venerdì 24 febbraio 2023

La puglia

  La puglia

 Oggi vi vorrei parlare della  regione Puglia.   il motivo è molto semplice : ho due miei cari compagni che si chiamano Mario e Filippo che sono nativi di quella regione. La puglia   si trova nel  sud Italia,  è una regione molto bella, c’è il mare ,   le colline e pochissime montagne. Da visitare ci sono: le isole tremiti che sono all’ inizio della puglia , il gargano, i trulli di Alberobello che sono tipo delle case. I cibi piu’ famosi sono: Riso Cozze e Patate,  i tarallucci, le orecchiette con le cime di Rapa , l’olio extravergine d’oliva ,e le  Olive. Io ci sono stato pochissime volte in questa regione,   ho visitato di  sfuggita le isole Tremiti e il Gargano , mi hanno detto che è bellissimo il mare di Mattinata e il Salento.  A  me piacerebbe andare in vacanza proprio in puglia perché  ho trovato  due villaggi super fantastici:  uno è PugnoChiuso resort e l’altro Torre serena a Torre Canne .  La  Puglia è molto lunga e stretta ,  presenta un grande sviluppo costiero: circa 760 chilometri. Dopo lo splendore del Gargano  ha forma  l’ampio golfo di Manfredonia.  La costa adriatica corre lineare fino all’ estrema  punta meridionale. Il suo profilo , poi, diviene poco a poco sempre piu’ frastagliato lungo il versante ionico dove si seguono insenature a piccoli golfi. Le  coste della regione per lunghi tratti base e sabbiose , diventano in alcune zone alte e rocciose specialmente nell’ altezza del Gargano.

Una delle ricette piu’ tradizionali come vi ho già detto sono le orecchiette con le cime di rapa:

ingredienti :

400 gr di orecchiette

1 chilo gammo di cime di rapa

5 filetti di acciuga

60 grammi di pecorino grattugiato

Mezzo bicchiere di olio d’oliva

Pepe nero

Sale

Preparazione.

Pulire attentamente le cime di rapa , tagliando le estremità e  sciacquandole a lungo : poi mettete a lessare in una pentola grande con acqua salata in abbondanza. Passati circa due minuti , unire anche le orecchiette e lasciandole cuocere. Contemporaneamente scaldare in una padella l’olio e le acciughe , schiacciandole con un cucchiaio di legno fino a renderle una poltiglia.

Quando è cotta la pasta , scolatela assieme alla verdura e mettere il tutto in una zuppiera ; aggiungere il pecorino grattugiata e una spolverata di pepe

 

  La maschera più famosa pugliese è ze peppe   ed è tipica della città di Manfredonia. 

Questo articolo è dedicato a  Mario  che  viene da Trani e Filippo che viene da Accadia . W LA PUGLIA JACOPO




il baskin

 

Io tutti i giovedi’ pomeriggio dopo il millepiedi con Marco P e Luca   andiamo a prendere Alessandro G e Francesco   al Millepiedi e poi Mario a casa. Dopo partiamo per la scuola Itis Varese che si trova a Casbeno; arrivati  li  ci aspettano  Marco L, Marco V, Roberto, Giorgia, Andrea S, Antonio, Giulia, Ciprian,Mattia ,Ilaria, Marta ,Alessandro B, Andrea M e tutti gli altri nostri compagni e ci cambiamo nei vari spogliatoi.  Di solito noi maschietti facciamo un po’ di casino e  siamo molto lenti nel cambiarci. Dopo esserci cambiati inizia l’allenamento : di solito Andrea ci fa fare un pochino di esercizi  un po’ faticosi e poi Marco P ci fa  fare gli esercizi a canestro e la partitella  . Le partite di solito sono al Sabato o alla Domenica:  quando giochiamo in casa siamo a Valle Olona mentre quando giochiamo fuori casa siamo in zona Milano. Domenica scorsa siamo andati a Cusano Milanino,  nella mia macchina eravamo in 7 io, Mio papà Gianfarnco ,Luca, Giuliano , Nicola , Fernando, Marcone. Ci siamo divertiti tantissimo soprattutto io e Luca che eravamo in fondo alla macchina. Quando siamo arrivati a destinazione , Luca e Marcone sono andati a cambiarsi mentre io  e Mario  con Gianfarnco, Nicola ,Giuliano e Fernando siamo andati al bar a bere qualcosa.  Io  ho preso una lemon soda,  Mario un crodino mentre gli altri un aperitivo con le patatine .La partita non è stata tra le migliori : la nostra Giuletta ha sbagliato  tantissimi canestri.  Io mi trovavo vicino a Stefania la mamma di Marta,  con lei posso parlare di tutto anche perchè siamo tutti e due  vergine , juventini e settembrini.    Abbiamo fatto un  tifo da ultra ma alla fine abbiamo perso di 2 punti.  Ci rifaremo la prossima partita  che sarà domenica 26 a milano.  Venite numerosi!

La nostra squadra è alla ricerca di  ragazze

Cosa è il Baskin

Il baskin è una nuova attività sportiva che si ispira al basket ma ha caratteristiche particolari ed innovative. Un regolamento, composto da 10 regole, ne governa il gioco conferendogli caratteristiche incredibilmente ricche di dinamicità e imprevedibilità. Questo nuovo sport è stato pensato per permettere a giovani normodotati e giovani disabili di giocare nella stessa squadra (composta sia da ragazzi che da ragazze!). In effetti, il baskin permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità (fisica e/o mentale) che consenta il tiro in un canestro. Si mette così in discussione la rigida struttura degli sport ufficiali e questa proposta, effettuata nella scuola, diventa un laboratorio di società. Le 10 regole valorizzano il contributo di ogni ragazzo/a all’interno della squadra: infatti il successo comune dipende realmente da tutti. Quest’adattamento, che personalizza la responsabilità di ogni giocatore durante la partita, permette di superare positivamente la tendenza spontanea ad un atteggiamento «assistenziale» a volte presente nelle proposte di attività fisiche per persone disabili. Il regolamento del baskin adatta: 1) il materiale (uso di più canestri: due normali; due laterali più bassi; possibilità di sostituzione della palla normale con una di dimensione e peso diversi); 2) lo spazio (zone protette previste per garantire il tiro nei canestri laterali); 3) le regole (ogni giocatore ha un ruolo definito dalle sue competenze motorie e ha di conseguenza un avversario diretto dello stesso livello. Questi ruoli sono numerati da 1 a 5 e hanno regole proprie); 4) le consegne (possibile assegnazione di un tutor, giocatore della squadra che può accompagnare più o meno direttamente le azioni di un compagno disabile). Anche i ragazzi normodotati beneficiano di questo percorso. Infatti nel baskin essi imparano ad inserirsi e ad organizzare un gruppo che conta al suo interno gradi di abilità differenti. Essi devono così sviluppare nuove capacità di comunicazione mettendo in gioco la propria creatività e instaurando relazioni affettive anche molto intense. Inoltre la condivisione degli obiettivi sportivi coi ragazzi disabili permette loro di apprezzare le ricchezze e le capacità che la diversità porta con sé. Riguardo ai ragazzi disabili, dopo sei anni di attività possiamo dire che i risultati raggiunti sono considerevoli: è aumentata la fiducia in se stessi, la capacità di coniugare il sacrificio al piacere, sono cresciute le abilità psicomotorie e quelle di interazione con i ragazzi e con gli adulti. Il Baskin è nato a Cremona in un contesto scolastico dalla collaborazione di genitori, professori di educazione fisica e di sostegno. Questo progetto ha visto la collaborazione, in quello che viene definito «lavoro di rete», di realtà scolastiche e di associazioni del territorio ognuna delle quali ha contribuito, con la propria specificità, al successo del baskin. Anche il Comune di Cremona ha patrocinato e sostiene lo sviluppo di questa iniziativa.
Nel 2006 è nata l’Associazione Baskin onlus che costituisce il riferimento di questa attività.

Jacopo 

venerdì 17 febbraio 2023

Sanremo musica

 Io ho guardato sanremo e mi è piaciuto. Il mio pereferito è stato lda che è il figlio di gigi d'alessio.

ecco i cantanti in gara:

lda 

ultimo 

lazza 

mr rain 

anna oxa 

ariete 

articolo 31 

colapesce dimartino  

colla zio

coma cose

elodie

gianluca grignani

gianmaria

giorgia 

cugini di campagna 

leo gassman

levante 

madame

mara sattei 

marco mengoni 

moda'

olly

paola e chiara 

rosa chemical

shari 

sethu

tananai 

will


andrea

martedì 7 febbraio 2023

PLAYLIST DI FEBBRAIO, UNA PLAYLIST... SANREMESE!

Buongiorno a tutti cari amici lettori!
Oggi Martedì 7 febbraio è il giorno in cui vi proponiamo la nostra consueta playlist mensile. Ma il caso vuole che proprio stasera inizi Sanremo 2023! Il festival della canzone italiana condotto quest'anno per la quarta volta di fila da Amadeus, è uno degli appuntamenti più attesi dell'anno da noi del Millepiedi!
Quindi per l'occasione abbiamo deciso di proporvi la nostra playlist in salsa sanremese! Per ogni decennio vi proponiamo la nostra canzone vincitrice preferita (ovviamente dopo esserci messi d'accordo tra di noi!)
Buona lettura e buon ascolto!
 
 
Il famoso in tutto il mondo festival della canzone italiana inizia nel lontano 1951, per quel decennio la nostra canzone preferita è l'ultima z trionfare, 1959 Ciao ciao bambina di Domenico Modugno
 
Passiamo agli anni 60, gli anni del boom! Anni d'oro per la canzone italiana, la nostra vincitrice di Sanremo preferita di questo decennio è ancora una volta curiosamente l'ultima del decennio, 1969 Zingara di Iva Zanicchi

https://www.youtube.com/watch?v=Nu5EbVpOZLQ

 
Ed ora è il momento dei ruggenti anni 70! In questo decennio le canzoni che tutti e 4 i redattori presenti stamattina a fare questa playlist conoscono, sono solamente 2.
Di queste 2 la nostra preferita è la vincitrice del festival 1971, Il cuore è uno zingaro interpretata in collaborazione da Nada e Nicola Di Bari. Curiosamente si passa dalla zingara al cuore zingaro!

https://www.youtube.com/watch?v=LvKv_fcPcw8

 

Ed ora voliamo nei colorati anni 80. Le vincitrice del festival che conosciamo di questo decennio sono quasi tutte, dopo una approfondita valutazione, la nostra preferita è Adesso tu di Eros Ramazzotti vincitrice del festival 1986

https://www.youtube.com/watch?v=Wx3R0vUDG68

 

Ci avviciniamo ai nostri giorni! Negli anni 90 eravamo nati tutti e 4 noi redattori di questa mattina! Dopo un'altra bella votazione, la canzone vincitrice del Festival negli anni 90 che più ci piace, è proprio quella che ha aperto il decennio, la vincitrice del 1990 Uomini soli dei Pooh!

https://www.youtube.com/watch?v=KYsJxRCrvmY


Ed eccoci nel nuovo Millennio! Gli anni 2000 si aprono con la vittoria a sorpresa degl Avion Travel, ma la nostra preferita senza alcun dubbio è la vincitrice dell'anno successivo. Sanremo 2001, Elisa con Luce (tramonti a nord est)

https://www.youtube.com/watch?v=1-REnTfhZIU

 

Concludiamo la nostra carrellata di oggi con una vecchia conoscenza delle nostre palylist. Le canzoni degli anni 10 di questo secolo non ci piacciono molto, quelle che piacciono a tutti e 4 sono poche, ma senza dubbio una ci piace ed anche tanto. Ecco a voi la vincitrice del festival di Sanremo 2018 Non mi avete fatto niente di Ermal Meta e Fabrizio Moro

https://www.youtube.com/watch?v=Zv5fUpa1-Qk

 

E queste sono le nostre vincitrici di Sanremo preferite per ogni decennio. Per sapere quale sarà la nostra preferita di questi nostri anni 20 che stiamo vivendo.... appuntamento al 2030!!
Invece per le nostre classiche playlist mensili, l'appuntamento è per il prossimo mese di marzo, sempre su questi schermi!
Un saluto a tutti e buon Sanremo 2023!
Ciaooooooooooooooooooooooooooooooooooooo 

Lucia, Giuseppe, Filippo, Andrea

BASKIN

  il baskin deriva dal basket e significa basket integrato, perché possono giocare sia i disabili che i normodotati ci sono 4 canestri du...