore 12-30
Si giocano Chievo-Sampdoria alle ore 15-00
Si giocano Napoli-Torino alle ore 15-00
Si giocano Pescara- Bologna alle ore 15-00
Si giocano Udinese-Crotone alle ore 15-00
Si giocano Genoa-Palermo alle ore 20-45
Si giocano Lazio-Fiorentina alle ore 20-45

Martedì 20 Dicembre
Si gioca Atalanta-Empoli alle ore 20-45

Mercoledì 21 Dicembre
Si gioca Inter-Lazio alle ore 20-45


Giovedì 22 Dicembre
Si giocano Bologna-Milan alle ore 20-45
Si giocano Cagliari-Sassuolo alle ore 20-45
Si giocano Crotone-Juventus alle ore 20-45
Si giocano Fiorentina-Milan alle ore 20-45
Si giocano Palermo-Pescara alle ore 20-45
Si giocano Roma-Chievo alle ore 20-45
Si giocano Sampdoria-Udinese alle ore 20-45
Si giocano Torino-Genoa alle ore 20-45




WEEK END A MOROSOLO di Jacopo

Sabato 3 e domenica 4 dicembre sono andato a Morosolo per fare il week end con Camilla, Costanza e Anna.  Dovevano venire anche Lucia e Ermanno ma sono stati poco bene quindi non sono venuti, però sabato è venuta anche Claudia mentre la domenica Mario.
Sabato, dopo aver aspettato tutti con Giada, siamo andati all’ “Esselunga” a fare la spesa dove abbiamo visto Giorgio con suo padre e Carlo con Enrico.  Abbiamo comprato tantissime cose che ci servivano per cucinare e c’era moltissima gente. Dopo aver fatto la spesa siamo andati a casa per cucinare, abbiamo preparato la pasta con polpa di pomodoro e olive, il formaggio, le zucchine e la frutta.  Dopo pranzo Giada è andata a fare la partita di “baskin” e con noi è rimasto Carlo   con i seminaristi. Nel pomeriggio abbiamo preparato l’albero, gli addobbi e i bigliettini per i volontari, il mio compito era quello di colorare dei disegni e incollarli su della carta bianca, verde o rossa. Per merenda abbiamo preparato una buonissima cioccolata. Verso le 18:00 abbiamo iniziato a preparare la cena: la carne impanata con le patate arrosto, il mio compito erano le patate, dovevo tagliarle e sbucciarle, mentre Anna ha fatto le cotolette impanate e con l’avanzo della panatura ha fatto delle squisite polpette. Dopo aver mangiato siamo andati in un pub in viale borri a bere qualcosa, io e Carlo abbiamo preso un buonissimo cocktail analcolico, Anna una birretta, la Costanza un’acqua tonica, mentre la Camilla una buonissima tisana alla ciliegia. Siamo rientrati a casa verso le 23:30. Il mattino dopo quando mi sono svegliato ho fatto la barba e la doccia, dopo sono andato a preparare la colazione con Annalisa e Carlo, dopo aver fatto la colazione siamo andati alla S. Messa.  Quando la messa è terminata abbiamo incominciato a disfare i letti, io e Mario per la prima volta abbiamo piegato i piumini, mentre le donne hanno fatto altri lavoretti, poi abbiamo fatto la lavatrice e abbiamo steso. Verso le 12:00 abbiamo incominciato a preparare il pranzo: risotto alla Milanese, tortino di patate e tonno, pomodori gratinati e la frutta. Dopo aver mangiato io sono andato a lavarmi i denti, Mario ha visto le partite e le ragazze con Annalisa hanno sistemato la cucina. Verso le 15 siamo partiti per andare alla Lindt dove abbiamo fatto la foto con Babbo Natale e ho intravisto dei miei amici che si chiamano Anna e Bruno, ma eravamo di corsa e quindi non li ho potuti salutare. Quando siamo usciti siamo andati al mercatino di Casbeno, era la prima volta che andavo sia alla Lindt che al mercatino di Casbeno e mi sono divertito come un matto e c’era tantissima gente.

Alle 17: oo siamo tornati a casa perché faceva buio e Annalisa non aveva voglia di guidare con il buio, quando siamo tornati a casa abbiamo fatto le valige, preparato i questionari e la cena, io ho anche giocato a calcetto balilla per conto mio. Per cena abbiamo mangiato la torta salata, l’insalata e la frutta cotta, dopo cena ho lavato per bene il lavandino con l’aiuto di Anna alle 20:30 sono tornato a casa. 



LA COMMEDIA PREMIATA DITTA FELICE TRAPASSO di Jacopo

Venerdì 2 dicembre alle ore 21:00 presso il Cinema Teatro San Giorgio di Bisuschio si esibiva la compagnia teatrale “GLI INSTABILI”, tra gli attori c’era anche mia mamma Tiziana.   La recita si chiamava PREMIATA DITA FELICE TRAPASSO io sono andato a vederla con mio padre, il mio amico Domenico e le mie amiche Gina, Olga, Enza, Francesca, Letizia e Rita.  Ci siamo divertiti un mondo soprattutto io e Francesca ridevamo come dei pazzi. Tra il primo e il secondo atto sono andato a salutare il sindaco, Alessandra, Stefano, Rebecca, Laura, Federico, Damiano, Vittoria e Fabrizio, i miei compaesani.  Nel secondo tempo ci ha raggiunti   anche Alessandra una ragazza che lavora alla reception dell’Oasi, la piscina dove io e le mie amiche facciamo i corsi. Quando è finito lo spettacolo la mia amica Rita e il mio amicone Domenico hanno portato sul palco una bottiglia di liquore, che io non ho bevuto perché sono astemio, ma loro lo hanno offerto a tutti gli attori e alla fine abbiamo mangiato dei pasticcini e bevuto l’acqua.
La trama dello spettacolo:

Tutto si svolge in una ditta di pompe funebri, quella di Felice e Brigida. In questa ditta succede di tutto vanno ospiti un po’ matti. Il pezzo più bello è stato il finale.

I miei nonni e le feste di Natale

I miei nonni si chiamano Mario e Antonietta. Mi trovo bene con loro perché parliamo di tante cose belle. Sono delle brave persone. Sono attaccata sia a mia nonna che a mio nonno e intanto vado a mangiare da loro.  Sono i genitori di mia mamma e abitano vicino a noi. I miei nonni sono diventati bisnonni della mia cuginetta Azzurra, giovedì ci sarà il suo battesimo. 
Durante le feste di Natale stanno con noi nipoti e con le loro figlie.  Quest’ anno andremo a mangiare a Villa Puccini, andrò solo io perché la mamma lavora, ma mi divertirò perché sarò in compagnia, giocherò a tombola e ballerò. La Vigilia, invece, festeggerò con mio papà ma a pranzo, perché nel pomeriggio devo andare dal parrucchiere.      
 Vorrei fare un regalo per Natale ai nonni, ma non so ancora cosa.


Sharon

Mercatino di natale

Il mercatino di Natale è stato il 27 novembre dalle 14.30 alle 17.30. Il Millepiedi ONLUS ha organizzato l’annuale mostra mercato, presso la sede di San Fermo via Monfalcone, 29 a Varese.   Ho preso due regali: il primo regalo è un porta gioielli, il secondo è una decorazione per la porta. È venuto anche il mio ragazzo che ha aiutato a preparare il caffe.  Mi ha accompagnata   al Millepiedi dove abbiamo fatto un rifresco, mi sono divertita molto e poi sono andata a casa.   

C’erano gli educatori, i compagni, i genitori e gli amici. Abbiamo fatto merenda, c’era la musica, ho comprato tante cose belle per Natale. Mi è piaciuto stare in compagnia e parlare di tante cose belle.    


Sharon

lunedì 28 novembre 2016

Cosa guardare in tv, i consigli di Gabriele: Amici

Quest’ anno è ricominciato Amici di Maria De Filippi. Da questo talent sono usciti vari talenti come per esempio Emma Marrone, Alessandra Amoroso, Loredana Errore e Karima. Due anni fa hanno vinto i Kolors l’ultimo vincitore di Amici è stato Sergio Silvestre.  

Come ogni anno si inizia con le selezioni, dopo di che si passa ad una seconda fase cioè l’ingresso nella scuola per iniziare un percorso di apprendimento con i professori, dove si imparano nuovi balli e canzoni.
Successivamente inizia una nuova fase cioè il serale, dove è presente anche la giuria composta da: Morgan, Sabrina Ferilli,  J-ax e Nek,  che fanno da tutor alle due squadre, i bianchi e i blu. Ad ogni puntata vengono eliminati uno ad uno gli alunni per stabilire chi vince. In ogni puntata del serale ci sono come ospiti dei cantanti famosi che si esibiscono con gli alunni.
Durante l’ultima puntata sono presenti anche i giornalisti che assegnano il premio della critica e i discografici che decidono chi gli piace di più.
Tutto questo è stato possibile grazie a Maria de filippi che ha avuto una bellissima idea.
Sabato scorso si è formata la nuova scasse di Amici, ci sono dei buoni talenti da coltivare. I professori faranno crescere il loro talento per tirare fuori tutto quello che hanno dentro di loro.
Secondo me il fatto che si allenino a cantare e ballare per tutto il giorno non può fare altro che portare ottimi risultati, per esempio Mattia Briga, un ex concorrente, ha fatto un nuovo album, molto bello e orecchiabile.
Durante la scuola avviene anche una crescita personale per superare i propri difetti e per valorizzare i pregi caratteriali.
Durante l’anno possono avvenire anche delle sfide esterne per entrare dentro la scuola e avere una seconda possibilità.
Da un po’ di anni dentro la scuola c’è anche il ballo latino con la maestra Titova che insegna con molta passione e disciplina.
Durante l’anno scolastico i ballerini possono apprendere anche gli altri stili di ballo.

Secondo me esibendosi ogni sabato pomeriggio si vedono anche i miglioramenti durante l’anno scolastico infatti amici è arrivato alla 16ma edizione.         

Focaccia farcita

Ecco a voi la mitica ricetta di stasera un po’ variata da come la facciamo noi:

Focaccia farcita

Ingredienti
550 g di farina
 200 g di emmenthal
80 g di prosciutto cotto
25 g di lievito di birra
4 pomodori maturi
Basilico
Olio extravergine d’oliva
Sale fino e grosso

Procedimento:
Impastate 500 g di farina con 6 cucchiaiate di olio, il lievito di birra e un pizzico di sale già sciolti in circa 250 g di acqua tiepida. Preparate una pasta liscia e omogenea, mettetela in una ciotola infarinata e lasciatela lievitare in un luogo tiepido per circa un’ora. Trascorso il tempo indicato, sgonfiate la pasta sulla spianatoia leggermente infarinata, lavorandola con energia, poi stendetela formando un disco e adagiatela su una taglia rotonda (diametro 60 cm) e abbondantemente unta e lasciate ancora lievitare per un’ora trascorso il tempo necessario. Pizzicatene la superfice, irroratela con quattro o cinque cucchiaiate di olio, cospargete con qualche pizzico di sale grosso e cuocete in forno a 250° per circa 15 minuti. Intanto lavate e asciugate i pomodori e tagliateli a fettine in senso orizzontale, tagliate a fettine sottili e la metà del formaggio, le rondelle di pomodoro qualche fogliolina di basilico e il restante formaggio, quindi coprite con l’altra mezza focaccia e passate ancora la preparazione in forno caldo per 5 minuti il solo tempo necessario affinché il formaggio possa fondersi.


Jacopo





Il weekend sportivo di Jacopo

La partita di baskin

Sabato 19 novembre al pomeriggio, alle ore 16:00 ci siamo trovati al Millepiedi perché dovevamo andare a giocare a baskin a Cusano Milanino in provincia di Milano. Io ero sul pulmino con Mattia, Andrea, Andrea, Antonio, Mario e Giulia   e abbiamo chiacchierato tantissimo. Dopo circa un’ora siamo arrivati a destinazione dove si è svolta la prima partita di campionato di Baskin. Dopo un piccolo riscaldamento abbiamo incominciato la partita, all’inizio è andata bene ed eravamo in vantaggio ma alla fine abbiamo perso di pochi punti forse perché mancavano i nostri giocatori migliori Roberto, Elia e Matteo. Ma non eravamo delusi per niente di questa partita ormai siamo abituati a perderle tutte. Dopo la parità c’è stata l’amichevole cha ha reso partecipe anche Giulia, Mario, Stefano e Selena, ma Selena si sono dimenticati di chiamarla in campo “non fa niente ha detto lei tanto la prossima partita la giocherò”. Dopo l’amichevole abbiamo fatto le foto di squadra e poi siamo andati a cambiarci. Dopo esserci cambiati siamo andati sugli spalti a mangiare qualcosa, io ho mangiato una mega focaccia con la mortadella, il mio amico Stefano invece ha mangiato i pizzoccheri. Dopo aver mangiato siamo tornati a casa dove siamo arrivati verso le 21:00
Le mie opinioni su questa partita.

Secondo me è stata una partita difficile mancavano molti giocatori il canestro più bello e stato fatto da Andrea B.


La partita di calcio femminile

Domenica 20 novembre  alle ore 14:00 io e mio papà Gianfranco siamo andati a Porto Ceresio a vedere la partita di  calcio femminile  che ha giocato il Ceresum Bisustum contro l’Alto Verbano. Noi siamo stati invitati da Luciano un mio grande amico che non vedevo da 6 anni. Dopo esserci abbracciati da veri amici lui mi ha dato un sacco di gadget sul calcio, persino una penna che suona l’Inno di Mameli. Quando è iniziata la partita Luciano si è messo vicino a me a vederla e ci siamo molto divertiti vedendo queste ragazze giocare a calcio.  Lui mi ha raccontato di tutti gli sport che fanno i suoi nipotini mentre io gli raccontavo della squadra del Baskin. Luciano era molto interessato nel sentirmi raccontare queste cose e mi ha detto “ricordati di invitarmi quando giochi vicino a casa mia” mi ha anche dato qualche consiglio su come migliorare in campo. Dopo il primo tempo io, papà, Luciano e un suo conoscente siamo andati al bar a bere, io ho preso una bottiglietta di The alla pesca mentre loro il caffè, mentre eravamo al bar Luciano diceva “questo ragazzo qui stava sempre vicino a mia moglie” “io andavo in palestra mezz’ora mentre lui dopo cinque minuti andava via” “sei proprio uno scansafatiche”. Io quasi subito dopo l’inizio del secondo tempo sono andato via perché avevo freddo. Alla fine ha vinto il Ceresum Bisustum.
Le mie opinioni su questa partita
Secondo me questa partita è stata veramente bella, io non sono un vero tifoso e non la guardo mai in televisione, le ragazze mi sembravano bravissime a giocare a calcio.

GITA ALPINA



Domenica 13 novembre alla mattina mi sono svegliato alle 6:00 perché alle 7:00 dovevamo essere in piazzale Roma per la partenza della gita alpina a Polesine Parmense in provincia di Parma. Sul pullman ero seduto vicino a Tiziana (mia mamma) davanti a me invece avevo Stefano V e Alessandra, mentre dietro Stefano F e Mirko e di fronte Salvatore e Simonetta. Abbiamo chiacchierato tanto: Stefano F raccontava le sue esperienze alpine mentre io e Salvatore quelle marinare della scorsa estate 2015. Dopo circa un’ora e mezza ci siamo fermati all’ autogrill dove siamo andati in bagno e gli alpini hanno dato a tutti un panino con mortadella o pancetta e una fetta di torta, io ho preso un panino con la pancetta e una bottiglietta di acqua. Verso le 10:00 siamo giunti a destinazione dove c’erano tantissime persone e bancarelle perché c’era la fiera del porcello, ci siamo subito divisi in gruppi io sono andato con i miei genitori e i miei amici a vedere la chiesa e un posto dove c’era un trenino. Subito dopo mio padre è dovuto andare a messa perché Sabato era impegnato quindi non è potuto andare perciò siamo rimasti io, mamma, Salvatore e Simonetta mentre gli altri si sono avviati con Edoardo e Teresa, due persone valtellinesi molto simpatiche e di compagnia.  Io sono rimasto un po’ male perché i miei amici hanno seguito loro e non me. Nelle varie bancarelle vendevano di tutto e di più io mi sono preso su consiglio di Salvatore un bellissimo cappello per l’inverno, la torta sbrisolona, il cotechino e il salame. Alle ore 12:30 ci siamo trovati al ristorante dove abbiamo mangiato tantissimo: il culatello, il salame, il risotto, i ravioli, tre tipi di carne e il dolce.  Era tutto buonissimo, il clima era festoso e tra una portata e l’altra sono andato a parlare con Mario, Silvana, Daniela, Gianluca, Pino, Marina, Giorgio e sua moglie.  Il mio amico interista Mario mi prendeva in giro dicendomi “te stai sempre con i tuoi amici stai un pochino con me”. Dopo pranzo siamo usciti per prendere il pullman per il ritorno a casa e ci siamo accorti che mancavano 4 persone: Lorena, Paolo che sono i genitori del mio amico Gabriele e i genitori di Lorenzo che erano in bagno. Sul pullman abbiamo riso e cantato tantissime canzoni, Stefano F era il nostro cantante che faceva partire le canzoni tipo: “Andiamo a comandare”, “Lupin”, “Daitan III,” “Remi”, “Azzurro”, “Io vagabondo”, “Alba chiara” e tantissime canzoni italiane e montanare. Il mio amico Pino invece era preso con il suo tablet a vedere le moto G.P che poi l’hanno sospesa a causa della pioggia. Siamo arrivati a casa alle ore 19:00 stanchi ma felici.

LIBRI DI VALENTINA


Io sono un gran lettore di libri, quelli che preferisco sono quelli di “Valentina” che ha scritto Angelo Petrosino.  Questi libri sono della seria del Battello a Vapore e sono molto avventurosi. A me piacciono tantissimo questi libri perché Valentina, la protagonista, mi assomiglia tantissimo. Valentina è una ragazza che racconta le avventure e le sue esperienze, i protagonisti secondari sono: Tazio, Ottilia, Papà, Mamma, Luca, Nonno, Nonna, Zia elsa, Paride, Irene, Linda, Lia, Il maestro, Giulietta, Mattia, Rinaldo, Stefi e Gianni.

Questi libri mi hanno anche aiutato quando ero più piccolo a studiare perché Valentina raccontava dei suoi viaggi in Italia, in Europa e nella storia. Io ho iniziato a leggere questi libri quando ero alla scuola elementare, anche se sono un po’ per bambini li leggo ancora adesso perché in questi libri trovo sempre felicità. Qualche volta io e mia mamma leggiamo i viaggi che ha fatto Valentina mettendo come personaggi dei nostri amici. I miei personaggi preferiti sono: il nonno Bruno, la nonna Elena e Lia.   Il nonno Bruno secondo me è un po’ come mio nonno: vive in campagna, coltiva l’orto, racconta storie e Valentina si diverte molto ad andarlo a trovare nelle Langhe; la nonna Elena invece fa tanti dolci e tante marmellate è molto buona e gentile con i nipoti; Lia invece è la cugina di Valentina abita in una villa a Sirmione sul lago di Garda, i suoi genitori sono sempre in viaggio quindi spesso è sola in casa, Lia ha un bellissimo carattere è sempre vispa e allegra. I libri più belli secondo me sono stati “Hello Valentina” “Hello Valentina II”. 

Il mio vecchio amico C.

Oggi vi parlo del mio amico C., è anche amico del finanziato. L’ho conosciuto a Varese, è magro e basso, è sorridente e ordinato.   Mi trovo bene con lui e parliamo di tante cose belle. Lo sento alla mattina e alla sera, mi ha detto che mi vuole bene, è bravo, è buono come il pane. Mi aiuta tantissimo, nessuno mi può fare del male.  Mi fido tantissimo di lui e non voglio perderlo, perché è affidabile. 

Mia zia

Settimana scorsa ero preoccupata perché mia zia era all’ospedale per un’operazione.  È la sorella di mia mamma. Mi dispiace tantissimo perché sono attaccata a lei. Per fortuna è andato tutto bene e presto tornerà a casa. Per adesso non viene più a fare i mestieri a casa mia. Mi manca tantissimo e spero che viene ancora a casa mia quando sta meglio. 

Sharon 

giovedì 24 novembre 2016

Misano Adriatico - di Carlo

Siamo andati al mare a Misano Adriatico: è stato bello perché c'era l'educatore Paolo Quaranta. Lui mi ha aiutato a galleggiare in piscina. Una sera siamo usciti a fare un giro per il paese: abbiamo visto un pò di negozi e ho comprato le ciabatte da spiaggia.

Mi ricordo che abbiamo bevuto un caffè tutti insieme dopo cena: è stato bello anche sul pullman fare le fotografie e suonare la chitarra tutti insieme.

Sono stato contento, perchè è venuta la Noemi per la prima volta.
Mi piacerebbe un giorno andare in vacanza solo con il Carlo F.

lunedì 14 novembre 2016

Le specialissime ricette di Jacopo



Ciao a tutti ecco le nostre specialissime ricette di stasera al corso di “Acquolina in bocca”

PLUM CAKE SALATO DI GRANO DURO FARCITO CON LE OLIVE

Ingredienti per 8 persone
75 g di acqua
5 g sale
225 g di burro
275 g di semola di grano duro rimacinata
30 g di fecola di patate o amido
75 g di maltiolo
30 g  di latte
115 di parmigiano grattugiato
5 uova
10 g di lievito istantaneo per torte salate
150 gr di olive taggiasche snocciolate
50 g di pinoli
Maggiorana q.b
Pepe q.b.

Procedimento
1.       Versiamo l’acqua in una pentola e mettiamola sul fuoco. Aggiungiamo il burro tagliato a pezzettini, il latte, il sale, un pizzico di pepe e lasciamo cuocere.
2.       Non appena il composto arriva a ebollizione aggiungiamo tutta la semola di grano duro e mescoliamo con un cucchiaio di legno fino a quando la massa, ben amalgamata, non inizia a staccarsi dalle pareti delle pentola.
3.       Trasferiamo il composto all’ interno della planetaria (montiamo la frusta “a foglia”). Aggiungiamo il maltiolo e avviamo la macchina. A parte in una ciotolina, misceliamo il parmigiano grattugiato, l’amido e il lievito.
4.       Versiamo il mix di polveri così ottenuto dentro la planetaria, mentre è in funzione. A seguire aggiungiamo le uova sbattute, incorporandole poco per volta.
5.       Impastiamo gli ingredienti finché la massa sarà ben amalgamata, infine usiamo la maggiorana tritata, i pinoli (lasciandole un po’ da parte) e le olive affettate e ben snocciolate.
6.       Versiamo l’impasto in uno stampo da plum-cake antiaderente e spargiamo sulla superfice i pinoli rimanenti. Inforniamo a 210 gradi per dieci minuti. Poi, proseguiamo la cottura a 160 gradi per altri 15 minuti.
7.       Togliamo il plum-cake dal forno e lasciamolo raffreddare completamente, prima di estrarlo dallo stampo. Tagliamo a fette e portiamolo in tavolo.




Mousse al cioccolato di Antonella

Ingredienti per 4-6 persone
2 uova
40 g di zucchero
160 g di cioccolato fondente
250 g di panna da montare
30 g di zucchero a velo

1.       Montiamo a bagnomaria sbattendole con una frusta, le uova con lo zucchero finché risulteranno gonfie e spumose (tipo uno zabaione).
2.       Riduciamo il cioccolato a scaglie e uniamo alle uova ancora calde. Mescoliamo fino a scioglierlo completamente e poi lasciamolo raffreddare.
3.       Montiamo la panna, aggiungendo lo zucchero a velo quando è ancora semi montata. Uniamola al cioccolato, mescolando delicatamente.
4.       Versiamo il composto nei bicchieri (o nelle ciotoline di servizio) e lasciamo raffreddare in frigorifero per alcune ore. A piacere decoriamo con scaglie di cioccolato  canditi .




UNA VACANZA DOVE I SOGNI DIVENTANO REALTA’ di Jacopo



Nella primavera del 1998 sono partito con i miei genitori per Euro Disney Parigi in Francia. Siamo partiti da Linate e siamo atterrati a Parigi dove c’era un pulmino che ci portava al Disney Newport Bay club.  Questo era  un albergo tutto a stile nave, per  esempio le finestre delle camere sembravano degli oblò e in mezzo alla piscina coperta c’era una vera e propria barca  e persino i  responsabili dell’hotel e i camerieri erano vestiti da marinai. Il parco di Disneyland all’ epoca era diviso in cinque parti che si chiamavano : Main street u.s.a, Frontierland, Discoveriland,  Adventuraland e Fantasiland.  Io non ho potuto fare tutti i giochi,  prima cosa perché avevo solo otto anni ed ero piccolo, seconda cosa ci vuole una settimana per visitare tutto il parco ma io e i miei genitori  avevamo solo tre giorni. L’albergo più lussuoso del parco era l’hotel Disneyland che si trova a pochi metri dal parco. Io ho fatto anche qualche fotografia con i miei personaggi Disney preferiti : Topolino, Minnie, Paperino, Pippo, Pluto, Balloo e  Mary poppins . I giochi che mi ricordo di più  sono  il trenino della miniera dei sette nani, la nave  pirata di Capitan Uncino, le montagne russe , il percorso delle fiabe  e il  parco di Pocahontas.
Il cibo francese non è buono come quello italiano ma a Euro Disney fanno anche i piatti italiani tipo la pizza, la grigliata, le lasagne, gli hamburger, gli hot dog , la pasta, i gelati, i sandwich , le patatine , il pesce e  il piatto inglese fish and chips. Io sono andato a mangiare la Pizza e non mi ricordo nemmeno che sapore aveva e neppure a che gusto l’ho presa.
La cosa che a me non è piaciuta è stata la battaglia di Mulan perché non l’avevo mai visto mentre lo spettacolo piu’ bello è stato quello sulla pista di ghiaccio fatto da Topolino e i suoi amici.
LE MIE OPINIONI SU QUESTO VIAGGIO
Questo viaggio è stato il mio 2° viaggio più bello e se non costasse così tanto io a Euro Disney ci ritornerei perché secondo me è un posto per tutti. Graziella una vecchia collega di mia mamma che aveva una 60ina di  anni è andata a passare il capodanno e quando è tornata mi ha detto “Jacopo è stato il capodanno più bello della mia vita, ho mangiato la torta con la principessa Cenerentola”. Se ci torno vorrei dormire  al Disneyland hotel perché è quello più bello e vorrei fare tanti giochi e vedere gli studios e magari anche fare una scappata a Parigi.

  Tanti e tanti anni fa c’erano: la Rosa, che e la sorella maggiore ed e una bella principessa in un Castello. Rosa aveva un papà che e...