lunedì 7 novembre 2016

UNA VACANZA CHE NON SI PUO’ DIMENTICARE


Un luglio caldo di qualche anno fa io  , mamma Tiziana,  papà Gianfranco, Renzo, Susanna, Franco, Wanda , Cilio e  Annamaria abbiamo deciso di fare un bellissimo viaggetto in Grecia nell’ isola di Rodi. Alla partenza eravamo molto assonati perché era mattino presto io e Renzo abbiamo cominciato a fare le nostre battutine stupidine del tipo “siamo stanchi morti” dicevo io “no, siamo stanchi vivi”  diceva Renzo.  Dopo aver fatto il check-in e aver imbarcato i bagagli siamo andati in un bar per fare colazione. Durante la colazione Franco, detto da tutti “Camomilla”, ci ha comunicato che era il suo primo viaggio in Grecia e in un villaggio.  In tarda mattinata siamo atterrati all’aeroporto di Rodi e lì c’era un pullman che ci portava al nostro villaggio il SETTEMARI RODOS PRINCES. Sul pullman io, Cilio e  Franco eravamo in ultima fila e scherzavamo,  la coppia Susanna e Renzo che erano poco più avanti di me , erano sempre appiccicati mentre Cilio e Franco non stavano così appiccicati alle loro donne. Finalmente siamo arrivati nel Villagio dove ci hanno dato le camere,  purtroppo hanno fatto un errore  e a Franco, Wanda, Cilio e Annamaria  hanno dato una camera comunicante, “ma nemmeno un po’ di privacy” ha detto Franco. La cosa è finita bene,  avevano letto che  Franco e Annamaria avevano gli stessi cognomi e quindi la reception aveva capito male.  Dopo aver disfatto i bagagli siamo andati tutti a pranzo e dopo il pranzo al bar io ho bevuto un bicchiere d’acqua e gli altri uomini la Fernet Brakna. Dopo pranzo abbiamo riposato qualcuno in camera e qualcun altro in spiaggia verso le 16:00 siamo scesi in spiaggia dove Franco ha ricevuto un regalone da parte mia:  un grande salvagente di Winnie The Pooh “adesso ti posso annegare” mi ha detto e io gli ho risposto “Camomilla non sai nemmeno nuotare”.
In quella settimana sono successe molte cose: qualcuna strana  e qualcuna normale. Ecco qualche esempio: La Susy ha preso una scottatura e quindi ha passato la metà della settimana all’ ombra,  il Renzo non trovava più la Susy perché era andata a fare shopping  e infine a me mi hanno preso per un Asinello che saliva all’ acropoli. Non eravamo da soli ma c’erano anche tanti e tante belle fanciulle: gli animatori e le animatrici che si chiamavano Paolo, Ciccio, Elisa, Laura, Fray e Francesco.  Io , Renzo, Susanna e Paolo eravamo sempre assieme ci chiamavano “Fratelli D’Italia “perché era il nostro motto ma cantavamo tantissime altre canzoni tipo O’saracina, Jamè e tante altre canzoni meridionali. In quella vacanza mi sono divertito  un mondo perché ho conosciuto meglio  le persone che prima conoscevo appena e mi ha fatto stare più tempo con la mia grandissima amica Susanna che è molto gentile e scherzosa. 

Jacopo

Nessun commento:

Posta un commento

  Tanti e tanti anni fa c’erano: la Rosa, che e la sorella maggiore ed e una bella principessa in un Castello. Rosa aveva un papà che e...